Menopausa e calo del desiderio: cosa fare?

La menopausa porta grandi cambiamenti nella vita della donna, anche nella sfera sessuale. Cosa fare in presenza di un calo del desiderio?

Foto di Roberto Bernorio

Roberto Bernorio

Ginecologo, Psicoterapeuta e Sessuologo clinico

Medico specializzato in Ostetricia e Ginecologia, Psicoterapeuta e Sessuologo clinico, si dedica in particolare ai disturbi del dolore sessuale femminile e ai problemi di coppia.

Superati i 50 anni il corpo della donna va incontro a diverse modificazioni, tra cui quelle generate dalla menopausa. La menopausa è caratterizzata dalla scomparsa delle mestruazioni da almeno un anno e da un graduale declino dei livelli di estrogeni, che coincide con l’esaurimento della funzionalità delle ovaie e con l’azzeramento dei follicoli ovarici. La menopausa si verifica generalmente in seguito ad un periodo di 2-3 anni caratterizzato da un’irregolarità mestruale prima della scomparsa definitiva del ciclo mestruale.

Nella popolazione italiana, l’età media della menopausa naturale è 51 anni. Si tratta di un cambiamento che può verificarsi in modo naturale o anche in seguito ad interventi chirurgici. Le alterazioni dovute a questa fase di vita possono incidere in modo significativo sulla qualità e sulla durata della vita, è possibile infatti che la donna sperimenti manifestazioni acute transitorie, sintomi psicologici, sintomi intermedi e conseguenze a lungo termine.

Registrati a DiLei per continuare a leggere questo contenuto
Bastano pochi click (ed è totalmente gratuito)