Massaggio anticellulite fai da te: benefici e come eseguirlo

Il massaggio anticellulite fai da te riattiva la circolazione e contrasta ritenzione idrica e pelle a buccia d’arancia. Ecco come farlo

Tatiana Maselli Erborista e Editor specializzata in Salute&Benessere

Cos’è e benefici

Il massaggio anticellulite fai da te consente di riattivare la circolazione sanguigna e linfatica, favorire il microcircolo e drenare i liquidi, contrastando il gonfiore alle gambe e la pelle a buccia d’arancia. Per comprendere perché il massaggio è efficace contro la cellulite occorre capire quali sono le cause alla base di questo inestetismo. La cellulite dipende infatti da complessi cambiamenti cellulari, vascolari e fibrosi. Si tratta di una condizione che insorge soprattutto nelle donne dalla pubertà in poi, colpendo soprattutto gambe, cosce e glutei.

Le zone del corpo interessate da cellulite appaiono inizialmente gonfie, arrossate, spesso più fredde rispetto alle aree limitrofe. Questo avviene per disfunzioni legate alla circolazione sanguigna e linfatica che non è in grado di rimuovere le sostanze di scarto prodotte dagli adipociti, le cellule del tessuto adiposo. A causa della sofferenza del microcircolo si verificano dunque alterazioni dei tessuti e della permeabilità vasale. Il liquido fuoriesce dalle cellule e si accumula all’esterno creando infiammazione. I fibroblasti (cellule del tessuto connettivo) vengono stimolati e si ha iperproduzione della fibra connettivale, che modifica così la struttura dei tessuti inglobando le cellule adipose in nodi visibili come buchi sulla pelle. A questo punto si instaura un circolo vizioso poiché i noduli strozzano ulteriormente i vasi, rallentando ancora di più il microcircolo. Per questo motivo, in assenza di interventi, la cellulite non regredisce e anzi tende a peggiorare sempre più fino a raggiungere uno stadio irreversibile.

Il massaggio anticellulite mira a migliorare la circolazione, così da favorire gli scambi tra i piccoli vasi sanguigni e ristabilire il corretto funzionamento metabolico delle cellule. Se eseguito nel modo giusto e con costanza, il massaggio consente di drenare i liquidi in eccesso, riducendo nel tempo il gonfiore e la cellulite.

Come eseguirlo

Il massaggio anticellulite è un trattamento di prima scelta contro la cellulite ma, perché sia efficace, deve essere eseguito nel modo corretto e l’ideale sarebbe affidarsi a mani esperte. Se però questo non è possibile, si può ricorrere al massaggio fai da te, prestando attenzione ai movimenti da effettuare. Nel massaggio anticellulite, il tocco deve essere leggero e non è necessario premere o pizzicare la pelle: è sufficiente eseguite movimenti circolari muovendo le mani dal basso verso l’alto a partire dai piedi, risalendo poi verso le caviglie, le gambe e le cosce, fino ad arrivare ai glutei. Per effettuare l’automassaggio inizialmente ci si siede con le gambe semi distese e le ginocchia leggermente piegate su una superficie comoda, ad esempio sul letto o sul divano, così da riuscire a raggiungere agevolmente caviglie e gambe. Quando si arriva a fianchi e glutei l’automassaggio può essere effettuato sdraiandosi su un lato o sistemandosi in piedi.

Generalmente il massaggio anticellulite si effettua con oli vegetali che, oltre a ridurre l’attrito e favorire i movimenti delle mani, ammorbidiscono la pelle e possono veicolare ingredienti attivi capaci di contrastare ritenzione idrica e buccia d’arancia. All’olio vegetale si possono infatti aggiungere ingredienti naturali dalle proprietà vasotoniche, capace di migliorare il tono dei vasi sanguigni, ridurre la permeabilità e favorire il riassorbimento dei liquidi. Per aumentare la permeabilità cutanea è consigliabile effettuare il massaggio anticellulite dopo aver sottoposto la pelle a temperature maggiori di quella ambientale, ad esempio dopo un bagno caldo, la sauna o il bagno turco o dopo aver effettuato uno scrub.

Olio da massaggio anticellulite

Per effettuare massaggi anticellulite è possibile utilizzare oli da massaggio preparati in casa con ingredienti naturali. Gli oli da massaggio si realizzano infatti con olio vegetale e oli essenziali. È sufficiente procurarsi una bottiglia in vetro scuro da 50 millilitri ben pulita e asciutta e riempirla con un olio vegetale o con una miscela di più oli. Si possono ad esempio scegliere olio di mandorle dolci, olio di girasole, olio di vinaccioli, olio di riso o cera liquida di jojoba, tutti facilmente reperibili nelle erboristerie o nei negozi di alimentari. Dopodiché si aggiungono da uno a tre oli essenziali, fino a un massimo di 50 gocce. Gli oli essenziali più utilizzati negli oli da massaggio anticellulite sono quelli di cipresso, menta, rosmarino, limone, arancio dolce e pompelmo. Infine, si chiude la bottiglia e si agita leggermente, la si etichetta indicando la lista degli ingredienti utilizzati e la data di preparazione e si attende un giorno. L’olio da massaggio si conserva a temperatura ambiente per tre mesi, lontano da fonti di luce e calore.

Prima di procedere con il massaggio, si consiglia di effettuare un bagno caldo seguito da un trattamento esfoliante. Come per l’olio da massaggio, anche lo scrub può essere fai da te, semplicemente mescolando tra loro una parte di sale grosso da cucina e tre parti di olio di oliva. Lo scrub va massaggiato sulla pelle bagnata e si risciacqua con acqua e sapone. Il massaggio va poi eseguito sulla pelle asciutta, versando una piccola quantità di olio da massaggio sul palmo delle mani. L’olio va poi massaggiato fino ad assorbimento. Per ottenere risultati apprezzabili, il massaggio anticellulite dovrebbe essere effettuato da una a tre volte alla settimana associandolo a una buona alimentazione e a uno stile di vita sano e attivo.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Massaggio anticellulite fai da te: benefici e come eseguirlo