Dieta pescetariana, sgonfi la pancia e dimagrisci

Caratterizzata dall'aggiunta di pesce e frutti di mare allo schema alimentare vegetariano, questa dieta comporta diversi benefici per la salute

La dieta pescetariana è un regime alimentare che permette di sgonfiare la pancia e di perdere peso.

In concreto, chi segue questa dieta aggiunge pesce o frutti di mare a uno schema alimentare di base vegetariano. Sono numerose le ragioni per cui alcune persone decidono di seguire una dieta pescetariana. Si va dalla volontà di minimizzare l’impatto ambientale delle proprie abitudini quotidiane, fino a quella di sfruttare al massimo i benefici del pesce per la salute del cuore.

Grazie alla dieta pescetariana – il termine in questione è stato coniato negli anni ’90 – è possibile apprezzare numerosi vantaggi. Tra i principali, va citato il maggior apporto di grassi omega 3. Da non dimenticare è anche quello di proteine. Quando si segue una dieta vegetariana, soddisfare al meglio il fabbisogno di questi principi nutritivi è infatti difficile.

Da non trascurare è anche il fatto che, mangiando pesce, è possibile assumere più vitamina B12, fondamentale per prevenire l’anemia e per rinforzare le ossa, ma anche più selenio, minerale essenziale per la funzionalità tiroidea.

Come ricordato dagli esperti di Humanitas, il pesce è in generale meno ricco di calorie rispetto alla carne. Questo permette a chi segue la dieta pescetariana – nota anche come pesco vegetariana – di avere un BMI generalmente inferiore rispetto a quello di chi, invece, ha una dieta onnivora e caratterizzata quindi anche dalla presenza di carne.

Da tenere presenti sono anche alcuni piccoli contro, come per esempio i costi non certo bassi a cui si va incontro comprando il pesce fresco. Inoltre, bisogna specificare che alcuni pesci, soprattutto le specie più grandi, sono caratterizzati dalla presenza di mercurio. Tra i più rischiosi a tal proposito è possibile ricordare il pesce spada e lo sgombro, che andrebbero evitati in età fertile, in gravidanza e in allattamento.

Vediamo ora il menu di un’ipotetica giornata di chi segue la dieta pescetariana. Per colazione, si può portare nel piatto un’omelette, accompagnata da  100/150 grammi di frutti di bosco. Come spuntino va invece benissimo della frutta secca.

A pranzo, si può optare per un’insalata mista con l’aggiunta di qualche cubetto di feta, mentre per lo spuntino del pomeriggio spazio alla frutta fresca. Quando arriva il momento della cena, un’ottima idea può essere quella di portare in tavola del merluzzo cucinato al forno (massimo 150 grammi). Prima di iniziare la dieta pescetariana, è opportuno consultare il proprio medico curante.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Dieta pescetariana, sgonfi la pancia e dimagrisci