Dansyng, il fitness che ti fa bruciare più calorie cantando

Si chiama Dansyng Fitness e fa perdere molte calorie: ecco la nuova disciplina ideata da Carlo Freddi, presidente e fondatore di Freddy

Foto di Silvia Menini

Silvia Menini

Naturopata e Giornalista

Naturopata in costante formazione, è anche giornalista pubblicista, scrittrice, sommelier ed esperta di marketing.

Ormai lo sanno tutti che praticare una attività fisica faccia bene non solo al corpo ma anche alla mente. L’esercizio permette di aumentare la produzione di serotonina, di catecolamine e di endorfine, tutte sostanze che migliorano il senso di benessere. Il movimento, infatti, permette all’organismo (e anche al cervello) di ricevere più ossigeno grazie all’aumento dell’afflusso del sangue. In più, se al contempo ci si diverte anche… non si hanno più scuse! Senza considerare il fatto che si possono instaurare nuove amicizie e socializzare senza troppa fatica.

Ballare rappresenta un allenamento perfetto per tutti coloro che amano non solo praticare una attività fisica divertente ma che vogliono mantenersi o tornare in forma ed è adatto a tutte le età e a tutti i livelli di preparazione. In più, si adatta perfettamente per essere praticato sia a casa che in palestra togliendo qualsivoglia scusa anche ai più pigri.

Un allenamento completo in quanto coinvolge tutto il corpo e permette anche di consumare un buon numero di calorie. Innanzitutto, l’obiettivo primario con cui è stata inventata questa nuova disciplina è proprio il divertimento, quindi un allenamento aerobico (e di conseguenza cardio circolatorio e polmonare) e permette anche, non da ultimo, di rinforzare i muscoli.

La disciplina dell’anno prende il nome di Dansyng Fitness: dopo la Zumba e la Macumba arrivano dei corsi innovativi che promettono a chiunque ha voglia di restare in forma, o dimagrire in vista dell’estate, di perdere molte calorie. L’idea è nata dal proprietario e fondatore di Freddy, nota marca di abbigliamento sportivo, Carlo Freddi, il quale ha trovato un modo alternativo per allenarsi divertendosi. Andando in una palestra, ciò che si nota è che la maggior parte dei frequentanti indossa delle cuffie, è la musica a spronare il corpo e a dare la carica. Questa è la vera novità del fitness. Non si tratta di una sessione di karaoke, né, tantomeno, di una lezione di fitness coreografico tradizionale, ma un insieme di ciascuna di queste attività che sono rivisitate nei corsi di Dansying.

Non da meno, questa nuova disciplina permette di liberare il corpo, la voce e mantiene in forma in una unica sessione! Ecco in cosa consiste il Dansyng, lanciata in anteprima assoluta in occasione dell’ottava edizione del Rimini Wellness tenutosi dall’8 al 12 maggio 2013. Una novità assoluta tanto da conquistare la dicitura di Fitness 2.0 in quanto rappresenta una nuova interpretazione del fitness, una attività che coinvolge l’individuo a 360 gradi proprio grazie alla combinazione inedita di Dance + Sing da cui deriva il nome: Dansying e che promette un indiscusso divertimento!

Il percorso è suddiviso in 4 livelli ed è stato messo a punto da due guru del fitness: Giulio e Paolo Evangelista insieme a Freddy che, grazie alla musica e a un divertimento molto includente, permettono di mantenersi in forma senza mai annoiarsi. La lezione è strutturata attraverso la proiezione di videografici che creano un ambiente da “concerto” pop, con tanto di luci soffuse, nel quale però l’effetto allenante è molto intenso. Consiste infatti in un lavoro da palestra vero e proprio: l’apparato cardio respiratorio è messo a dura prova e il consumo calorico è alto poiché il corpo deve far fronte alla somma di due diverse richieste fisiologiche ed energetiche: il movimento e il canto.

La storia

Il dancyng, nasce da un’intuizione di Carlo Freddi, Presidente e fondatore dell’omonimo marchio Freddy, che ha avuto mentre era in aereo, direzione Berlino e, guardando un video senza audio si è chiesto come mai non esistesse nessuna lezione di fitness in cui, oltre a seguire i movimenti dell’istruttore, non permettesse anche di cantare. Cantare, infatti, rappresenta una delle massime forme di liberazione e di svago, incarnando leggerezza e ilarità. Da queste riflessioni, rispettando lo spirito “Freddy The Art of Movement”, Carlo Freddi ha avuto l’intuizione di unire il canto al movimento in quella che può essere un’attività da praticare in gruppo, con l’obiettivo di rigenerare corpo e spirito.

Per metterla in pratica, si è affidato all’icona del mondo del Fitness: Paolo Evangelista con cui da sempre Freddy collabora e che ha colto il progetto portando il suo prezioso contributo. La sua esperienza anche nel mondo della psicologia dello sport, ha condotto a studiare musiche, passi e interventi vocali, in modo tale da dare anche una valenza scientifica ai ritmi della respirazione. Presto ha trasformato questa idea in una nuova filosofia del benessere, un’attività olistica movimentata e un divertimento salutare.

Carlo Freddi ha posto una grande attenzione proprio sul fattore sonoro, creando così quello che ad oggi è conosciuto come il Dansyng Fitness. Il nome di questa nuova disciplina deriva proprio dal binomio Dance&Sing, ovvero ballare e cantare. Il concetto di base, infatti, si ricollega direttamente al fatto che i ballerini, oltre che ad eseguire passi di danza aerobica, devono cantare a squarciagola. Non importa se si è intonati o no, quel che basta è trasmettere l’energia, non solo tramite il corpo ma anche con la voce. Cantando, infatti, oltre ad auto-spronarsi, si fanno cadere tutte le barriere che normalmente si hanno o si creano.

I muscoli quindi si muovono sulle note di celebri testi della musica pop e l’animo scarica lo stress e le preoccupazioni cantando in un vero e proprio atto liberatorio finalizzato al benessere. È quindi facile ritrovarsi, senza nemmeno accorgersene, a battere mani e piedi, lasciando finalmente cadere tutte quelle barriere e limitazioni che spesso ci si impone. Un’opportunità per socializzare attraverso una nuova filosofia di fitness.

In cosa consiste il Dancyng

Il connubio proposto da Dansyng Fitness è dunque un modo per restare in forma non solo fisicamente ma anche mentalmente. I corsi possono essere paragonati a grandi linee a quelli di Zumba, ma presentano un elemento in più: un maxi schermo sul quale vengono proiettati i testi da cantare. L’atmosfera che si crea può a prima vista creare un certo imbarazzo, ma buttando giù tutti i limiti che la mente ci impone, ciò che resta è la sensazione di benessere creata da una lezione di fitness. Il divertimento è pari a quello che si prova quando si assiste a un concerto.

Non si dovrà far altro che seguire l’istruttore che mostra le concatenazioni dei passi, e ripetere le sequenze a ritmo di musica. Mentre si balla si dovrà anche cantare, leggendo le parole sullo schermo, se non le si conosce, proprio come succede al karaoke. Il clima della lezione è così allegro e coinvolgente che non ci sarà spazio per l’imbarazzo, tanto che ben presto, abbinare canto e movimento, diventa del tutto naturale.

I percorsi di allenamento sono vari e di differenti livelli di difficoltà in modo da adeguarsi alla preparazione di ciascuna persona. La lezione base dura 50 minuti e si inizia con il riscaldamento attraverso una sessione di stretching; quindi, si inizia a muoversi a ritmo, ballando e cantando i ritornelli dei brani più famosi a ritmo sempre più elevato, per poi concludere con il defaticamento e lo stretching. Nei livelli più intensi, invece, si cantano canzoni intere, interpretandole sia con il corpo che con la voce. Man mano si prende confidenza e si diventa più bravi e allenati, si imparano coreografie più difficili e si iniziare vere e proprie competizioni di gruppo, proprio come in una gara musicale.

Il marchio ha creato anche una linea ufficiale di capi che i corsisti possono indossare. Infine, per dare maggiore sostegno, è stata ideata anche una scuola, la Dansyng Coach Academy, volta a formare chiunque voglia portare questa disciplina nel proprio centro fitness. Differentemente da quello che si può pensare, resta comunque uno sport economico che necessita solo di un proiettore, di buona musica e di tanta voglia di divertirsi.

Perché la Dancying fa bene

Dopo aver praticato la Dancyng si può riscontrare uno stato di benessere psicofisico determinato dal movimento ma anche dalla “performance” vocale che costringono il diaframma a un lavoro intenso tanto che, al termine della lezione, si percepisce una piacevole sensazione di rilassamento.

Se i dubbi riguardano l’introduzione del canto, è bene sapere che il gruppo del Behavioral health hospital (Greensboro) dell’Associazione americana degli infermieri specialistici (Apna) ha condotto uno studio su quanto e come il canto guidato aiuti i pazienti psichiatrici a tenere a bada gli stati d’ansia. I risultati hanno rivelato come il livello di ansia si è ridotto sensibilmente e che la partecipazione ai gruppi è aumentata del 24 per cento. Ma non è tutto: gli scienziati della Ghent University (Belgio) hanno sottoposto 63 volontari a sessioni di intensa attività fisica, chiedendo dapprima di eseguire gli esercizi ascoltando passivamente della musica, poi producendo una risposta sonora a ogni movimento.
il risultato riscontrato è stato univoco e ha portato a vedere come gli esercizi svolti erano percepiti come meno faticosi.
Un altro studio pubblicato su Frontiers evidenzia invece come il cantare porterebbe effetti benefici sull’attività del cuore. Nella ricerca condotta, gli scienziati si sono occupati di studiare come il canto, che può essere considerata una vera e propria forma di respirazione guidata, e hanno capito come questa coinvolga la variabilità del battito cardiaco (Hrv) e l’aritmia respiratoria sinusale (Rsa), una variazione naturale del battito che avviene durante un ciclo di respirazione. Proprio dalla coniugazione di questi fattori, oltre a innestare biologicamente un effetto calmante, permette di sostenere le funzioni dell’apparato cardiovascolare. I risultati dello studio hanno quindi evidenziato la connessione tra tipo di canzoni, respirazione e battito cardiaco. Ecco quindi dimostrato che l’attività di cantare, soprattutto in coro, sia in grado di produrre una respirazione profonda e regolare, oltre a stimolare l’attività del nervo vago, che regola funzioni quali umore, sonno, appetito, motivazione.

Il canto, oltre al ballo, è quindi l’ingrediente segreto del Dansyng. Una corretta respirazione deve essere effettuata utilizzando tutto il polmone e non solo la parte alta, come spesso succede, riducendo i benefici che si possono invece avere con una respirazione completa. Il diaframma è un muscolo definito impari, cupoliforme e laminare che separa la cavità toracica da quella addominale. Rappresenta il muscolo respiratorio più importate e la sua contrazione ha l’effetto di abbassare la cupola diaframmatica, determinando l’espansione della cavità toracica e dei polmoni in modo da richiamare l’aria nelle vie aeree durante l’inspirazione. È proprio il diaframma ad essere spesso considerato come la connessione tra la sfera fisica e quella emozionale e, proprio per questo motivo, il Dansyng permette di instaurare un link tra il respiro e le emozioni ottenendo così diversi benefici psico-fisici con un effetto antistress, un forte dispendio energetico con conseguente perdita di peso e un allenamento cardiovascolare e respiratorio.

Tutti i motivi per cui ballare fa bene al fisico e alla mente

Così come tutte le attività aerobiche, anche il ballare offre molti benefici per il cuore. Permette infatti di aumentare il fiato e tonifica anche tutta la struttura muscolare.

Variare il ritmo ma anche l’alternanza di fasi ad alta e bassa intensità, permettono di bruciare velocemente le calorie e i depositi di grasso. Basti pensare che in un’ora di attività si può arrivare a bruciare dalle 200 alle 500 calorie, ovviamente in base all’organismo e all’intensità dell’allenamento.

Ecco quindi come sia facile intuire che questa nuova disciplina sia particolarmente favorevole a coloro che vogliono perdere peso in quanto permette di accelerare il metabolismo. Aiuta a snellire le zone critiche come i fianchi, le culottes de cheval, i glutei, la pancia e l’addome.

Questo grazie alla combinazione di diversi esercizi che mischiano passi di danza di diverse tipologie a esercizi di fitness e questo permette al corpo di scolpirsi nei punti di maggior interesse, definendo i muscoli e rendendo l’aspetto complessivo maggiormente tonico.

A livello di salute permette anche di tenere a bada la pressione del sangue e di irrobustire le ossa.

Ne trarrà giovamento anche chi soffre di problemi di postura in quanto permette di raddrizzare la schiena e rendere maggiormente flessibili.

Questa tipologia di fitness permette anche di alleviare lo stress quotidiano e scaricare le tensioni accumulate. Ballare richiede infatti concentrazione e non lascia spazio a pensieri e preoccupazioni. È facile quindi comprendere come la danza di per se stessa sia considerata una vera e propria terapia che porta beneficio anche mentale e ne favorisce il rilassamento. Anche l’umore ne trae giovamento in quanto ballare a suon di musica, soprattutto se in compagnia, aiuta a socializzare, diverte e coinvolge anche emotivamente.

Quando scegliere il Dansying come attività sportiva

Tra le molteplici attività che vengono proposte nelle palestre, il Dancying è l’ideale per tutti coloro che:

  • Amano divertirsi mentre si allenano
  • Non hanno paura di sfogare il proprio stress a suon di musica e di canti
  • Cercano una attività divertente, facile e da fare dove si vuole. Non viene infatti richiesta alcuna attrezzatura particolare se non tanta volontà ed energia.

Le varianti del dancyng

Come in tutte le discipline, anche il dancyng, dopo il primo successo iniziale, ha sviluppato nuove versioni, in modo da dare l’opportunità di sperimentare e scegliere la modalità che più si predilige.

La prima variante è il Just dansyng pump, ed è un workout in cui i principi del training base si applicano ai corsi di potenziamento muscolare con i bilancieri (il pump, appunto). Anche se sembrerebbero due modalità diverse di approcciarsi al fitness, uno danzereccio e dinamico, l’altro statico e finalizzato a scolpire il corpo in modo mirato, invece, stando ferme e ripetendo gli esercizi, risulterà ancora più facile cantare. E la ritmica immissione ed emissione dell’aria dai polmoni, richiesta dal canto, impedirà di rimanere in apnea durante lo sforzo, rendendo più fluidi ed efficaci i movimenti.

Altre varianti sono previste: il Dansyng boxe e Dansyng’n tone (dedicati alle amanti del combat e del potenziamento muscolare), di Dansyng walking e Dansyng latino (a base di camminata sul tapis roulant e di coreografie su ritmi latinoamericani), di Dansyng step e Dansyng aerobica (che rivisitano due workout cult, aggiungendo il canto).