Pressione alta e colesterolo: i sintomi da non trascurare

Il colesterolo e la pressione alta sono strettamente legati: ecco quali sono i campanelli d'allarme

Pressione alta e colesterolo sono tra i principali fattori di rischio per l’insorgenza di malattie cardiovascolari e spesso sono legati fra loro.

Nell’ipertensione i valori della pressione sanguigna sono superiori alla soglia di normalità. In questo caso il sangue viene pompato con maggiore forza nelle arterie e, nel lungo periodo, può causare ictus, aritmie, danni renali, ischemie e scompenso cardiaco. Come riconoscere questa patologia? I sintomi sono solitamente mal di testa, vertigini, palpitazioni, nervosismo, ronzii, stanchezza e disturbi visivi, come la visione di lampi di luce e ronzii.

Prevenire e curare l’ipertensione non è semplice, ma esistono alcuni fattori di rischio come il fumo, l’obesità, la sedentarietà, il diabete e l’ipercolesterolemia. Il colesterolo, se presente nelle giuste concentrazioni, risulta utile per il buon funzionamento dell’organismo. Favorisce infatti la produzione della vitamina D e degli ormoni, sia maschili che femminili, inoltre regola la composizione delle membrane cellulari.

Proprio come i trigliceridi può legarsi ad altri grassi che si trovano nel sangue, formando delle lipoproteine di diverso tipo. Una quantità eccessiva di lipoproteine a bassa intensità (colesterolo LDL) può provocare la formazione di placche aterosclerotiche che mettono a rischio la salute.

Riducono infatti l’apporto di ossigeno e sangue verso i tessuti, aumentando il rischio di incorrere in ictus e infarti. Allo stesso modo, un livello ridotto di lipoproteine ad alta intensità (colesterolo HDL) causa un aumento del rischio per il cuore.

Il colesterolo si può tenere sotto controllo seguendo una dieta equilibrata e riducendo alimenti che ne sono ricchi, come il burro, il latte intero, i salumi, i formaggi grassi (ad esempio il brie, il camembert, l’edam e la fontina). Allo stesso modo vanno esclusi dall’alimentazione il tuorlo d’uovo, l’olio di fegato di merluzzo, le cozze, le ostriche e le carni lavorate. Infine è fondamentale modificare il proprio stie di vita, rinunciando a fumo e alcol, ma soprattutto praticando quotidianamente sport.

Pressione alta e colesterolo: i sintomi da non trascurare