Dieta del guerriero: elimini le tossine e smaltisci i chili

Un regime alimentare dietetico, fatto di due fasi quotidiane, che libera il guerriero che è in noi e ci fa dimagrire

Quando la prova costume si avvicina, è tempo di iniziare una dieta, meglio ancora se si tratta di un regime alimentare equilibrato che favorisce il benessere del corpo.

È il caso della “dieta del guerriero”, un percorso che permette di eliminare le tossine e smaltire i chili di troppo attraverso un regime alimentare fatto di due fasi quotidiane. Ma cos’è la Dieta del Guerriero? E perché tutti ne parlano?

Questa dieta è stata proposta più di dieci anni fa da Ori Hofmekler. Nel suo libro “The Warrior Diet”, l’autore ha affrontato il delicato tema dell’alimentazione, suggerendo un regime alimentare alternato in due fasi: sotto-alimentazione e sovra-alimentazione.

Secondo Ori Hofmekler, alternando questi momenti e mantenendo uno stile di vita attivo con l’esercizio fisico, anche se moderato, si ottiene un ritorno al nostro spirito primordiale, ovvero quello del guerriero. Questo atteggiamento favorisce il vigore e la forza, fisica e mentale, e mantiene attivo il metabolismo.

Nel concreto, la dieta del guerriero prevede, nell’arco della giornata, due momenti specifici in cui consumare determinati alimenti. Il primo, quello di sotto-alimentazione riguarda le prime venti ore della giornata, ossia dal risveglio fino all’ora di cena.

È proprio durante questa fase che si deve depurare il corpo e limitare l’apporto energico bevendo molta acqua. Hofmekler suggerisce di consumare centrifugati disintossicanti e diuretici a base di spinaci, mela verde e ananas.

La seconda fase invece, quella della sovra-alimentazione, coincide con il pasto serale. Secondo la dieta del guerriero, durante la cena, è possibile alimentarsi senza badare troppo alla quantità, fino a sentirsi sazi.
 Ovviamente ci sono degli accorgimenti, soprattutto nella scelta dei cibi. Secondo Hofmekler infatti è opportuno scegliere alimenti di diversi gruppi alimentari e consumare verdure fresche e alimenti proteici.
 Un esempio? Potete prepararvi una bistecca con zucchine e insalata mista e se avete ancora fame aggiungere del formaggio o delle uova.

Secondo il libro “The Warrior Diet”, quello che differenza questo regime alimentare da quelli più comuni, come la dieta mediterranea, è proprio la condizione mentale e fisica che si viene a creare quando ci si rapporta al cibo con questo atteggiamento, da guerriero appunto.

Il consiglio è sempre quello di rivolgersi ad uno specialista prima di iniziare qualsiasi dieta.
Pronte a scatenare il vostro istinto da guerriere?

Dieta del guerriero: elimini le tossine e smaltisci i chili