Sindrome del piatto vuoto, cos’è e perché fa ingrassare

Scopriamo cos'è la temibile sindrome del piatto vuoto e perché rischia di farti ingrassare durante le feste (e non solo)

Il peggiore nemico della dieta? La sindrome del piatto vuoto, un problema che, soprattutto durante le feste, causa un decisivo aumento di peso.

Di cosa si tratta? Tutti abbiamo sperimentato gli effetti della sindrome del piatto vuoto quando scegliamo di mangiare l’ultimo pasticcino sul vassoio, di gustare quella fetta di pizza margherita anche se siamo pieni o di concederci una fetta di torta dopo un pasto abbondante per “non buttarla” o perché “è peccato”. Si tratta in sostanza di un meccanismo mentale che ci spinge a mangiare qualcosa solamente perché è rimasto sul piatto.

Il problema, svelano gli studiosi, è che accade soprattutto per i cibi ricchi di grasso, zuccheri e calorie. Uno studio svolto negli Stati Uniti ha dimostrato che sono proprio queste “porzioni extra” a causare un aumento di peso. In particolare la ricerca è stata compiuta dalla Hofstra University, guidata dalla studiosa Veronika Ilyuk e pubblicata sulla rivista Appetite (la versione completa sarà svelata nel febbraio 2019).

I ricercatori hanno realizzato una serie di esperimenti per scoprire qualcosa di più sulla sindrome del piatto vuoto. Il risultato? Una porzione di cibo singola lasciata su un piatto, esercita una forma di attrazione maggiore rispetto ad altri alimenti, come pizza, biscotti o cioccolato. Le persone infatti sono portate a credere che l’ultimo boccone non faccia male e non aggiunga altre calorie, ma in realtà è dannoso per la dieta.

Mangiando un’altra porzione si rischia di ingrassare ancora di più e molto velocemente. La sindrome, denominata clean-the-plate, ossia pulisci il piatto, è caratterizzata dalla voglia irresistibile di finire tutto ciò che c’è a tavola, raccontandosi delle bugie. Ovviamente gli alimenti che sono consumati di più hanno un alto tasso di zuccheri, sale e grassi.

Come difendersi? Gli studiosi che hanno partecipato alla ricerca hanno rivelato alcune strategie vincenti per non ingrassare a causa della sindrome del piatto vuoto. “Una strategia è mangiare cibi con meno grassi, zuccheri aggiunti e sale – ha spiegato Lona Sandon, dello University of Texas Southwestern Medical Center -. Raramente si sente dire qualcuno che ha voglia di mangiare una porzione extra di broccoli ma è pieno. Lo farà con la torta al cioccolato”.

“Ci vuole tempo – ha aggiunto Connie Diekman, della Washington University – per sentirsi sazi e chi mangia veloce perde questa sensazione”.

Sindrome del piatto vuoto, cos’è e perché fa ingrassare