Dieta con pesche: antiossidante e protegge occhi e cuore

Deliziosamente zuccherini, i frutti della pianta Prunus persica sono versatili in cucina e ricchi di nutrienti preziosi per la salute

Tra le regine della tavola della bella stagione, le pesche sono caratterizzate da benefici che è utile conoscere. Frutti della pianta Prunus persica, sono caratterizzate dalla presenza di antiossidanti preziosi per la salute. Come specificato dagli esperti del gruppo Humanitas, quando si parla delle pesche è possibile chiamare in causa la vitamina C, così come la vitamina E e la vitamina A.

Disponibili in Italia soprattutto da giugno a settembre, le pesche, in virtù della presenza di vitamina A (in 100 grammi di frutto possiamo trovare circa 325 UI di questo nutriente), possono essere considerate delle alleate importanti dell’efficienza visiva. Passare in rassegna le loro proprietà significa considerare pure il contenuto di ferro, cruciale per la produzione di globuli rossi e per il trasporto dell’ossigeno ai tessuti del nostro corpo.

Da non trascurare è pure la presenza di potassio. Questo minerale è fondamentale per la regolarità della pressione arteriosa e, di riflesso, basilare per la salute del cuore. Come non citare il fluoro, il cui apporto contribuisce tantissimo alla salute delle ossa e dei denti? Un doveroso cenno va poi dedicato ai flavonoidi – p.e. la luteina – e al loro ruolo decisivo nella lotta contro i radicali liberi.

I benefici delle pesche sono da tempo sotto la lente della scienza. Tra i tanti studi effettuati in merito è possibile citare un lavoro di ricerca risalente al 2006 e portato avanti da un’equipe attiva presso il Seoul National University College of Medicine.

Gli esperti appena citati hanno monitorato gli effetti dell’assunzione di estratto di pesca sui profili lipidici e sulla pressione arteriosa di un gruppo di ratti ipertesi. A un follow up di 33 giorni, è stato possibile riscontrare un miglioramento della composizione lipidica e dei fattori di rischio per la salute cardiovascolare.

Non c’è che dire: le pesche sono un meraviglioso concentrato di gusto e salute! Oltre ad analizzare il loro profilo nutritivo, è opportuno conoscere anche le controindicazioni all’assunzione. Tra le principali troviamo l’allergia. Per quanto riguarda le interazioni con i farmaci, in letteratura medica non ne è stata, almeno per ora, evidenziata alcuna. Per togliersi qualsiasi pensiero, prima di introdurre le pesche nella dieta è consigliabile chiedere consiglio al proprio medico curante.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Dieta con pesche: antiossidante e protegge occhi e cuore