Fobie: A come Acarofobia

L'acarofobia che cos'è? Negli anni sono molte le paure che sono state studiate e identificate. Tra queste vi è l'acarofobia scopriamo insieme di cosa si tratta

Quanti di voi sanno che cos’è l’acarofobia? Questa definizione deriva dal greco e indica il terrore irrazionale e immotivato di acari e vermi. Gli acari sono dei piccoli animali che appartengono alla classe degli aracnidi, solitamente non sono più grandi di 3 centrimetri e infestano soprattutto i materassi e le lenzuola del letto causando allergie o asma. Questa paura spesso è solo un aspetto di una preoccupazione più grande verso tutto ciò che non si può vedere e, quindi, non si può controllare.

Gli individui affetti da acarofobia manifestano veri e propri attacchi di panico con sintomi come prurito, asma, palpitazioni e addirittura paura della morte. Può portare, inoltre, a perdere il contatto con la realtà e ad uno stato di temporanea follia. Ma cos’è l’acarofobia di preciso? Cosa nasconde? Solitamente questa paura deriva da vicende passate di attacchi di insetti o a qualunque sensazione di disagio creata dalla presenza di questi. Negli stati più blandi, l’individuo risponde ad uno stimolo immediato mentre nei casi più gravi è costantemente in allearta senza una motivazione precisa.

Questo tipo di fobia non è molto diffusa ed è anche difficile da diagnosticare, infatti, vi è un enorme differenza tra la paura degli insetti e l’acarofobia con tutti i suoi sintomi. Questa malattia, che può sembrare banale e a tratti divertente, in realtà può diventare un vero problema modificando le abitudini e lo stile di vita di queste persone. E’ talmente devastante che perfino William Friedkin, regista di “L’esorcista”, l’ha scelto come tema per uno dei suoi film, “Bug”. Nel film, infatti, i protagonisti diventano talmente paranoici verso la presenza degli insetti da creare soluzioni irreali per difendersi.

Come ogni malattia della psiche può essere risolta attraverso una terapia specifica. E’ importante, infatti consultare uno specialista, in particolare uno psicologo, che possa accompagnare la persona passo dopo passo in un percorso per arrivare a capire le cause di questa paura e come riuscire a controllarla. Accanto a questa pratica più tradizionale vi sono altre terapie che l’individuo può seguire come la programmazione neuroliguistica per ricostruire il processo mentale attraverso il quale l’individuo arriva a ritenere di essere perseguitato dagli insetti, o la psicologia energetica che cerca di apportare benefici tramite l’agopuntura.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Fobie: A come Acarofobia