Perché sentirsi dire “Mi piaci, ma non abbastanza” è un segnale forte e chiaro

Tu meriti di più e nessun uomo dovrebbe mai farti dimenticare quanto vali

“La verità è che non gli piaci abbastanza” si è sentita dire più volte Gigi Philips, protagonista dell’omonima pellicola sui sentimenti e sulle relazioni che, nonostante tutto, ci ha regalato un lieto fine. Sì perché lei, innamorata dell’amore, troppe volte ha chiuso gli occhi per non vedere. E diciamolo, siamo state tutte Gigi almeno una volta nella vita.

Tendiamo a giustificare i comportamenti sfuggenti e indecifrabili di alcuni uomini, nascondendoci dietro la scusa di caratteri complicati e passati turbolenti. Ma davvero possiamo accettare di stare con un uomo che ci dice “mi piaci, ma non abbastanza“?.

Certo, nella vita non è tutto bianco o nero e sin da bambine ci hanno insegnato che imparare a cogliere le sfumature è fondamentale per la nostra sopravvivenza, ma questo concetto è davvero applicabile all’amore? No, decisamente no.

È per questo che dovremmo dire agli uomini che frequentiamo di prendere una decisione o, meglio, dovremmo farlo noi al posto loro. Perché le insicurezze e le cose complicate a un certo punto della vita non dovrebbero più riguardarci, perché semplicemente noi meritiamo di più.

Un amore folle e incondizionato che nasce dal cuore di un uomo che ci corteggia fino a conquistarci e che non smette di farlo subito dopo la prima notte trascorsa insieme. Un uomo che resti all’ascolto dei nostri respiri e che non si stanchi mai di ridere alle nostre battute, di darci un consiglio e di parlare con noi dal tramonto all’alba.

E come può, un uomo che ha dei dubiti su di noi, prendersi cura del cuore e della nostra anima?

La verità è che noi ci caschiamo, non sempre, ma spesso lo facciamo perché siamo delle inguaribili romantiche e davanti al distacco o a comportamenti opinabili di lui ci raccontiamo che è semplicemente una persona complicata, magari con qualche trauma alle spalle.

E se non ce lo dicono direttamente, che i nostri sentimenti non sono corrisposti, ecco che arrivano le scuse del tipo “ho bisogno del mio spazio” o “andiamoci piano che ho sofferto molto” e noi ci racconteremo delle bugie per vedere l’epilogo di quel rapporto, che nella maggior parte dei casi avrà solo un finale, spesso anche disastroso.

Ed è in quel momento allora che interverranno le amiche, quelle più vere e sincere che ci diranno che la verità è che non gli piacciamo abbastanza. E forse dovremmo credere alle loro parole fin da subito. 

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Perché sentirsi dire “Mi piaci, ma non abbastanza” è un segn...