Dieta facile del Dottor Migliaccio da 1200 calorie

Elaborata dal Presidente della Società Italiana di Scienze dell'Alimentazione, questa dieta è perfetta per chi mangia spesso fuori

La dieta facile del Dottor Migliaccio è un regime alimentare che prevede l’assunzione di 1200 calorie giornaliere.

Il suo ideatore è il Dottor Pietro Migliaccio, Presidente della Società Italiana di Scienze dell’Alimentazione (S.I.S.A.) ed esperto di gastroenterologia e auxologia. La sua dieta si differenzia da tanti altri schemi alimentari per il fatto di venire incontro a chi, soprattutto per motivi lavorativi, si trova a dover mangiare spesso fuori casa.

Un’altra peculiarità riguarda il fatto che nella dieta facile del Dottor Migliaccio nessun nutriente viene privilegiato rispetto agli altri. Vediamo un esempio di menu. Chi segue questa dieta può cominciare la giornata con un bicchiere di latte scremato (massimo 150 grammi) o con un caffè dolcificato con un cucchiaino di zucchero. A colazione si possono poi mangiare due fette biscottate. Un’altra alternativa prevede la scelta tra 20 grammi di biscotti o 20 grammi di cereali.

Il regime in questione è caratterizzato dalla presenza dello spuntino di metà mattina. Le scelte possibili sono diverse e comprendono uno yogurt magro (non per forza bianco, va bene pure alla frutta), un cappuccino con un singolo cucchiaio di zucchero, un pacchetto di crackers o un frutto di stagione.

Cosa si può invece mangiare a pranzo? In questo caso si possono portare in tavola due uova (il Dottor Migliaccio consiglia di consumarle massimo un paio di volte a settimana), ma anche 80 grammi di tonno sott’olio sgocciolato. Tra le altre scelte è possibile ricordare il prosciutto/cotto, ma anche lo speck o la bresaola (massimo 70 grammi). Si può inoltre optare per arrosto di tacchino o pesce (sia fresco, sia surgelato).

Come contorno si possono invece considerare verdure cotte o crude (senza limiti di quantità). Per quanto riguarda il condimento, va benissimo un cucchiaino di olio extra vergine d’oliva. Ricordiamo che è possibile mangiare pure il pane (massimo 40 grammi). Chi vuole, può sostituirlo con 150 grammi di legumi freschi o patate.

Quando arriva l’ora dello spuntino pomeridiano, si può optare per una delle alternative citate per quello mattutino. Chi ama gli sfizi dolci, può considerare tra le opzioni possibili anche 20 grammi di cioccolata, un ghiacciolo/mini gelato, un tè con un cucchiaino di zucchero e due pasticcini (ovviamente bisogna sceglierne solo una). Per cena si può consumare una pietanza a base di carne, pesce o formaggio accompagnata con verdure crude o cotte (sempre quantità a piacere).

La dieta facile del Dottor Migliaccio prevede anche un dessert dopo l’ultimo pasto della giornata. In questo caso, si può optare per una mousse magra alla frutta o per un bicchiere di latte parzialmente scremato. Tra le altre opzioni, è possibile citare il sorbetto alla frutta o la frutta di stagione.

Concludiamo ricordando che una volta a settimana è possibile sostituire uno dei pasti sopra citati con diversi piatti, tra i quali spiccano la pasta e il riso (massimo 80 grammi). La dieta deve essere iniziata solo dopo aver consultato il proprio medico curante.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Dieta facile del Dottor Migliaccio da 1200 calorie