Dieta 16:8, digiuno a intervalli regolari. Come funziona

Vi sveliamo i segreti della dieta 16:8, che consente di dimagrire grazie al digiuno ad intervalli regolari

Il segreto delle star per tornare in forma? La dieta 16:8, che prevede il digiuno ad intervalli regolari.

L’ultima moda in fatto di regimi alimentari arriva da Hollywood, dove celebrity come Jennifer Lawrence e Hugh Jackman hanno iniziato a seguire la dieta ideata da Julia Shatzel. Il principio su cui si basa è molto semplice. Secondo il medico californiano le ore che compongono la giornata dovrebbero essere organizzate in questo modo: 16 di digiuno e 8 di alimentazione.

La dieta è piuttosto rigida e non è indicata per chi soffre di particolari patologie oppure ha difficoltà a rinunciare a spuntini spezza-fame nel corso della giornata, ma soprattutto andrebbe seguita sempre con l’aiuto di uno specialista. Si inizia con una colazione liquida – tisana o tè verde -, seguita da un piccolo spuntino a pranzo. Nel pomeriggio vengono assunti nuovamente liquidi, mentre la cena deve essere leggera e consumata entro le 22. Sono ammessi solamente alcuni alimenti, fra cui verdura, frutta, cereali integrali e proteine magre, mentre sono banditi zuccheri raffinati e insaccati.

Nonostante ciò la dieta 16:8 è piuttosto flessibile, questo perché Julia Shatzel consiglia a chi la segue di rinunciare a mangiare nei pasti in cui si avverte meno il senso della fame. Per essere davvero efficace, la dieta del digiuno intermittente andrebbe seguita una settimana al mese e sino a due mesi di seguito. Chi la apprezza è convinto che sia ottima perché aiuta a dimagrire senza compromettere in alcun modo la massa muscolare. Ciò significa che si perde solamente il grasso in eccesso e si aumenta il metabolismo. Inoltre digiunare aiuterebbe a depurare l’organismo, eliminando scorie e liquidi in eccesso.

Questo regime alimentare si basa su alcuni principi scientifici. Il digiuno infatti agisce sul metabolismo ormonale, favorendo la secrezione dell’ormone GH, che aiuta a bruciare i grassi in eccesso nell’organismo. La dieta è ancora più efficace se accompagnata da un’attività fisica moderata e da un consumo di almeno due litri di acqua al giorno.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Dieta 16:8, digiuno a intervalli regolari. Come funziona