Dieta, le migliori della settimana dal 13 al 19 luglio

Tra acque aromatizzate e frutti tipici della bella stagione, i consigli per tornare in forma con gusto non mancano

L’estate, complice il relax, è un momento perfetto per prendersi cura della propria alimentazione. Di alternative utili ce ne sono diverse e tra queste è possibile citare la dieta Engine 2. Elaborata dal triatleta Rip Esselstyn, è un regime alimentare a base vegetale e a basso contenuto di grassi.

Le sue caratteristiche sono state più volte al centro dell’attenzione scientifica. Degna di nota a tal proposito è una revisione pubblicata nel 2016 e condotta da diverse equipe tra USA e Taiwan. Gli esperti in questione, esaminando i dati di 1151 persone, hanno concluso che, a un follow up di 18 settimane, le diete vegetariane sono più vantaggiose per quanto riguarda il calo ponderale.

Quando si punta a perdere peso, un aspetto importante da considerare è senza dubbio il miglioramento del metabolismo. Esistono diversi cibi che aiutano ad accelerarlo. Tra questi è possibile citare le fonti di proteine, che aumentano la cosiddetta termogenesi postprandiale, ossia il dispendio energetico richiesto per la digestione. A confermare tutto questo ci ha pensato uno studio scientifico del 2014, condotto da esperti attivit presso la Yale University School of Medicine e l’Università Medica di Innsbruck.

Mangiare in maniera consapevole significa anche fare attenzione a eventuali disturbi di cui si soffre e alla conseguente necessità di gestire l’alimentazione in maniera mirata. In questi frangenti, è naturale chiamare in causa la sindrome dell’intestino irritabile e la necessità di diminuire l’apporto di fibre.

Regime alimentare da seguire per un lasso di tempo contenuto, può prevedere come colazione le uova strapazzate, mentre per pranzo si può portare in tavola un’isalata di tonno. A cena, invece, si può optare per una fetta di salmone alla griglia accompagnato da purè di patate.

Un altro aspetto da considerare quando si punta a migliorare la propria alimentazione riguarda l’attenzione all’età. Cosa mangiare quando si superano i 65 anni? Interessante a tal proposito sono i consigli della Società Italiana di Gerontologia e Geriatria. 

Tra le dritte in questione è possibile citare il fatto di consumare, almeno una volta al giorno, una porzione di latte, carne o pesce. Se possibile, è opportuno sostituire le proteine animali con quelle vegetali.

Da non dimenticare è anche il fatto di utilizzare l’olio crudo e di consumare, se posssibile, latte e yogurt parzialmente scremati. Ricordiamo altresì l’importanza di bere un paio di bicchieri d’acqua al mattino a digiuno.

Durante i mesi estivi, è molto importante ottimizzare la detossificazione. Utilissimo a tal proposito è l’apporto idrico. Da diversi anni a questa parte, vanno tanto le Detox Water. Cosa sono? Acque aromatizzate con frutta e verdura a piacere, da lasciare in infusione per una notte.

Da preparare scegliendo ingredienti biologici e di stagione, hanno benefici molto interessanti oltre all’idratazione. Qualche esempio? La menta piperita e la sua capacità di favorire il contrasto dei gas intestinali e di sgonfiare la pancia (efficacia dimostrata da una revisione sistematica condotta da un’equipe attiva presso la University of California San Diego).

Non c’è che dire: i consigli per prendersi cura della qualità della propria alimentazione in estate senza rinunciare al gusto non mancano! Tra le dritte in questione è possibile citare il fatto di dare spazio al melone. Ricco d’acqua e per questo alleato prezioso dell’idratazione, come evidenziato dagli esperti di Humanitas ha il vantaggio di essere caratterizzato dalla presenza di numerosi antiossidanti, dalla vitamina A alla vitamina C.

Concludiamo rammentando che le indicazioni specificate in queste righe dovrebbero essere concretizzate solo dopo aver consultato il proprio medico di fiducia.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Dieta, le migliori della settimana dal 13 al 19 luglio