Sali da bagno: a cosa servono e come usarli

I sali da bagno sono sali colorati e profumati da aggiungere alla vasca o al pediluvio per la loro azione rilassante e non solo

Tatiana Maselli Erborista e Editor specializzata in Salute&Benessere Laureata in Scienze e Tecnologie Erboristiche, ambientalista e appassionata di alimentazione sana, cosmesi naturale e oli essenziali, scrive per il web dal 2013.

A cosa servono

I sali da bagno sono un prodotto cosmetico ottenuto con sale, coloranti e profumi. Si tratta dunque di sali colorati e profumati che vengono aggiunti all’acqua della vasca da bagno per fare bagni rilassanti, tonici, anticellulite o per altri scopi. La funzione dei sali da bagno varia infatti in base al sale utilizzato e alle sostanze scelte per conferire colore e profumo che possono avere anche benefici, oltre a rendere il sale da bagno gradevole alla vista e all’olfatto. In commercio esistono sali da bagno naturali preparati con sale, coloranti naturali e oli essenziali ma in molti casi si tratta di prodotti ottenuti con l’aggiunta di coloranti di sintesi e profumi artificiali al normale sale da cucina. I sali da bagno si trovano facilmente in vendita nei negozi che trattano prodotti cosmetici, nelle erboristerie, nelle profumerie e anche al supermercato. Ovviamente la qualità dei sali da bagno varia in base alla qualità degli ingredienti scelti, che ne determinano anche le proprietà. Per avere certezza che si tratti di un buon prodotto occorre controllare la lista degli ingredienti o, in alternativa, è possibile preparare i sali da bagno in casa con ingredienti scelti in base alle proprie esigenze e necessità e ai propri gusti.

Come prepararli

Preparare i sali da bagno in casa è molto semplice: in poco tempo e con ingredienti facilmente reperibili ed economici è possibile ottenere prodotti di qualità e con proprietà benefiche. I sali da bagno fai da te, confezionati con gusto e creatività, sono anche un’idea regalo sempre gradita. La ricetta base per preparare i sali da bagno prevede l’uso di sale grosso, un colorante naturale e uno o più oli essenziali per profumare.

Per quanto riguarda la scelta del sale si può optare per il normale sale marino o sale integrale da cucina, generalmente molto economico, oppure si può utilizzare il sale rosa dell’Himalaya, naturalmente colorato di un bel rosa più o meno intenso. Oltre al sale di grado alimentare, per realizzare i sali da bagno in casa si possono scegliere i sali di Epsom o i sali del Mar Morto, particolarmente utili per combattere ritenzione idrica e cellulite, gonfiore agli arti inferiori, alle caviglie e o ai piedi, lenire infiammazioni a carico della pelle, alleviare le tensioni e combattere dolori muscolari e articolari.

Tra i coloranti naturali è possibile scegliere spezie o estratti vegetali colorati, come la curcuma in polvere, il cacao amaro, l’alga spirulina in polvere, la polvere di frutti essiccati come lamponi, o dei petali di fiori colorati, ingredienti naturali con azione antiossidante e antiage. Oltre alle spezie e agli estratti vegetali si possono usare argilla verde o argilla rosa, dalle proprietà antinfiammatorie, rimineralizzanti e lenitive. Per ottenere colori più accesi e vivaci al sale si aggiungono ossidi e miche, minerali naturali che però non presentano proprietà. È importante che il colorante sia secco e non liquido, altrimenti scioglierebbe il sale, solubile in acqua.

Infine, per profumare e conferire proprietà benefiche ai sali da bagno, si aggiungono da uno a tre oli essenziali da scegliere in base al tipo di sale da bagno che si vuole ottenere e ai propri gusti. Per preparare sali da bagno anticellulite, ad esempio, si possono aggiungere oli essenziali di arancio dolce, limone, pompelmo; se si vuole realizzare un sale da bagno rilassante vanno bene gli oli essenziali di melissa e di lavanda, quest’ultima utile anche in caso di irritazioni cutanee; per un sale da bagno tonico e stimolante da utilizzare quando ci si sente stanchi o in caso di dolori muscolari e articolari, si può scegliere l’essenza di rosmarino; per sali da bagno deodoranti sono ottime le essenze di menta, salvia e tea tree; se infine si desidera realizzare un sale da bagno balsamico per liberare le vie aeree e respirare meglio sono indicati gli oli essenziali di timo, origano, eucalipto.

Una volta scelti gli ingredienti per preparare i sali da bagno, si procede in questo modo: si riempie il contenitore dove verranno conservati i sali da bagno con il sale, per misurare la quantità esatta di sale da utilizzare. Si trasferisce il sale in una ciotola e si aggiunge il colorante, senza esagerare perché quantità eccessive potrebbero macchiare i sanitari o la pelle; in genere è sufficiente mezzo cucchiaino o al massimo un cucchiaino per un barattolo di sale da 300-500 grammi. Dopo aver mescolato con cura il colorante, si aggiungono gli oli essenziali, utilizzandone dieci-venti gocce al massimo. Si trasferisce poi il tutto nel barattolo scelto e si chiude ermeticamente. I sali da bagno si conservano al riparo da luce e calore per almeno un anno.

Come usarli

I sali da bagno si utilizzano generalmente aggiungendoli all’acqua calda della vasca, poco prima di immergersi, mescolando l’acqua con le mani così che si sciolgano. Oltre che per effettuare bagni, i sali da bagno possono essere usati anche per il pediluvio, per detergere e deodorare i piedi e rilassare e sgonfiare caviglie e piedi stanchi. Aggiungendo un cucchiaio di olio di girasole o di mandorle dolci a un cucchiaio di sale da bagno si ottiene un ottimo scrub corpo da usare sotto la doccia sulla pelle bagnata, per riattivare la circolazione e per esfoliare, ammorbidire e levigare la pelle.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Sali da bagno: a cosa servono e come usarli