Perché è importante togliersi le scarpe prima di entrare in casa

Lasciare le scarpe fuori dalla porta di casa è (anche) una questione di igiene: ecco i motivi

Dopo una lunga giornata fuori casa, finalmente arriva il momento tanto atteso: davanti la soglia, però, c’è ancora un piccolo gesto da compiere. Togliere le scarpe prima di mettere piede all’interno del nostro appartamento è un’abitudine salutare, e la scienza ne spiega i motivi.

Molte persone sono solite camminare in casa senza scarpe, togliendole appena giunti all’ingresso. Non si tratta solamente di una buona abitudine che si tramanda di genitore in figlio, per evitare di dover pulire troppo spesso il pavimento, ma anche una questione di igiene e di salute. Sotto la suola delle nostre scarpe si annida una gran quantità di sporcizia, tra cui anche batteri, virus e sostanze pericolose per il nostro organismo. Uno studio condotto dal dottor Charles Gerba, microbiologo e professore presso l’Università dell’Arizona, ha portato alla luce un fatto che, a prima vista, non può che suscitare inquietudine.

Analizzando per due settimane le scarpe indossate da dieci volontari, i ricercatori hanno riscontrato che sulla loro suola erano presenti in media poco più di 421mila batteri, mentre all’interno della calzatura il numero scendeva a poco meno di 3mila. Molti di questi microrganismi sono del tutto innocui per la nostra salute, altri invece possono esporci ad infezioni pericolose. È il caso, ad esempio, di Escherichia coli: questo batterio è spesso responsabile di problemi gastrointestinali e di affezioni del tratto urinario, ma è anche legato in alcuni casi alla meningite.

Una ricerca condotta invece su un campione di 30 famiglie residenti nel Texas ha evidenziato come in moltissimi oggetti di uso comune in ambiente domestico vi siano batteri potenzialmente nocivi. Sulle scarpe, ad esempio, sono state trovate grandi quantità di Clostridium difficile, causa di malattie intestinali come la diarrea. Lo studio, pubblicato nel 2014 sulla rivista Anaerobe, non ha però toni allarmistici.

Normalmente, una persona in salute non ha alcun problema nel trovarsi di fronte a questo genere di batteri. Innanzitutto perché l’infezione si contrae con il contatto diretto: bisognerebbe quindi toccare la suola delle scarpe (o il pavimento su cui abbiamo camminato) con le mani e portarle poi alla bocca. E in secondo luogo perché il nostro sistema immunitario è in grado di proteggerci dalla maggior parte dei microrganismi con cui possiamo entrare in contatto.

Tuttavia, togliere le scarpe prima di entrare in casa può ridurre il seppur minimo rischio di avere a che fare con qualche fastidiosa infezione. Inoltre, questo consiglio è quanto mai valido se in casa abbiamo bambini piccoli, che gattonano o comunque giocano a terra e sono soliti mettere in bocca qualsiasi cosa, o persone immunodepresse. Per queste ultime, il contatto con batteri nocivi può risultare molto dannoso – non è un caso che in ospedale, soprattutto nei reparti in cui soggiornano persone dal sistema immunitario compromesso, si indossino copriscarpe o calzature idonee.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Perché è importante togliersi le scarpe prima di entrare in casa