Disturbi intestinali in gravidanza: come riconoscerli e rimedi immediati

I disturbi intestinali sono molto frequenti in gravidanza: ecco come affrontarli con questi rimedi immediati

I disturbi intestinali in gravidanza sono molto frequenti e sono provocati semplicemente dai cambiamenti che il corpo affronta nei nove mesi.

Sin dalle prime settimane di gestazione infatti il progesterone agisce sull’intestino, causando stitichezza. Questo ormone infatti viene prodotto dalla placenta e inibisce le contrazioni dell’apparato digerente, rendendo più difficile l’evacuazione. Si tratta di un sintomo che compare da subito e con cui le mamme dovranno fare i conti per tutta la gravidanza.

Col progredire dell’attesa la situazione peggiora ulteriormente. Nelle donne incinta infatti l’intestino ha una maggiore capacità di assorbire acqua, poiché l’organismo ha bisogno di più liquidi. Questo indurisce le feci, rallentando il transito intestinale e causando una sensazione di gonfiore e pesantezza. Non solo: la riduzione dell’attività fisica e l’utero che, sempre più grosso, preme sull’apparato gastrointestinale, rallentano la digestione.

Dopo i pasti, non a caso, le donne in dolce attesa avvertono acidità di stomaco e reflusso, causati dall’azione del progesterone. A volte, al contrario, si possono avere episodi di diarrea o, peggio ancora, di dissenteria. Il problema solitamente si presenta nelle prime settimane di gravidanza ed è dovuto allo sconvolgimento generale provocato dagli ormoni nell’organismo, ma anche dall’ansia della futura mamma.

Come risolvere i problemi intestinali in gravidanza? Per prima cosa è necessario essere sempre idratate e bere moltissima acqua, per favorire la digestione e il funzionamento dell’intestino. A tavola portate alimenti ricchi di fibre, come frutta e verdura, ma anche cereali integrali ricchi di ferro e calcio. Consumate anche yogurt e cibi ricchi di fermenti lattici vivi, per riequilibrare la flora batterica.

Cercate di frazionare i pasti in piccoli spuntini da consumare durante tutto l’arco della giornata. Quando vi mettete a tavola, anche se avete molta fame, mangiate piano e masticando molto. Evitate di sdraiarvi subito dopo mangiato, per favorire la digestione, piuttosto fate una bella passeggiata, che vi aiuterà anche a combattere la stipsi.

Disturbi intestinali in gravidanza: come riconoscerli e rimedi im...