Come svegliarsi bene la mattina

Alcuni consigli per fare del proprio risveglio un vero e proprio capolavoro di benessere fisico e mentale

Elisa Cappelli Pilates Trainer, Insegnante Tai Chi e Yoga Taoista, Movimentoterapista Laurea in Filosofia e Master in Giornalismo Internazionale LUISS. Trainer certificata CONI e FIF (Mat base e avanzato). Studia Anatomy in Motion (Gary Ward) e Qi gong.

L’importanza di svegliarsi bene al mattino

I nostri ritmi circadiani sono tutti diversi, come anche le abitudini e le forme apprese. Il risveglio rappresenta un momento importante per l’evoluzione successiva della giornata e la fase in cui ci si avvicina al momento del sonno. L’errore comune sta nell’andare a dormire e nel risvegliarsi avendo sempre vicino il cellulare, che sottopone a stimoli continui e ci rende sempre disponibili alla comunicazione. Dobbiamo sempre cercare di entrare nell’atmosfera migliore, che non significa felice a tutti i costi, ma semplicemente leggera, serena.

La routine quotidiana del mattino potrebbe essere scandita da un saluto alle piante che abbiamo in casa, un saluto al sole, un piccolo momento di raccoglimento e poi una cura verso la nostra pelle e il corpo. Al mattino possiamo integrare con ottime vitamine e bere l’acqua che ci idrata. Via libera alla musica che ci rilassa ma ci dona anche la carica. Se alla sera avete mantenuto una certa calma, vi siete dedicati/e a letture amabili e conversazioni amorevoli o profonde, film rilassanti, studio produttivo, il risveglio diventa morbido e fluido.

Fate del risveglio un rituale e, se condividete il letto e i giorni con qualcuno, riempitevi di coccole e attenzioni.

5 consigli per svegliarsi bene la mattina

Vediamo insieme 5 consigli per svegliarsi bene al mattino e rendere la giornata produttiva, armonica e leggera.

Mattino mobile e flessibile

Una saggia scelta al mattino a digiuno sta nel dedicarsi a esercizi che ci rendono flessibili ed elastici, che richiedono ai muscoli un lavoro non troppo pesante ma di allungamento funzionale. I benefici si sentono per tutta la giornata e ci permettono di riattivare anche a livello dello smaltimento delle emozioni e dei carichi di lavoro fisico o mentale del giorno precedente. Fare movimento dolce e ginnastica al mattino a digiuno ci mette subito a contatto con la nostra parte profonda. Fare ginnastica al risveglio permette di riattivare tutti i muscoli, rendere fluide le articolazioni, affidarci alla saggezza smisurata del corpo.

Silenzio interiore

Fare spazio dentro all’inizio della giornata significa creare uno spazio sacro che permette di svuotare tutto. Non si tratta di una pratica semplice e spesso ci vuole una guida. Dovete pensarvi come artisti che creano il loro giorno a partire da una fonte di silenzio interiore che evade da schemi e programmi mentali. Fare silenzio dentro significa connettersi con la nostra parte profonda e farlo in modo rilevante. Vivere il silenzio significa non provare imbarazzo, non mettersi a pensare a conseguenze, non nutrire preoccupazioni. Per avere una giornata all’insegna della meraviglia, occorre mettersi in contatto con le nostre radici profonde. Il continuo chiacchiericcio mentale non ci aiuta ad andare verso le nostre passioni. Se vi piace andare a ritmo e correre in modo blando a digiuno, potete vivere questo momento come un attimo di pace dove siete in sintonia con il corpo.

Acqua piena di sole

Alla sera potete lasciare una bella brocca d’acqua fuori per fare in modo che si impregni dell’energia solare. Quando vi svegliate, bevetene un bicchiere come fosse davvero un rituale, una preziosa forma di ricarica e idratazione di tutte le cellule. Bere un bicchiere d’acqua esposta al sole ci armonizza, dona gioia, mette in moto, fluidifica, disseta e ci fa iniziare il giorno nuovo col piede giusto. Se arriviamo a bere due bicchieri d’acqua, anche il metabolismo si sveglia e si attiva nel modo adeguato, andando a ricevere lo stimolo per eliminare scorie e tossine e “spegnere” eventuali infiammazioni in corso, oltre a ripristinare l’equilibrio dei processi digestivi.

Non superficializzare le informazioni

Accade tante volte che al mattino leggiamo il giornale e poi durante la giornata ci capita di ascoltare di nuovo delle notizie che abbiamo letto o ascoltato. Sembra davvero irrilevante come dettaglio, ma spargere notizie imprecise, lette frettolosamente, porta via tempo ed energia e ci rende anche bersaglio di persone che esprimono i loro pareri su cose che sanno solo parzialmente. Occorre rallentare e darsi il potere di volersi informare con precisione per essere poi anche in grado di sostenere un discorso tra amici o colleghi o confrontarsi con il partner. Le persone che non si fermano alla superficie ma approfondiscono sono di fatto motivate, riflessive, conoscono il valore del tempo e sanno che a volte la pesantezza deriva dalla fretta. Cercate di non fare subito scorpacciata di parole e pettegolezzi, gossip e informazioni imprecise. Mantenete una vostra “rotta” rispetto a quel che vi interessa conoscere e rispetto a che livello vi interessa farlo.

Il rito della sera prima e della colazione

A essere onesti sarebbero due riti, ma si fondono molto bene e danno un aspetto continuo alla giornata che finisce e quella che inizia. Pianificare la vostra giornata successiva prima che finisca quella precedente vi rende sereni e morbidi. Non significa legarsi a uno schema di quel che si pretende accada il giorno dopo, ma avere una piccola “scaletta” di quel che potrebbe accadere, vogliamo far accadere, dovremmo risolvere o portare a compimento. Fate colazione con calma, masticate lentamente e sappiate che quel che introducete a colazione determina gran parte dell’energia che consumate durante il giorno.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Come svegliarsi bene la mattina