Dieta con momordica per tenere sotto controllo la glicemia

Considerato tra i più amari al mondo, questo frutto è tra i migliori alleati naturali quando si parla di prevenzione del diabete

Tenere sotto controllo la glicemia è molto importante ai fini della salute. Fondamentale a tal proposito è scegliere bene quello che si mangia. I cibi che permettono di migliorare i valori glicemici sono diversi e tra questi è possibile citare la momordica.

Conosciuta anche con il nome di Momordica charantia, appartiene alla famiglia delle Cucurbitaceae ed è annoverata tra i frutti più amari al mondo. Tipico delle aree tropicali e subtropicali del pianeta, questo frutto è prodotto da una pianta che si inerpica in una maniera molto simile a quella della vite. Viene raccolto attorno a settembre, possibilmente prima che raggiunga il culmine della maturazione.

Tra i motivi per cui vale la pena aggiungerlo alla dieta è possibile ricordare la presenza di nutrienti preziosi per la salute come le fibre, i flavonoidi (in particolare luteina e zeaxantina), le vitamine (troviamo soprattutto l’acido ascorbico) e l’acido folico.

Come sopra ricordato, la momordica è un frutto molto utile per tenere sotto controllo la glicemia. Il motivo di questo importante beneficio è legato alla presenza di polipeptide-p, sostanza con funzioni ipoglicemizzanti e con caratteristiche molto simili a quelle dell’insulina.

In virtù di quanto appena specificato – e come ricordato anche da questo studio del 2017 condotto da un’equipe dell’Università di Nanchang in Cina – la momordica è stata per lungo tempo utilizzata dalla medicina popolare come alternativa naturale per il trattamento del diabete mellito.

Quando si chiama in causa questo frutto è essenziale, come già evidenziato, citare anche la presenza di diverse sostanze antiossidanti, grazie alle quali si può parlare di efficacia relativa alla prevenzione dei tumori e al miglioramento dell’efficienza del sistema immunitario.

Per apprezzare le proprietà della momordica è possibile fare riferimento a diverse alternative. Tra queste ricordiamo la tisana, così come la spremuta (la si può preparare autonomamente, ma anche acquistare il succo in erboristeria).

Tra le controindicazioni legate all’assunzione di questo frutto va citata la gravidanza per via del rischio di andare incontro a contrazioni uterine. Se si assumono farmaci ipoglicemizzanti è bene consultare il proprio diabetologo di fiducia prima di provare la momordica, in quanto avere a che fare con cali glicemici importanti può provocare degli effetti collaterali fastidiosi.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Dieta con momordica per tenere sotto controllo la glicemia