Una nuova buonissima ragione per cui bisogna fare colazione tutte le mattine

Ecco perché ogni giorno dovresti ritagliarti un po’ di tempo per il pasto più importante

Una delle lezioni più importanti che ci insegniamo a scuola è quella sull’importanza della prima colazione: è il pasto più importante di tutti, la giusta carica per iniziare al meglio la giornata e la benzina perfetta per essere concentrati e attivi sul lavoro.

Purtroppo, è molto più facile a dirsi che a farsi: sono molte le persone, anche in Italia, che per un motivo o per l’altro scelgono di saltare la prima colazione e di limitarsi ad un caffè “volante” al bar. Siamo in una società che ci impone di essere sempre scattanti e, soprattutto nelle città metropolitane, ritagliarsi un momento di pace solo per noi tra una metropolitana da prendere e una deadline lavorativa da rispettare non è sempre facile.

Sono tanti i disagi che può portare l’assenza della prima colazione: spossatezza, stanchezza, poca concentrazione e anche peggioramenti fisici. Infatti, se scegliamo di saltare il primo pasto della giornata ci ritroveremo a pranzo o a metà mattina con una grande fame e saremo più inclini a mangiare cose che non fanno bene al nostro organismo come merendine dalle macchinette automatiche, dolciumi o alimenti grassi e molto lavorati. Quello che mangiamo a colazione è infatti la prima benzina che inseriamo nel nostro corpo e che bruciamo facilmente durante la giornata facendo le cose più quotidiane; proprio per questo dev’essere sostanziosa ed equilibrata, per dare il giusto apporto al nostro fisico e “accenderci”.

In America uno studio ha evidenziato un ulteriore motivo, ancora più preoccupante, per cui fare colazione dovrebbe essere obbligatorio per tutti: la mancanza di questo pasto nella vita delle persone è infatti direttamente collegata ad un maggiore rischio di morte per malattia cardiaca.

Lo studio è stato pubblicato nel Journal of the American College of Cardiology e ha analizzato e seguito per alcuni anni i dati dal National Health and Nutrition Examination Survey di oltre 6.550 persone di mezza età senza alcun passato di malattie cardiache. Il 59% di queste faceva colazione tutti i giorni, il 25% solo alcuni, il 10,9% molto raramente e il 5.1% mai.

Dopo un normale aggiornamento delle variabili dei partecipanti all’analisi come età, sesso, stato socioeconomico e abitudini alimentari i ricercatori hanno scoperto che vi era ben l’87% di rischio di morte per una malattia cardiovascolare nei partecipanti che non facevano mai colazione rispetto al gruppo che, invece, la faceva tutti i giorni.  Lo studio ha evidenziato inoltre come saltare la colazione sia collegato ad altri aspetti poco salutari come i repentini cambi di appetito, una difficoltà maggiore nel sentirsi pieni e sazi dopo un pasto e ad una pressione sanguigna elevata.

Un dato davvero spaventoso che deve essere da monito per tutte le persone che scelgono ogni giorno di saltare il pasto più importante della giornata. Negli Stati Uniti le malattie cardiache sono la principale causa di morte e il dibattito sui vari benefici della colazione va avanti da anni con le teorie più disparate. Insomma, una cosa è certa: nel dubbio, è consigliabile mangiare qualcosa al mattino prima di andare al lavoro, regalatevi una mezz’ora in meno di sonno ma un inizio giornata salutare.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Una nuova buonissima ragione per cui bisogna fare colazione tutte le&n...