Trigliceridi, tenerli a bada con l’olio di sesamo

Caratterizzato da proprietà antiossidanti e antinfiammatorie, l'olio di sesamo è un eccellente alleato contro i trigliceridi alti

I trigliceridi, ossia i principali componenti del tessuto adiposo, quando sono troppo alti possono provocare danni alla salute. Per tenerli sotto controllo, è fondamentale l’alimentazione. Tra i cibi più utili in merito troviamo l’olio di sesamo.

Condimento di origine vegetale estratto dai semi della pianta del sesamo -sia tostati, sia non tostati – si contraddistingue per numerose proprietà benefiche. In questo novero è possibile ricordare la presenza di vitamina E, tra gli antiossidanti naturali più potenti, e di vitamina K.
Inoltre, come specificato anche dagli esperti di Humanitas, l’olio di sesamo è un’ottima fonte di fitosteroli. Questi composti vegetali simili al colesterolo, hanno il pregio di ridurne l’assorbimento da parte dell’organismo.

Come poco fa ricordato, l’olio di sesamo è un ottimo rimedio naturale contro i trigliceridi alti. A dimostrare la sua efficacia in merito, ci ha pensato uno studio indiano del 2006, i cui dettagli sono stati pubblicati sulle pagine della rivista scientifica Yale Journal of Biology and Medicine.
La ricerca, che ha preso in considerazione lo stato di salute di 50 pazienti di ambo i sessi e di età compresa tra i 35 e i 60 anni, ha individuato l’efficacia dell’olio di sesamo nella riduzione dei trigliceridi, tra i valori più importanti del profilo lipidico. Interessanti sono anche i risultati relativi alla perdita di peso. Gli esiti in questione sono stati ottenuti monitorando un campione di pazienti affetti da ipertensione e trattati farmacologicamente con diuretici e betabloccanti.

I benefici dell’olio di sesamo non finiscono certo qui! Degna di nota è infatti la presenza di minerali importantissimi per la salute, come per esempio il ferro, il fosforo e il magnesio, ma soprattutto il calcio. Grazie a quest’ultimo elemento, l’olio di sesamo viene spesso considerato come punto di riferimento per l’integrazione alimentare di bambini, donne over 40 e anziani. Inoltre, è utilizzato anche come antinfiammatorio per trattare e prevenire problemi alla pelle, in particolare gli attacchi da parte di agenti patogeni potenzialmente in grado di provocare infezioni e funghi.

Da citare sono infine le sue proprietà antiossidanti, dovute alla presenza di tre sostanze in particolare, ossia il sesamolo, la sesamola e la sesamolina. Prima di iniziare ad assumere l’olio di sesamo, è opportuno consultare il proprio medico curante e appurare l’assenza di allergie.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Trigliceridi, tenerli a bada con l’olio di sesamo