Pinoli: riduci il colesterolo e fai il pieno di omega-6

Molto usati in cucina, i pinoli sono dei veri e propri alleati per la salute del cuore

Sono uno degli ingredienti tradizionali del famoso – e buonissimo – pesto alla genovese, ma i pinoli hanno molti altri utilizzi in cucina. E non dovrebbero mai mancare nella nostra dieta, perché possiedono interessanti proprietà benefiche: scopriamo in che modo agiscono sul nostro organismo.

I pinoli sono un alimento molto calorico e ricco di sostanze nutritive fondamentali per la salute: una porzione di 100 grammi apporta ben 673 calorie, ed è per questo che devono essere consumati con moderazione, per evitare problemi di peso. Sono tuttavia un’ottima fonte di vitamine e minerali, così come di acidi grassi omega-6, che svolgono un ruolo molto importante nel nostro corpo e in particolare proteggono il cuore.

Diversi studi hanno dimostrato le proprietà dei pinoli a livello cardiovascolare: una ricerca pubblicata su Circulation, ad esempio, ha rivelato che diversi nutrienti di cui questi semi sono ricchi agiscono proprio sul cuore, proteggendolo dal rischio di insorgenza di alcune malattie quali ipertensione e infarto. Le fibre, oltre ad avere una spiccata efficacia sul transito intestinale e su una corretta digestione, aiutano a ridurre i livelli di colesterolo nel sangue. Il potassio invece contribuisce a tenere sotto controllo la pressione arteriosa.

Grazie agli acidi grassi omega-6, i pinoli sembrano avere un’azione ipoglicemizzante: riducono i livelli di zucchero nel sangue, diminuiscono la resistenza all’insulina e combattono l’infiammazione dell’organismo. Uno studio pubblicato sul Journal of Nutrition ha messo in relazione il consumo di questi semi con un aumento dei livelli di colesterolo “buono”, ma anche con un indice di massa corporea inferiore.

Anche l’acido pinoleico pare avere effetti sul peso, riducendo il senso di fame e contribuendo quindi ad una minore assunzione di cibo. Per questo motivo, un consumo moderato di pinoli può aiutare a dimagrire, nonostante l’elevato apporto calorico di questi semi.

Tra le loro altre proprietà spicca quella antiossidante: contengono infatti buone quantità di vitamina E, che combatte la formazione dei radicali liberi e lo stress ossidativo, responsabile dell’insorgenza di varie malattie croniche. Le vitamine del gruppo B svolgono invece un’importante ruolo nel controllo del metabolismo, e in particolare i folati sono fondamentali per il corretto sviluppo del sistema nervoso.

Prima di introdurre i pinoli nella vostra dieta, fate attenzione all’eventuale interazione di questo alimento con i farmaci che assumete. Gli acidi grassi omega-6 possono infatti interferire con l’azione di alcuni farmaci anticoagulanti, quindi informatevi presso il vostro medico.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Pinoli: riduci il colesterolo e fai il pieno di omega-6