Dieta raw, riduci le calorie e perdi peso. Cibi ammessi e proibiti

Basato sull'assunzione di cibi crudi e non trasformati, questo regime alimentare può rivelarsi prezioso per la forma fisica

La dieta raw, che prevede l’assunzione di cibi crudi, è realtà da tantissimo tempo. Negli ultimi anni, però, è cresciuta notevolmente in popolarità. Come funziona? Ricordiamo innanzitutto che sono considerati alimenti crudi i cibi che non sono mai stati riscaldati a una temperatura compresa tra i 40 e i 48°C. Molto importante è che non siano pastorizzati, trattati con pesticidi o elaborati in generale.

Attenzione: quando si parla di dieta raw, i cibi vengono in qualche modo modificati rispetto al loro stato naturale. Si tratta ovviamente di metodi di preparazione alternativi alla cottura. In questo novero è possibile includere la germinazione, la spremitura, la miscelatura e la disidratazione.

Considerata dai suoi fautori un’ottima alternativa per ridurre l’apporto calorico e per perseguire gli obiettivi di calo ponderale, dovrebbe essere caratterizzata da un ampio spazio dato a frutta fresca, verdure crude, semi, germogli, alimenti fermentati, carne secca, uova crude, carne e pesce crudi.

Quali sono, invece, gli alimenti che è meglio evitare? Innanzitutto la frutta e la verdura cotta. Se si ha intenzione di seguire i principi della dieta raw, è bene eliminare dai propri pasti anche i semi tostati e, ovviamente, i prodotti da forno. Proseguendo con l’elenco degli alimenti che non dovrebbero essere compresi nei menu di questo regime alimentare ricordiamo il tè e il caffè, la pasta, le bevande alcoliche.

Sui benefici della dieta raw è aperto da anni un vivace dibattito scientifico. Da un lato, si sa che la cottura riduce la quantità di alcuni nutrienti preziosi per la salute, come per esempio la vitamina C (a dimostrarlo ci ha pensato uno studio del 2013 i cui dettagli sono stati pubblicati sulle pagine dell’International Journal of Scientific & Technology Research). Dall’altro, invece, si è ormai da tempo a conoscenza del fatto che, cuocendo i cibi, si incrementa la biodisponibilità di antiossidanti portentosi, tra i quali spicca il licopene.

Un’altra cosa certa è il fatto che, seguendo questa dieta, si limita fortemente l’assunzione di alimenti trasformati industrialmente che, in virtù della loro ricchezza in zuccheri semplici, sono tutto tranne che salutari e utili ai fini della perdita di peso. Qual è il menu tipo di chi segue la dieta raw?

A colazione si può portare in tavola uno smoothie di frutta e semi di Chia, mentre come spuntino va benissimo dell’hummus con delle carote. Per quanto riguarda il pranzo, una buona alternativa può essere l’insalata mista. Per la cena, invece, si può optare per una zuppa di pomodoro crudo.

Quali sono gli effetti sul peso di un regime alimentare basato sull’assunzione di cibi crudi? Interessanti a tal proposito sono i risultati di uno studio i cui dettagli sono stati pubblicati sulla rivista Annals of Nutrition Metabolism. Condotto da un’equipe dell’Istituto di scienze nutrizionali Justus Liebig dell’Università di Giessen (Germania), ha permesso di scoprire che il consumo di una dieta a base di cibi crudi è associata a un elevato calo ponderale. Questo schema alimentare può comportare anche effetti indesiderati di portata non indifferente per la salute, come per esempio l’amenorrea.

Alla luce di ciò, è fondamentale chiedere consiglio al proprio medico curante prima di intraprendere la dieta raw, ricordare che si tratta di un regime alimentare non sostenibile a lungo termine e valutare con lo specialista la possibilità di assumere integratori di vitamina D e vitamina B12.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Dieta raw, riduci le calorie e perdi peso. Cibi ammessi e proibiti