Dieta dell’amido resistente, perdi peso con la pasta

La dieta dell'amido resistente è il segreto per perdere peso mangiando la pasta e tornare in forma in breve tempo

Si può perdere peso mangiando la pasta? Assolutamente sì, se si segue la dieta dell’amido resistente.

L’amido è una sostanza che si trova in moltissimi alimenti, fra cui la pasta e il pane. Una parte di esso è denominata “resistente”. Ciò significa che non fa ingrassare perché non viene totalmente assimilato dall’organismo. Secondo i nutrizionisti l’amido resistente è il segreto per dimagrire mangiando i carboidrati, perché rallenta la formazione del tessuto adiposo. In più si comporta come le fibre, migliorando il transito intestinale, favorendo l’eliminazione delle tossine in eccesso nell’organismo e ostacolando la formazione dell’adipe sulla pancia e sui glutei.

Infine permette di tenere sotto controllo l’indice glicemico, riducendo questo valore anche negli alimenti con cui viene assunto. La dieta dell’amido resistente dunque non solo permette di dimagrire, ma fa anche bene alla salute. Viene apprezzata perché non è particolarmente rigida ed è l’ideale per i carb lovers.

Dove si trova questa sostanza benefica? Lo troviamo non solo nella pasta e nel pane, ma  anche in diversi cereali, come l’orzo, nei legumi e nei semi. Si trovano in grande quantità pure nei fiocchi d’avena, nei cereali per la colazione, nelle banane e nelle patate.

Per perdere peso in modo efficace gli esperti consigliano di accrescere la dose di amido resistente in ogni piatto con un semplice trucco. Per rendere più dietetica la pasta e il riso vi basterà lasciarla raffreddare (potete sciacquarla sotto l’acqua fredda del rubinetto). In questo modo l’amido diventerà resistente e le calorie si dimezzeranno. Lo stesso discorso vale per tutti gli altri alimenti che contengono questa sostanza: cucinateli, poi mangiateli quando saranno più freddi, in questo modo riuscirete a dimagrire senza rinunciare al gusto.

Come funziona la dieta dell’amido resistente? La giornata inizia con una porzione di fiocchi d’avena o cereali senza zucchero, da gustare insieme ad una tazza di tè verde che riattiva il metabolismo. A pranzo puntate su una porzione di spaghetti integrali con pomodoro fresco e basilico, seguiti da verdure grigliate condite con olio extravergine d’oliva. A cena largo spazio alle proteine vegetali, con i fagioli, serviti con un contorno di broccoli al vapore.

Dieta dell’amido resistente, perdi peso con la pasta