Back to the Nineties: ecco i capi che hanno fatto la storia degli anni ’90

Tra abitini e jeans, ecco i capi iconici che hanno fatto al storia degli anni '90 (e che, attenzione attenzione, stanno tornando di moda!)

Foto di Angela Inferrera

Angela Inferrera

Fashion blogger e esperta green

Gli anni ’90 hanno segnato in modo molto preciso la storia della moda. Alcuni dei capi di quegli anni ancora oggi sono fonte di ispirazione per gli stilisti e spesso ci vestiamo strizzando l’occhio a quella decade senza nemmeno saperlo. Ecco una serie di capi iconici degli anni ’90 che possiamo indossare anche oggi, senza sfigurare neanche un po’!

Moda anni ’90: i trend

In quegli anni ci sono stati alcun personaggi che hanno segnato davvero la storia della moda e che hanno consacrato alcuni dei capi di abbigliamento di quel periodo come pezzi icona. Parlo di top model come Kate Moss, con la sua bellezza sottile e imperfetta, e Naomi Campbell, statuaria e divina, ma anche di attrici come Jennifer Aniston e i suoi capelli copiatissimi, Gwyneth Paltrow e il suo stile in toni pastello, Winona Rider e il suo taglio scuro sulla pelle diafana.

Questi personaggi, insieme a band come le Spice Girls, sopra le righe ed esagerate ciascuna a proprio modo, i Nirvana o i Take That e a serie TV come Beverly Hills 90210 e Melrose Place hanno contribuito a formare un certo tipo di gusto fashion soprattutto tra i ragazzi. Quali erano i capi feticcio? Eccone qui qualcuno che ha attraversato indenne quasi 30 anni di storia della moda!

I capi iconici anni ’90: i jeans a vita alta

I jeans a vita alta sono uno dei capi più anni ’90 i tutti. Da portare rigorosamente morbidi, non fascianti e con la camicia o il top infilati dentro. Se siete invece delle super fan delle tendenze e volete far le cose fatte per bene, potete abbinarli ad un crop top che lasci a vista una ragguardevole porzione di pelle. Astenersi freddolose!

Moda anni 90, i capi iconici

Gli abiti sottoveste che hanno fatto storia

Erano praticamente la divisa di Kate Moss, perfette per i fisici esili e con poco seno, perché andrebbero portati senza reggiseno (sono sincera: il capezzolo a vista non mi fa impazzire: occhio soprattutto se la scegliete in raso chiaro, perché da questo punto di vista è impietoso!).

Cosa mettere sopra gli slip dress? Una giacca in denim o un maxi cardigan tricot. Ai piedi, se le gambe sono un vostro punto di forza, un paio di anfibi portati morbidi, altrimenti con le sneakers non sbagliate mai. Un modello su tutti? Le Superga in tela!

Moda anni 90, i capi iconici

Le camicie a quadri in stile grunge

La camiciona a quadri, rigorosamente over, è un pezzo very very Nineties. Si portava in cotone o in flanella, un po’ stile boscaiolo, coloratissima e molto casual. Oggi portatela sopra ai jeans con sotto una t-shirt o una canotta che riprenda il colore del quadro, oppure sopra all’abito sottoveste. Un consiglio: arrotolate le maniche per alleggerire l’insieme!

Moda anni 90, i capi iconici

Le scarpe con la suola XXL

Negli anni ’90 c’erano le Buffalo, oggi ci sono i kombat boots (anche se ho visto qualche modello simil Buffalo in giro…). Tutte le Spice Girls li indossavano a parte Victoria (Beckham) Posh Spice e imperversavano nelle scuole superiori. Mi volete sincera? Meglio i kombat boots del 2020! Un’altra alternativa validissima ancora oggi sono gli anfibi, i Doc Marten’s su tutti.

Moda anni 90, i capi iconici

L’ombelico in vista, per forza

L’ombelico a vista era un grandissimo trend degli anni ’90, le cui pioniere erano Britney Spears e Christina Aguilera, che hanno aperto le porte alle tendenze che hanno caratterizzato poi gli anni 2000. Va da sé che per sfoggiare l’ombelico al vento fossero necessari i pantaloni a vita relativamente bassa e top che arrivavano a coprirlo appena, con buona pace delle mamme, delle nonne e delle maglie della salute. Mi permetto di essere sincera anche qui: i pantaloni a vita bassa sono quanto di meno donante sia mai stato inventato nella storia della moda. Valorizzano veramente solo chi ha fisico davvero esile e baricentro molto alto. Siamo proprio certe di voleri far tornare in auge?!