Efe Bal: chi è la transessuale più bella e famosa d’Italia

Classe 1977, da anni fa parlare di sé per le sua posizioni politiche e sociali: tutto quello che sappiamo su Efe Bal

Foto di Virginia Leoni

Virginia Leoni

Giornalista, content editor e blogger

Nata nel 1981, giornalista, ufficio stampa e socia di una casa editrice, ha trasformato la sua passione in lavoro. Ama scrivere, leggere e raccontare.

Uno sguardo dolcissimo, abbinato a un carattere deciso, che ha mostrato nel corso degli anni prendendo posizione su tanti argomenti diversi, sostenendo le sue idee e facendo (anche) discutere. Stiamo parlando Efe Bal, la trans più famosa d’Italia. Un corpo sinuoso ed elegante, una sensualità che non nasconde e un viso da bambola.

Nata a Istanbul nel 1977, da tantissimi anni vive e lavora in Italia dove ha un grande seguito e dove nel tempo è diventata anche un personaggio presente nei salotti televisivi. Richiestissima, non ha mai fatto mistero del suo lavoro raccontando molto della sua vita come sex worker.

Efe Bal, la vita

Istanbul, 1977: lì nasce Efe Bal, il nome, a quanto pare, è proprio lo stesso presente sul certificato di nascita. Sembra che sia stato intorno ai 15 anni che ha compreso il proprio orientamento sessuale e, prendendo come modello i trans della capitale turca, ha iniziato a imitarli.

In un’intervista rilasciata a Linkiesta ha raccontato qualcosa della sua famiglia, rivelando alcuni dettagli del suo passato: “Vengo da una famiglia danarosa, borghese, di Istanbul: papà prestava i soldi – ha raccontato -. Ho fatto la scuola privata e un anno alla Bosforo University, corso di marketing. Mia mamma aveva capito che ero gay, che potevo avere problemi a vivere a Istanbul. Era molto protettiva. ‘Come figlio – mi disse – non mi sembri proprio così perfetto, forse è meglio se te ne vai dalla Turchia, in qualche Paese più tollerante’”. E se lei aveva proposto Olanda o Francia, invece Efe Bal ha scelto l’Italia dove, ha spiegato, aveva un amico a Milano.

A Le Iene, sempre in merito alla sua famiglia, ha spiegato l’affetto profondo che la lega alla madre affermando che sua mamma è la sua migliore amica. Nella stessa intervista ha raccontato di essere arrivata in Italia a 20 anni.

Nel corso degli anni ha fatto spesso parlare di sé: dalla sua battaglia per la legalizzazione della prostituzione, a quella per pagare le tasse, fino alla mancata partecipazione all’Isola dei Famosi. Si era parlato della sua possibile presenza come naufraga nel survival show ma poi non è successo. Sempre al microfono de Le Iene aveva detto che non l’avevano più voluta perché: “Avevo detto che avrei portato 100 preservativi, ma era soltanto una battuta”.

Interviste, battaglie, prese di posizione forti, Efe Bal ha fatto spesso parlare di sé, perché con la sua voce è sempre stata fedele alle sue idee, magari andando controcorrente, ma restando salda sui propri ideali.

In televisione la si è vista in diversi programmi, come ad esempio il Chiambretti Night. Di sé stessa in un’intervista rilasciata ad Affari Italiani ha detto: “Non ho età, sono come il vino. Efe significa Eroe – Bal significa Miele”.

Negli anni ha scritto anche un libro, con Stefania Berbenni, pubblicato da Mondadori: Quello che i mariti non dicono. Confessioni di una trans. Inoltre, è molto attiva sui social dove ha diversi profili.

Efe Bal, segno zodiacale, altezza e fisico

Non si conoscono il mese e il giorno di nascita di Efe Bal, per cui è impossibile sapere qual è il suo segno zodiacale.

Ha un fisico asciutto, longilineo e si tiene in perfetta forma come rivelano i tanti video che condivide sui social in cui la si vede in costume o in tenute da ginnastica. Pare che sia altissima: 1,90.

Efe Bal, le sue (numerose) battaglie

Tante battaglie, tante prese di posizione che nel corso del tempo hanno fatto conoscere al grande pubblico Efe Bal.

A partire da quelle per legalizzare la prostituzione e per il pagamento delle tasse da parte delle sex worker come lei. Ai microfoni dell’AdnKronos aveva detto in merito alle case chiuse: “Certo non basterebbe riaprire, in Italia ci sono circa 60 mila prostitute a ‘tempo pieno’ cui si aggiungono quelle occasionali, che ‘arrotondano’, e i clienti sono oltre nove milioni. La legge Merlin va abolita, bisogna legalizzare la prostituzione, tutelare prostitute e clienti, regolarizzare i controlli sanitari. I clienti, quasi tutti sposati, chiedono sempre più spesso rapporti non protetti, alcune li concedono, il rischio è alto e coinvolge le mogli, le famiglie dei clienti”.

Al tempo stesso aveva cercato di sensibilizzare anche sul pagamento delle tasse per chi, come lei, fa la sex worker.

In più di un’occasione le sue posizioni hanno fatto rumore, come quando ha detto la sua in merito al DDL Zan, un disegno di legge che prevedeva pene più severe nei confronti di coloro che commettono crimini o discriminano omossessuali, transessuali, donne e disabili, bocciato – poi – al Senato. Le sue parole, intervistata da La Verità, erano state queste: “Senta, io sono nata in Turchia e, anche se ho il passaporto italiano da 15 anni, sono un’extracomunitaria. Vivo in questo Paese da ventuno anni e faccio la prostituta. Dovrei essere già morta, se fosse vero quello che dicono i sostenitori del Ddl Zan”. Non ha mai nascosto di apprezzare politicamente Matteo Salvini.

Efe Bal, il lavoro di sex worker

Non ha mai celato il fatto di fare la sex worker Efe Bal che, anzi, ne ha parlato in più di un’occasione, in diverse interviste e portando avanti le sue tante battaglie.

In una chiacchierata, apparsa su Oggi di diversi anni fa, aveva voluto spiegare perché “gli uomini scelgono le trans”: “È la domanda che mi sento fare più spesso: gli uomini ci cercano soprattutto per curiosità. Sanno com’è fare l’amore con le donne e qualcuno l’ha anche già fatto con un uomo. La trans è la variabile che li fa impazzire, che gli offre il corpo, la dolcezza e la remissività della donna dei sogni, la trasgressività della prostituta e le prestazioni sessuali di un uomo”, aveva detto.

Ne aveva parlato anche in televisione, quando a La7 intervistata da Francesca Lancini aveva detto: “Da me vengono perché sono curiosi”. Nella stessa occasione aveva mostrato una foto in cui la si vedeva da ragazzino, quando frequentava un collegio di Istanbul. Vedendola ha raccontato un aneddoto per spiegare quanto viva sé stessa con naturalezza, ricordando quando una signora anziana l’ha fermata per farle i complimenti dopo averla vista in televisione e lei le ha risposto: “Per essere un uomo turco di 39 anni sto bene vero?”. Un ricordo a cui poi ha aggiunto un seguito: “Non ho mai avuto problemi di sessualità, di personalità, ho sempre voluto vivere da sola, ho sempre amato i miei cani e mia mamma”.

I tanti profili social

Efe Bal è molto attiva sui social dove ha tanti profili: tre su Instagram, uno su TikTok, uno su YouTube e un account su Onlyfans.

A guardare i suoi post emerge la sua personalità in tutte le sue tante sfaccettature: sensuale, ammiccante, con ha voglia di condividere le proprie giornate, ma anche una persona che esprime la propria opinione sui fatti di attualità.

Insomma, anche sui social Efe Bal è fedele a sé stessa al cento per cento, proprio come abbiamo imparato a conoscerla nelle interviste e nelle apparizioni in televisione.