Cosa usare per un pediluvio fai da te

Piedi stanchi e doloranti? Prova con un bel pediluvio! Ecco tutto quello che c'è da sapere per prepararne uno ad hoc a casa tua

Possiamo definire il pediluvio non solo come un trattamento idroterapico, bensì anche come un momento di relax, lontano dall’ansia e dallo stress lavorativo. Consiste, perlopiù, nell’immersione di piedi e caviglie dentro ad acqua calda, con aggiunta di ingredienti curativi e di natura rilassante. Il pediluvio ha un’ottima azione, in quanto dona sollievo e rilassatezza a piedi gonfi e stanchi: solitamente, all’acqua vengono aggiunti bicarbonato di sodio o sale. Scopri come fare un buon pediluvio e quali benefici ha per i piedi.

Come fare un pediluvio

Il pediluvio è un trattamento dalle origini antichissime ideale per curare i piedi da calli e gonfiore e farlo è davvero molto semplice: infatti, consiste in tre fasi. La prima fase è quella dell’ammollo, per la quale i piedi vengono lasciati riposare in una bacinella di acqua riscaldata per circa venti minuti.

La seconda fase riguarda lo scrub: l’ideale per rendere la pelle più liscia e rimuovere eventuali impurità. Questa è una fase facoltativa, sebbene sia fortemente consigliata per una buona riuscita del trattamento. Inoltre, aiuta a rendere più morbida la pelle laddove ci fosse la presenza di calli o duroni. La terza e ultima fase, invece, è quella del risciacquo: subito dopo, è molto importante idratare i piedi con una buona crema emolliente. Infine, per ottenere buoni risultati e rendere il pediluvio efficace, è molto importante utilizzare acqua che non sia troppo calda: questo serve per garantire una buona riuscita del trattamento. L’acqua troppo calda, infatti, andrebbe a rendere la davvero secca. È poi suggerita l’aggiunta di oli essenziali alla camomilla e lavanda, ma anche sale e bicarbonato di sodio.

Se poi si desidera godere di un leggero massaggio, è bene deporre delle pietre sul fondo della bacinella, in modo che si possa esercitare una leggera pressione. Ricorda, i forti cambiamenti di clima, la poca attenzione, ma anche gli sbalzi ormonali, possono andare ad intaccare il benessere dei piedi: tutte queste circostanze, infatti, possono arrecare secchezza alla pelle, nonché calli, duroni e ragadi. Proprio per queste ragioni, scegliamo di proporvi una serie di pediluvi per rendere la pelle più morbida e ben nutrita. In questo modo, i tuoi piedi potranno trarre grande beneficio da questo trattamento, oltre ad un significativo rilassamento muscolare.

Pediluvio: tutti i benefici

Come avrai ben potuto capire, il pediluvio vanta una serie di importanti benefici che analizzeremo a breve. Tendenzialmente, si sceglie di fare un pediluvio perché si soffre di piedi gonfi, doloranti, con calli, ragadi. Tutte queste circostanze, portano alla necessità di immergere i piedi in una bella bacinella piena di acqua riscaldata. Non bollente, ci raccomandiamo! L’acqua è molto importante che sia della giusta temperatura per poter donare il giusto equilibrio, sollievo, ma anche sfiammare, sgonfiare e stimolare il corretto funzionamento della circolazione venosa. Un pediluvio con acqua tiepida, costituisce anche un ottimo alleato contro eventuali stati d’ansia o preoccupazione, tipici di chi conduce una routine sfrenata e sempre di corsa per via dei numerosi impegni lavorativi e famigliari.

Potrebbe sembrare parecchio strano, ma la tensione e lo stato di rilassamento creano una particolare alternanza: dal basso verso l’alto, in modo da poter dare sollievo alle zone più stressate. I benefici del pediluvio aiutano i piedi a recuperare il loro benessere, aiutando a migliorarne l’aspetto. Inoltre, è possibile fare un pediluvio sfruttando alcune ricette naturali, anche fai da te, per poter sfoggiare piedi perfetti ed in ordine per tutta l’estate. Il pediluvio, poi, si propone di aiutare il funzionamento del sistema linfatico, donando leggerezza ai piedi, molto stressati dai ritmi sostenuti del lavoro.

Pediluvio: quando farlo, a cosa serve e ingredienti

Il pediluvio è una coccola da concedersi dopo una sfiancante giornata di lavoro o dopo una lunga camminata. Per esempio, potresti fare questo trattamento prima di coricarti o dopo aver praticato molto sport per aiutare i piedi a sgonfiarsi e sfiammarsi, eliminare funghi e dolori, ma anche alleviare i dolori dovuti al ciclo mestruale. Il pediluvio, quindi, è un vero toccasana per tutto il corpo.
Per eseguire un pediluvio casalingo, ci sono tantissimi modi, mettendo i piedi in ammollo ed è per questo motivo che scegliamo di distinguere fra diversi tipi di trattamenti di idroterapia e relativi benefici. Dunque, possiamo distinguere tra:

  • pediluvio caldo-freddo e freddo-caldo: stimola la circolazione e articola vasodilatazione e vasocostrizione sfruttando l’effetto kneipp;
  • pediluvio breve: richiede circa cinque minuti, è molto rapido e generalmente si effettua in acqua fredda;
  • pediluvio freddo: generalmente, è molto utile per combattere dolori e reumatismi;
  • pediluvio caldo: dura circa una ventina di minuti ed è il più comune fra tutti. Questa tipologia, si propone di combattere gonfiore, dolori vari, calli, duroni ed è quella su cui si concentrerà l’articolo nelle prossime righe.

A breve, andremo alla scoperta di tutte le migliori ricette homemade per un pediluvio perfetto: bastano davvero pochissimi semplici ingredienti per ridare ai tuoi piedi sollievo e armonia.

Pediluvio fai da te con acqua e sale

Scegliamo di cominciare con un classico: pediluvio con acqua e sale. Questa tipologia è proprio l’ideale per detossinare l’intero organismo: in questo modo, infatti, è possibile non solo favorire il riassorbimento dell’infiammazione ed eventuali ristagni, bensì anche ottenere notevoli benefici per tutto il corpo. È quasi scontato dire che la pelle ne giova e non poco, ritrovando il suo normale equilibrio. Il trattamento idroterapico è un’arte antichissima e molto diffusa nell’antico Oriente, soprattutto in Giappone. Puoi ovviamente godere di un bel pediluvio anche comodamente da casa tua, impiegando una serie di ingredienti di facile reperibilità.

Per fare un pediluvio rilassante e rigenerante con il sale, ti sarà sufficiente procurarti una bacinella con dell’acqua tiepida o fredda, oli essenziali, bicarbonato e, ovviamente, del sale marino grosso. Dopo aver riempito la bacinella di acqua riscaldata e aver aggiunto tutti questi ingredienti, immergi i piedi e lasciali riposare per circa venti minuti. Per rendere la pelle sempre più morbida, consigliamo di massaggiare i piedi delicatamente in modo da eliminare tutte le cellule morte presenti: soffermati, in particolar modo, sulle zone critiche, quali tallone ed il resto della pianta del piede. Inizia a massaggiare dalla punta delle dita in maniera dolce, muovendoti poi verso le caviglie più energicamente per garantire l’eliminazione totale delle tossine. Fin da subito potrai notare ottimi risultati!

Pediluvio fai da te con sale e camomilla

Tra le ricette per un pediluvio in casa fai da te, troviamo quella con sale e camomilla. Ancora una volta, il sale è tra i protagonisti. Munisciti di bacinella con acqua calda (ma non troppo!), un decotto di fiori di camomilla da mettere all’interno ed un cucchiaio di sale marino grosso: da qui, lascia in ammollo i piedi per circa quindici minuti. Si tratta di una ricetta fai da te molto amata da chi desidera utilizzare solo ingredienti naturali. Perché la camomilla? È molto semplice: si tratta di un ingrediente molto noto per le sue proprietà antinfiammatorie. Questo tipo di trattamento, poi, è in grado di combattere gli spasmi muscolari, nonché lenire piedi stanchi e gonfi. Al sale e alla camomilla, infine, consigliamo di aggiungere una piccola quantità di olio di semi di lavanda: ovviamente, utilizza l’olio per massaggiare i piedi dopo averli asciugati con una salvietta e averlo disciolto in una buona quantità di olio di mandorle.

Pediluvio fai da te con acqua e aceto

Parliamo ora di un pediluvio sfiammante che prevede l’utilizzo dell’aceto. Hai camminato molto? Torni stanco/a a casa dalla tua giornata di lavoro? Un bel pediluvio è proprio ciò che fa per te! L’aceto aiuta a mantenere i piedi sempre ben curati ed idratati, considerano che è un ottimo alleato contro calli, duroni e talloni screpolati. Oltre al classico impiego in cucina, infatti, l’aceto è particolarmente utilizzato in diversi trattamenti cosmetici, grazie alle sue famose proprietà medicinali. Addio a piedi gonfi e stanchi con una super ricetta fai da te a base di acqua, una tazza di aceto, mezza tazza di fiori di lavanda essiccati ed una tazza di sale marino e Sali Epsom. Hai tutto? Molto bene, siamo pronti per iniziare! Riempi una bacinella di acqua calda, aggiungi gli ingredienti menzionati poco sopra e mescola. Da qui, immergi i piedi e lasciali in ammollo per circa un quarto d’ora: rilassati completamente e, piano piano, sentirai la stanchezza e la fatica che abbandonano il corpo.

Pediluvio fai da te con acqua e candeggina

Un’altra ricetta di pediluvio fai da te molto interessante è quella con la candeggina. Essa, infatti, è davvero molto utile per combattere il prurito fra le dita, ma anche eliminare la micosi dalle unghie e funghi vari. La candeggina, appunto, costituisce un antinfiammatorio molto valido. Ma come preparare questo pediluvio casalingo? È molto facile: ti basterà procurarti una bacinella e riempirla con acqua tiepida ed aggiungere un cucchiaio di candeggina delicata. Ora immergi i piedi e lasciali in ammollo per i classici venti minuti. È consigliabile non eccedere con la candeggina, ma è bene ripetere il trattamento più volte alla settimana quando possibile.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Cosa usare per un pediluvio fai da te