Sanremo 2022, come è andata la seconda serata

Sanremo 2022, come è andata la seconda serata: le classifiche, le canzoni e i momenti più belli

Se la prima serata del Festival di Sanremo ha riservato grandi emozioni, il secondo appuntamento non è stato da meno: Amadeus ha voluto ricordare Monica Vitti, aprendo la puntata con un lunghissimo applauso a lei dedicato.

Poi c’è stato il toccante monologo di Lorena Cesarini, che dal palco dell’Ariston ci ha regalato una grande lezione, con tutta la sua semplicità e le sue fragilità ci ha voluto mettere davanti a degli interrogativi, quelli sulla paura del “diverso”.

E ovviamente la grande protagonista è stata la musica: dalla travolgente esibizione di Ditonellapiaga con Donatella Rettore con la loro Chimica hanno fatto scatenare la platea dell’Ariston, a Elisa, che ci ha trasportati nel suo mondo fatato.

Scopri cosa ti sei perso della seconda serata.

Le canzoni di ieri sera

Ad aprire la seconda serata del Festival della canzone italiana è stato Sangiovanni, che ha portato tutta la freschezza della sua età con il suo brano Farfalle. Emozione palpabile per Giovanni Truppi, ma anche per Laura Pausini, che ha travolto l’Ariston con la sua voce strepitosa. Insieme a Mika e Cattelan, che l’hanno raggiunta sul palco, ha annunciato la conduzione dell’Eurovision Song Contest, confermando ciò che in realtà era già noto al pubblico.

A distanza di dieci anni dalla sua ultima esibizione, Emma è tornata a Sanremo: ha voluto al suo fianco Francesca Michielin, che ha diretto l’orchestra. Impossibile non commuoversi insieme a loro. Se da un lato Iva Zanicchi, che al Festival ormai si sente un po’ a casa dopo le sue dieci partecipazioni, ci ha regalato momenti di grande simpatia, dall’altro Ditonellapiaga e Donatella Rettore hanno letteralmente fatto scatenare il pubblico dell’Ariston: la loro Chimica siamo certi che sarà un tormentone che difficilmente dimenticheremo.

Meravigliosa Elisa con O forse sei tu, tra le più attese di questa edizione: dopo 21 anni di assenza dal Festival non ha deluso le aspettative, regalandoci un brano che ha già scalato la classifica.

Classifica e risultati

La seconda serata del Festival di Sanremo ha visto esibirsi i 13 cantanti rimasti, che hanno visto trionfare Elisa, seguita da Emma e da Ditonellapiaga con Donatella Rettore.

  1. Elisa – O Forse Sei Tu
  2. Emma – Ogni Volta è Così
  3. Ditonellapiaga con Donatella Rettore – Chimica
  4. Irama – Ovunque Sarai
  5. Fabrizio Moro – Sei Tu
  6. Giovanni Truppi – Tuo Padre Mia Madre Lucia
  7. Sangiovanni – Farfalle
  8. Matteo Romano – da Sanremo Giovani – Virale
  9. Highsnob e Hu – Abbi Cura Di Te
  10. Iva Zanicchi – Voglio Amarti
  11. Aka7even – Perfetta Così
  12. Le Vibrazioni – Tantissimo
  13. Tananai – da Sanremo Giovani – Sesso Occasionale

La classifica della serata è stata poi integrata a quella del primo appuntamento. Ecco la classifica completa dopo le prime due votazioni:

  1. Elisa – O Forse Sei Tu
  2. Mahmood e Blanco – Brividi
  3. La Rappresentante Di Lista – Ciao Ciao
  4. Dargen D’Amico – Dove si balla
  5. Gianni Morandi – Apri tutte le porte
  6. Emma – Ogni volta è così
  7. Ditonellapiaga e Rettore – Chimica
  8. Massimo Ranieri – Lettera di là del mare
  9. Irama – Ovunque sarai
  10. Fabrizio Moro – Sei tu
  11. Giovanni Truppi – Tuo padre, mia madre, Lucia
  12. Noemi – Ti amo non lo so dire
  13. Sangiovanni – Farfalle
  14. Michele Bravi – Inverno dei fiori
  15. Rkomi – Insuperabile
  16. Achille Lauro – Domenica
  17. Matteo Romano – Virale
  18. Highnob e Hu – Abbi cura di te
  19. Giusy Ferreri – Miele
  20. Iva Zanicchi – Voglio amarti
  21. Aka 7even – Perfetta così 
  22. Le Vibrazioni – Tantissimo
  23. Yuman – Ora e qui
  24. Tananai – Sesso occasionale
  25. Ana Mena – Duecentomila volte

I commenti sulla serata

Sappiamo bene che il Festival di Sanremo non è solo musica: grande protagonista della serata è stato infatti Checco Zalone, che non ha certo messo da parte la sua tagliente ironia.

Effettivamente il comico pugliese non le ha mandate a dire, portando sul palco una rilettura della favola di Cenerentola in chiave lgbtq; poi ha vestito i panni di un trapper un poco più in là negli anni con un nome che è tutto un programma (Ràgadi). E infine ha portato il dottor Oronzo Carrisi, virolgo e cugino di Al Bano.

Amadeus del resto aveva avvisato: “È arrivato il momento del comico più irriverente. Non so cosa dirà e farà Checco Zalone. Potrebbe essere la mia ultima serata”.