Come disintossicare il corpo dai metalli pesanti: cibi e minerali

I metalli pesanti sono presenti sulla terra in natura o vengono prodotti con fenomeni come le eruzioni vulcaniche o le maree, ma l’uomo purtroppo, contribuisce pesantemente a produrne di nuovi. Sono quasi tutti altamente tossici, anche se alcuni come rame, selenio e zinco fanno naturalmente parte del nostro organismo e sono importanti per l’equilibrio del metabolismo.

Secondo calcoli scientifici l’inquinamento dell’ambiente in cui viviamo ci rende più o meno tutti intossicati da accumuli di metalli pesanti. E le conseguenze sono allergie e intossicazioni, ma i metalli pesanti possono avere anche effetti cancerogeni o interferenze nel nostro Dna.

Noi entriamo in contatto con i metalli pesanti respirando l’aria inquinata, oppure attraverso l’acqua e il cibo che ingeriamo.

Ma quali sono i metalli incriminati? Normalmente ci si riferisce e a quattro metalli: il mercurio, il cadmio, il piombo e l’alluminio.
Anche se l’elenco è molto più lungo: alluminio, ferro, argento, bario, berillio, cadmio, cobalto, cromo, manganese, mercurio, molibdeno, nichel, piombo, rame, stagno, titanio, tallio, vanadio, zinco, e alcuni metalli con proprietà simili come l’arsenico, il bismuto e il selenio.

Per fortuna però ci sono alcuni alimenti che possono depurare il nostro corpo, bisogna inserirli nel nostra dieta quotidiana se vogliamo depurare il nostro organismo, insieme ad alcuni minerali:
la zeolite, un vero e proprio spazzino dell’organismo se ne consiglia un cucchiaino prima dei pasti,
la bentonite, un’argilla conosciuta da secoli per le sue proprietà curative e il psyllium che depura l’intestino
– l’alga clorella, favorisce l’eliminazione dei metalli pesanti, delle scorie e riduce le reazioni allergiche.

Come disintossicare il corpo dai metalli pesanti: cibi e minerali