Centrifugati: un pieno di vitamine per disintossicarsi

Un toccasana per il nostro organismo: verdura e frutta privati della parte fibrosa, sono assimilabili subito

I centrifugati sono diversi dai frullati e dai frappè e per prepararli occorre avere un’ottima centrifuga, che esiste in diverse versioni: con spremitura a freddo, con diverse velocità e diverse dimensione dei fori di uscita. Ovviamente anche i prezzi diversi.

La centrifuga permette di separare il succo dalla polpa e dalla buccia di frutta e verdura, rendendo possibile un’infinita gamma di cocktail di frutta e ortaggi: i centrifugati.

Dall’azione disintossicante, questi concentrati di vitamine sono particolarmente benefici per la salute, soprattutto nella stagione calda ma in generale tutto l’anno, depurano il nostro organismo e apportano una sferzata di energia e vitalità.

I succhi di verdure e frutta contengono elementi nutritivi preziosi, che spesso scarseggiano nella nostra dieta di tutti i giorni. Sono inoltre ricchi di  sostanze anti-ossidanti (betacarotene, zinco, vitamina C e altri) in forma immediatamente utilizzabile dal nostro organismo, perché senza fibre che ne rallentano l’assorbimento. Fornendo questo toccasana alle nostre cellule, è possibile rinforzare il nostro sistema immunitario, accelerando i processi di guarigione fisiologica e attivando un processo di prevenzione naturale contro molte malattie.

Via libera alla fantasia e soprattutto alle ricette che mescolano verdure “verdi” come cetrioli, cavoli, sedano, limone e aloe vera o le verdure rosse come pomodori e barbabietola miscelate alla frutta che va dall’ananas, all’uva, alla mela, al ribes e fragola, al kiwi fino ai nutrimenti ricchi di antiossidanti, come le bacche di Goji o i semi di Chia.

Per potenziare l’effetto curativo dei centrifugati è molto importante consumarli appena pronti, in modo tale che le verdure e la frutta conservino le loro proprietà intatte, e berli possibilmente a digiuno.

Fonte: DiLei

Centrifugati: un pieno di vitamine per disintossicarsi