Ecco perché raccontiamo agli sconosciuti più di quanto dovremmo

I segreti degli sconosciuti sono spesso molto particolari e unici nel loro genere. Le avventure delle persone che non si conosce, sembrano essere usciti da un film

Raccontare i propri segreti agli sconosciuti è una pratica normale al giorno di oggi, tanto da essere studiata dai più grandi psicologi del globo. Il motivo di una tale cosa non risiede soltanto nella confidenza che le persone tendono ad acquisire subito con la gente simpatica, ma anche in altre caratteristiche di un incontro. La prima delle stesse è la falsa percezione dell’intimità. Parlando con uno sconosciuto saremo certi di non incontrarlo mai più in vita nostra e non dover rispondere a delle difficili domande. Per questo spesso le persone comprendono la rivelazione dei segreti agli sconosciuti come qualcosa di assolutamente intimo, senza possibilità che il segreto venga reso pubblico.

Non conoscendo la persona a cui si rivelano i segreti, si tende a far uscire dalla psiche anche i sassolini nella scarpa più nascosti e oscuri. Uno sconosciuto non giudicherà; egli potrebbe soltanto provare compassione e dare dei piccoli suggerimenti su come muoversi in futuro. Per alcuni, parlare dei propri segreti agli sconosciuti può sembrare persino più efficace dell’intraprendere una lunga terapia con uno specialista psicologo. Inoltre è gratis. Altri soggetti tendono a rivelare i propri segreti per conoscere meglio la persona di fronte.

S’inizia così un breve dialogo, in cui entrambe le parti rivelano dei dettagli sulla propria vita senza alcuna privacy, sentendosi in contempo meglio. Questo può essere un buon modo sia per dare dei suggerimenti sulla vita altrui, che per riceverne e risolvere i problemi della vita. Come mostra la psicologia, i più grandi condivisori dei segreti sono proprio le persone più chiuse, quelle che invece non vogliono rivelare niente ai propri parenti o amici. Il tutto è per paura di eventuali pregiudizi, ma anche per non provocare dei violenti litigi con le persone che si conoscono e che non si vogliono perdere.

Inoltre, tutto ciò rende le persone più confortevoli. Parlando dei problemi, si sentiranno nella propria zona di relax, del conforto, dove saranno più libere. Ma non solo: i più grandi rivelatori dei segreti agli sconosciuti potrebbero parlare per ottenere della simpatia, oppure per sentirsi dire che la propria vita è molto tragica e triste, e avere quindi del conforto. Infine, l’ultimo motivo per cui le persone tendono a rivelare i propri segreti agli sconosciuti consiste in alcune cause psicologiche. I bravi manipolatori della psiche possono tirare fuori un segreto da una persona senza troppi sforzi.

Ecco perché raccontiamo agli sconosciuti più di quanto dovremmo