Che fine ha fatto Mauro Repetto quello biondo degli 883

Mauro Repetto quello biondo degli 883: passato dal successo della band milanese al cinema, animazione, produzione, management, teatro e molto altro

Mauro Repetto, quello biondo degli 883 che fine ha fatto? E’ ciò che si chiedono i numerosi fans del duo milanese che spopolò negli anni novanta insieme all’amico Max Pezzali. Ora si trova in Francia insieme alla sua compagna Josephine e i due figli Dean e Carla. Recentemente ha prodotto, scritto e interpretatolo lo spettacolo teatrale The personal coach, messo in scena al Thèatre Essaion di Parigi. Inoltre, è produttore di eventi speciali per EuroDisney nella capitale francese dove ha iniziato a lavorare dapprima come animatore.

Insieme al suo amico e cantante Pezzali, iniziarono a scrivere le prime canzoni negli anni ’90 fin quando si accorse di loro Claudio Cecchetto, deejay e produttore che, nel giro di poco tempo, riuscì a fare di questo duo, un vero e proprio business discografico. Il successo arrivò subito con la canzone Hanno ucciso l’uomo ragno, brano che spopolò in tutte le radio nazionali. Nelle esibizioni live e televisive, Mauro Repetto, il biondino degli 883, faceva inizialmente il chitarrista e cantante, ma non sapendo suonare la chitarra, decisero di farlo ballare. Divenne così la cosiddetta spalla di Max Pezzali.

Il primo album fu un grandissimo successo di vendite e di pubblico e continuò con il successivo cd dal titolo Nord Sud Ovest Est che raddoppiò le vendite del primo disco. Il 14 Gennaio 1994, con la trasmissione Roxy Bar di Red Ronnie, è la data che segna l’ultima apparizione televisiva di Repetto con gli 883. Si trasferisce negli USA alla ricerca di una modella che aveva notato in una rivista e di cui si era innamorato ma non riuscì mai a conoscerla. Nella sua avventura americana fu vittima di un raggiro da parte di un presunto avvocato che fece perdere a Repetto la bellezza di 20000 dollari, si trattò di tradimento e truffa di cui si parlò poco in realtà. Nel 1995 torna in Italia e pubblica il suo primo disco da solista che si rivelerà un vero flop.

Si trasferisce in Francia ed inizia a lavorare come cowboy a Disneyland Parigi dove rivestirà in seguito il ruolo di produttore di eventi speciali e poi di manager. Insieme a sua moglie, fonda la ditta di Design Manjaca. Torna alla musica nel 2012, partecipando come corista al brano Sempre noi cantato dall’amico Max Pezzali e il rapper J-AX e comparendo anche nel relativo videoclip del brano. Torna a scrivere canzoni per Pezzali solo nell’ultimo periodo.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Che fine ha fatto Mauro Repetto quello biondo degli 883