Conosci davvero gli alimenti più ricchi di calcio: vediamoli insieme

Il calcio è contenuto in tantissimi alimenti presenti sulla nostra tavola, latticini e insospettabili verdure

Il calcio è un minerale estremamente necessario per lo sviluppo dell’organismo umano, in quanto è responsabile della formazione e del mantenimento dello scheletro in buone condizioni. Per questo motivo, è molto utile in tutte le fasi della vita, da quando si è lattanti fino all’età della vecchiaia, periodo in cui le ossa, a causa di un metabolismo precario, diventano più fragili. Il fabbisogno, dunque, varia di età in età, a seconda anche di fattori come eventuali malattie o condizioni particolari.

In Italia, l’apporto medio giornaliero di calcio risulta abbastanza basso e insufficiente a soddisfare il fabbisogno: se ne assumono mediamente 820 milligrammi al giorno, e un consumo così basso può sfociare in una carenza, che si manifesta con varie patologie alle ossa. Un consumo eccessivo di calcio è pressoché impossibile, e potrebbe solamente alterare l’assorbimento di altri sali minerali o, in percentuale minore, causare problemi ai reni.
Il calcio, come è risaputo, è contenuto per la maggior parte nei latticini, in particolare in quelli stagionati, con un massimo di 1169 milligrammi ogni 100 grammi di prodotto. In yogurt e prodotti freschi, compreso il latte, la quantità di circa 120 milligrammi ogni 100 grammi.

Gli ortaggi, ad esclusione della frutta, occupano il secondo posto nel podio del contenuto di calcio. Purtroppo si parla di alimenti, soprattutto le erbe aromatiche, il cui consumo ridotto non consente di assimilare molto calcio. Tuttavia, si può provvedere a portare in tavola piatti più saporiti con basilico, salvia, menta e rosmarino.
Per quanto riguarda le verdure più comuni, il calcio si trova in radicchio, agretti, spinaci, cicoria e foglie di rapa, in una quantità di massimo 170 milligrammi per 100 grammi. I legumi arrivano subito dopo: che si tratti di prodotti freschi o disidratati, troviamo il calcio nei fagioli, nei ceci e nella soia.
E’ presente una buona concentrazione di calcio anche nei cereali (e nei vari derivati come pane, pasta e biscotti) e nei semi oleosi, nonostante il loro consumo marginale: sesamo, lino, chia, girasole e zucca sono una miniera d’oro.

Carni e pesci sono in fondo alla classifica, ma spiccano soprattutto i molluschi; il calcio contenuto invece nelle carni fresche, conservate o nelle frattaglie è incredibilmente più basso rispetto alla percentuale nel pesce.

Immagini: Depositphotos

Conosci davvero gli alimenti più ricchi di calcio: vediamoli ins...