Colpo di calore: sintomi e come prevenirli

Rischioso soprattutto per bambini e anziani, il colpo di calore può essere evitato con alcuni consigli preventivi riguardanti abbigliamento e non solo

Il colpo di calore è l’insieme di conseguenze fisiche derivanti da un eccessivo aumento della temperatura corporea (oltre i 38 – 39°C).

La sintomatologia può essere diversa a seconda dell’entità dell’incremento e delle condizioni della persona. Come ricordato dagli esperti di Humanitas, non appena si notano i segnali è necessario intervenire in maniera tempestiva.

Quali sono questi sintomi? Tra i principali è il caso di ricordare l’astenia, ossia una generale sensazione di spossatezza. Da non trascurare assolutamente è anche la sensazione di nausea o di vomito.

Causato anche dall’attività sportiva esercitata all’aria aperta con clima caldo – umido, il colpo di calore si manifesta pure con l’insorgenza di vertigini.

Nei casi più seri, si può avere a che fare anche con l’aumento della frequenza cardiaca e con episodi di pressione bassa.

I soggetti più a rischio sono i bambini e gli anziani. Il motivo è legato al loro sistema di regolazione della temperatura corporea, non ancora così efficiente e non più in grado di reagire al grande caldo.

Per evitare il problema del colpo di sole, è utile passare in rassegna alcuni consigli preventivi. Prima di tutto, bisognerebbe evitare di esporsi al sole nelle ore centrali della giornata, ossia le più calde (questo vale soprattutto se all’alta temperatura è associato un elevato tasso di umidità).

Opportuno è anche evitare di vestirsi troppo e di indossare abiti scuri. Fondamentale è bere molto e non dimenticare che certi farmaci, come per esempio i diuretici, alterano i meccanismi che permettono al nostro corpo di mantenersi idratato.

Proseguendo con i consigli per prevenire il colpo di calore, è da ricordare il fatto di non rimanere mai in un’auto parcheggiata sotto il sole, soprattutto se ci si trova in compagnia di bambini o di over 65.

Anche l’alimentazione gioca un ruolo nella prevenzione del colpo di calore; la carenza di potassio può per esempio accentuare la sintomatologia nei soggetti particolarmente sensibili ai repentini rialzi della temperatura corporea nelle giornate estive.

Per quanto riguarda invece le manovre di prima assistenza, si ricorda l’importanza, una volta chiarita la natura dei sintomi, di spostare all’ombra la persona vittima di colpo di calore e di liberarla da eventuali capi di abbigliamento scuri o pesanti.

Al fine di favorire l’abbassamento della temperatura dell’organismo, è molto utile vaporizzare acqua fresca sul corpo della persona in questione e attendere l’arrivo dei soccorsi medici.

Colpo di calore: sintomi e come prevenirli