Vitamina D, a cosa serve e i cibi che la contengono

Scopriamo cos'è la vitamina D, quali sono i cibi che ne contengono di più e come assumerla

La vitamina D è una sostanza fondamentale per il nostro benessere, per questo è fondamentale conoscere i cibi che la contengono.

Chiamata anche calciferolo, la vitamina D è presente nell’organismo in due forme: la vitamina D 2, che si trova in diversi alimenti di origine vegetale e si può assumere con l’alimentazione, e la vitamina D 3 che viene sintetizzata dalla pelle in seguito all’esposizione ai raggi solari. A cosa serve questa sostanza? Prima di tutto è fondamentale per mantenere le nostre ossa forti e sane, contrastando l’osteoporosi e le fratture, poiché stimola l’assorbimento di fosforo e calcio. Inoltre contribuisce a contrastare patologie come la dermatite atopica e la psoriasi.

La vitamina D viene sintetizzata dal corpo tramite la luce solare ed è fondamentale per stimolare la produzione di serotonina, dopamina ed endorfina, dei neurotrasmettitori che migliorano l’umore, contrastando la depressione. Non solo: questa sostanza favorisce la produzione di leptina, un ormone che inibisce lo stimolo della fame e svolge un effetto dimagrante.

Agisce sul cervello, prevenendo le malattie neurodegenerative come il Parkinson e l’Alzheimer, e migliora le funzioni cognitive. Infine riduce le infiammazioni, previene le infezioni e stimola il sistema immunitario.

Dopo aver scoperto le grandi proprietà della vitamina D sorge spontanea una domanda: quali alimenti la contengono? Questa sostanza si può introdurre grazie all’alimentazione. Fra i cibi che ne sono più ricchi troviamo il pesce azzurro (come tonno, salmone, merluzzo, sardine e sgombro), i molluschi e il pesce spada.

Inserite nella vostra dieta anche l’olio di fegato di merluzzo, le uova, il latte, il burro e lo yogurt. La vitamina D si può trovare pure nella frutta secca (mandorle, noci, noccioline), nei funghi porcini, nei fagioli e nella verdura a foglia verde (cicoria, bieta, cavolo nero, spinaci). Poiché questa vitamina liposolubile è particolarmente sensibile al calore e alla luce, è fondamentale conservare e consumare nel modo giusto gli alimenti, scegliendo di mangiarli crudi oppure prepararli con metodi di cottura delicati.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Vitamina D, a cosa serve e i cibi che la contengono