Dieta con segale, ricca di fibre per l’intestino sano

Cereale appartenente alla famiglia delle Poaceae, la segale ha un profilo nutrizionale di ottima qualità

Quando si parla della segale si inquadra un cereale appartenente alla famiglia delle Poaceae e contraddistinto da un apporto energetico di circa 188 calorie a porzione. Non adatto all’alimentazione di chi soffre di celiachia, questo cereale si contraddistingue per la presenza di benefici che vale la pena approfondire.

Tra i principali troviamo senza dubbio la ricchezza in fibre, nutrienti notoriamente portentosi quando si tratta di ottimizzare la regolarità intestinale. Le proprietà delle fibre sono da sempre al centro dell’attenzione della scienza. Degno di nota tra i tanti lavori di ricerca è questo studio del 2013, condotto da un’equipe scientifica attiva presso l’Università Svedese di Scienze Agrarie di Uppsala (Svezia).

Gli esperti che l’hanno gestito, partendo da presupposti che vedono l’assunzione di cibi integrali e di fibre alimentari associata a un peso corporeo inferiore, hanno studiato l’impatto della dieta ricca di fibre provenienti dal pane di segale su un campione di 10 pazienti sottoposti a intervento chirurgico di ileostomia.

A un follow up di due settimane, è stato possibile scoprire che una dieta ricca di fibre del pane di segale, in virtù dell’influenza sull’assorbimento dei nutrienti nell’intestino tenue, è in grado di avere un impatto positivo maggiore sul peso rispetto all’alimentazione caratterizzata invece da un’ampia assunzione di cibi raffinati e da un basso contenuto di fibre.

I motivi per cui vale la pena introdurre la segale nella dieta non finiscono certo qui! Questo cereale – che grazie sempre al contenuto di fibre rappresenta un prezioso alleato del controllo della glicemia – è contraddistinto dalla presenza di beta-carotene, il che rappresenta un importante vantaggio per chi, partendo da quello che mette nel piatto, punta a prendersi cura anche della bellezza della pelle.

Non c’è che dire: la segale ha davvero un profilo nutrizionale particolare, noto pure per la presenza di vitamina E. Fonte di vitamine del gruppo B e di diversi minerali – tra i quali troviamo il calcio, così come gli antiossidanti manganese e selenio – questo cereale non interferisce con l’azione di alcun farmaco.

Per togliersi i dubbi in merito, la cosa migliore da fare è chiedere consiglio al proprio medico curante. In mancanza di controindicazioni non rimane che sbizzarrirsi in cucina, preparando gustose minestre o utilizzando la segale per preparare dell’ottimo pane fatto in casa.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Dieta con segale, ricca di fibre per l’intestino sano