Pulizie domestiche: quante calorie si consumano

Quante calorie si consumano attraverso l’impegno che si dedica alle pulizie domestiche e come svolgerle al meglio

Elisa Cappelli Pilates Trainer, Insegnante Tai Chi e Yoga Taoista, Movimentoterapista Laurea in Filosofia e Master in Giornalismo Internazionale LUISS. Trainer certificata CONI e FIF (Mat base e avanzato). Studia Anatomy in Motion (Gary Ward) e Qi gong.

Pulizie domestiche e calorie

Avreste mai detto che facendo pulizie domestiche andate a bruciare moltissime calorie? Che potreste prenderlo come un vero e proprio allenamento? Da una parte questa rappresenta una bellissima notizia, in quanto, in ogni caso, le pulizie vanno pur fatte e allora, farle sapendo di bruciare calorie, diventa un fattore estremamente motivante. Vediamo un attimo i vari lavori fisici come influiscono sul dispendio calorico.

Per esempio, spazzando il pavimento per almeno 10 minuti possiamo bruciare anche 18 calorie e rinforzare i muscoli di schiena e braccia. Se preferite passare l’aspirapolvere, sappiate che passandola per 30 minuti bruciate 90 calorie, aumentando il carico dello strumento. Quando vi dedicate alla pulizia dei piatti, bruciate in 10 minuti circa 22 calorie, specie se sentite che i movimenti delle mani e delle braccia comunque sono gestiti con un buon appoggio dei piedi, tenendo le ginocchia morbide e sentendo che i movimenti vengono dal centro. Stirare vi fa bruciare 150 calorie in 1 ora. Se impiegate circa 10 minuti per rifare il letto bene bruciate circa 65 calorie e andate a far lavorare tantissimi gruppi muscolari insieme. Se vi piace fare le pulizie ascoltando la musica e unendo la danza ai vari movimenti per portare igiene e ordine nella casa, fatelo. Ballare migliora l’umore, vi fa sentire nel pieno delle forze e alza immediatamente l’energia. Se poi ballate e vi viene in mente di pulire anche i vetri, il massimo: andrete a bruciare circa 334 calorie in un’ora, praticamente quel che corrisponde a 40 piegamenti a terra o un workout breve che fa lavorare tutti i muscoli. Se volete lavare il bagno, scrostare, far diventare tutto lucente e impiegate circa 1 ora ecco che andate a bruciare circa 200 calorie e vi ritrovate un bagno bello, pulito, magnifico. Anche cucinare e poi rimettere a posto la cucina vi fa bruciare diverse calorie, a patto che non andiate ad assaggiare di tanto in tanto tutto quello che preparate. Tra i lavoro produttivi per il corpo ci sono il rastrellare le foglie, spalare la neve in inverno, spostare la legna, diserbare, piantare, fare l’orto sono tutti lavori che fanno bruciare moltissime calorie.

Attenzione a non ossessionarvi con la mania delle pulizie e cercate di non strafare rispetto a quello che il vostro corpo riesce a tollerare e sopportare. Cercate di agire nel vostro interesse sia per quel che riguarda l’assetto e l’organizzazione degli spazi ma anche la gestione delle vostre energie. Cercate di capire quale lavoro fisico domestico vi alleggerisce e quali vi caricano invece troppo ed equilibrate un pochino tutto. Fate una lista di tutti i lavori che dovete portare avanti e cambiate spesso la routine delle faccende. Fare le pulizie di casa significa anche staccare un attimo la mente e portare avanti il proprio corpo verso l’ordine e quindi anche la mente beneficia nel vedere la casa e le condizioni circostanti ben ordinate.

Accorgimenti utili per pulire casa

Vediamo in ultima istanza alcuni errori da evitare quando si vogliono fare bene le pulizie di casa, bruciando calorie ma anche mantenendo allineamento, postura e accorgimenti che vi permettono di evitare errori che si pagano sul breve periodo e molto sul lungo periodo:

Piegate le ginocchia

Usate le gambe, svolgete le azioni in modo agile e pronto, facendo leva sui muscoli della gambe e sui glutei. Non usate solo gli arti superiori ma siate creativi/e negli spostamenti, aggiungete dei saltelli, mettete della musica, siate sicuri/e di usare i vostri arti inferiori per vivere al meglio il movimento dentro casa, come fosse una giungla, un luogo magico in cui muoversi.

Non usate troppo la schiena

A volte mentre si pulisce casa si pensa di dover usare tanto la schiena, ma si tratta di un grande errore. Quando caricate scatole, libri, enciclopedie, strumenti da cucina, piatti, tessuti, vestiti non dovete maltrattare la schiena facendo macromovimenti come estensioni, flessioni o torsioni sempre e solo con la schiena o con una parte specifica della schiena (colo, zona dorsale, lombare). Resistete alla dinamica di fare tutto dalla schiena e, anzi, tenetela flessibile e morbida, gestite bene i pesi e chiedete aiuto se sono ingestibili.

Fate stretching

Sembra strano, ma diventa fondamentale non trascurare lo stretching a fine sessione di pulizia. Dovreste cercare di allungare tutti i distretti muscolari usati e preferire la posizione quadrupedica o distesa per farlo. Allungate il collo, la schiena, i muscoli delle gambe, i muscoli delle braccia. Stendetevi come felini e allungatevi come volatili. Portate le gambe contro il muro, tenendo il sacro bene contro la parete. Allungatevi stesi a terra dalla posizione prona.

Non esagerate

A volte mettere a posto significa anche mettersi in discussione. Molto dipende dalla frequenza con cui vi dedicate alle pulizie domestiche e questo si collega molto al carattere; ci sono persone che hanno bisogno di vedere sempre tutto a posto e altre persone che fanno le pulizie come un manifesto programmatico che scatta solo dopo un certo tempo e rivoluziona la casa ogni volta. Esiste anche un equilibrio tra le due cose e sarebbe auspicabile, come sempre.

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Pulizie domestiche: quante calorie si consumano