Come capire se piaci a un ragazzo timido: i segnali

I segnali per capire se piaci a un ragazzo timido che non dimostra troppo i suoi sentimenti e le sue intenzioni

Foto di Elisa Cappelli

Elisa Cappelli

Pilates Trainer, Insegnante Tai Chi e Yoga Taoista, Movimentoterapista

Laurea in Filosofia e Master in Giornalismo Internazionale LUISS. Trainer certificata CONI e FIF (Mat base e avanzato). Studia Anatomy in Motion (Gary Ward) e Qi gong.

Le caratteristiche di un ragazzo timido

Per riconoscere un ragazzo timido devi guardare i dettagli e ricordare sempre che ci sono tanti modi di esternare le emozioni. La tendenza all’introversione porta a non manifestare affetto attraverso effusioni, specie in pubblico, o parole affettuose e molto esplicite. Un ragazzo timido potrebbe sembrarti impacciato, pieno di pudore ed eccessivo nella sua ritrosia. Non bisogna confondere la timidezza con la mancanza di autostima.

Un ragazzo molto timido forse fa fatica ad avviare i discorsi e non attacca bottone facilmente; questo non significa che non sia interessato. Di solito arrossisce e non prende mai la parola per primo. Parla di se stesso in maniera minima e non condivide troppo il suo passato o le sue aspirazioni. Tende molto probabilmente a “vivere dentro” piuttosto che fuori: questo significa che la sua attenzione si rivolge verso le sue emozioni e i suoi movimenti interni.

Un ragazzo timido tende a minimizzare le esternazioni e anche se prova qualcosa ha bisogno del tempo fisiologico per “digerirlo”. Immagina proprio che si tratti di una sorta di “metabolismo emozionale”; ci sono persone che smaltiscono tutto in fretta e furia e altre che hanno bisogno di un tempo importante per metabolizzare e lavorare internamente in merito a quel che provano. Non ama stare sotto i riflettori e magari a volte si mette proprio in disparte.

Selettivo, silenzioso e speciale

Chi vive bene la propria timidezza sceglie con cura le persone cui dare confidenza e non ha troppi amici, ma quelli che ha sono molto importanti per lui. In questo senso avere a che fare con chi ha caratteristiche introverse potrebbe portarti a fare una buona selezione e potrebbe insegnarti a stare in contatto con le tue emozioni. Potrebbe sembrarti difficile da smuovere o stimolare, ma si tratta solo di tempi e ritmi personali. Cerca di rispettarli e ricorda che ognuno ha il suo modo di vivere il tempo interno.

Potrebbe non dedicare troppo tempo alla cura estetica; non significa che voglia trascurarsi ma semplicemente conferisce a questo aspetto lo spazio e il tempo che secondo lui merita. Potrebbe amare la natura e i luoghi silenziosi; il silenzio rappresenta infatti un grande alleato per coloro che amano entrare dentro e stare con se stessi/e.

I segnali che piaci a un ragazzo timido

Un ragazzo timido potrebbe essere difficile da “leggere”, ovvero potresti fare fatica a individuare segnali che possono confermarti quanto gli piaci; ci sono allora delle cose che puoi fare o dei segni che puoi imparare a leggere per capire se gli piaci davvero e quanto:

Ti guarda quando sei distratta

Raramente un ragazzo timido ti fissa o ti guarda con insistenza. Accade spesso che, quando sei distratta o guardi altrove, ti ritrovi i suoi occhi che fugaci si dirigono altrove per non mostrarti come ti osserva. Fai anche dei piccoli esperimenti, senza mancargli di rispetto. Nota in che modo ritrovi i suoi occhi quando, dopo averli distolti, li riporti su di lui di colpo.

Non gli dispiace il tuo tocco

Altro piccolo esperimento che puoi fare: toccarlo, anche su un braccio o su una spalla, in modo molto, molto delicato. Osserva se lui “cede” al tuo tocco, se lo accoglie, se lo ripete. Le prime volte potrebbe reagire con imbarazzo ma ricorda che il corpo parla e a volte molto meglio delle parole. Se lo tocchi e noti che lui protende immediatamente verso di te, potrebbe davvero significare che ci tiene.

Ti fa conoscere cosa ama

Un ragazzo timido ci tiene a farti entrare nel suo mondo: magari ti porta nel suo negozio di fumetti preferito o in un posto dove gli piace fare colazione. Ti rende partecipe di cosa ama e piano piano si apre, gradualmente. Sii curiosa verso quello che ti dice e apprezza le aperture, anche quelle minime.

Si avvicina in modo creativo

Potrebbe avvicinarsi dicendo di fare quella cosa insieme, consegnare un progetto se studiate insieme o approfondire qualcosa. Potrebbe avvicinarsi facendoti un favore dopo aver intuito che potresti aver bisogno di qualcosa cui lui riesce a provvedere. Potrebbe farti una sorpresa e proporti qualcosa sottovoce, senza imporsi. Sii attenta a cogliere i segnali.

Ti porta in luoghi che ama

Forse non ti porta a casa sua o non ti fa conoscere i suoi amici, ma magari ti porta nel parco dove si trova l’albero che ama o dove va a leggere di solito. Un ragazzo introverso ha tutto un suo mondo interno e spesso i luoghi in cui va di frequente sono i luoghi che lo fanno sentire bene o che per lui sono legati a stati d’animo positivi. Osserva se e come ti fa conoscere luoghi che ama.

Ti ascolta

Ed ecco infine un segnale inequivocabile e che ti fa anche capire quante risorse possa nascondere una persona timida: l’ascolto. Una persona timida cui piaci cerca di mettersi a tua disposizione e accoglie i racconti, gli aneddoti, le cose che ti accadono e le cose che senti. Magari parla poco ma sa fare spazio anche ai tuoi sentimenti e ai tuoi modi di raccontare le esperienze che vivi e le cose che ti colpiscono. Il bello di avere a che fare con una persona timida lo capisci quando ti accorgi che non ti trovi ad avere a che fare con qualcuno che deve sempre mettersi in mostra, in un modo o nell’altro. Non occupando troppo spazio per se stesso e di fronte agli altri, sa farlo per te, come meriti.

Si ricorda quel che gli dici

I timidi di solito, come abbiamo detto, sono grandi ascoltatori e potrebbe darsi che un ragazzo timido ti sorprenda andando a ricordarsi quasi tutto quello che gli racconti. Attenzione, cura e dedizione sono i suoi punti forti e sono anche delle caratteristiche ottime per iniziare una relazione.