L’ansia è tra le cause dei disturbi del sonno

I disturbi del sonno molto spesso sono provocati da stati di ansia, i quali vanno ad incidere negativamente sulla salute del proprio organismo

I disturbi del sonno possono derivare da alterazioni dello stato psicofisico come ansia, agitazione e stress. Capita spesso che non ci si rende conto di aver somatizzato degli eventi o delle situazioni difficili che sono accadute durante la propria vita e questo può sfociare sotto forma di insonnia e difficoltà a dormire. Si tratta di un disagio che riguarda moltissime persone e che in alcuni casi può prolungarsi fino ad influire fortemente sulla salute e sulla propria quotidianità, poiché a lungo andare provoca stanchezza, spossatezza ed evidente irritabilità.

Come fare dunque a comprendere la causa dell’ansia che genera i disturbi del sonno? Il primo passo è infatti quello di stabilire cosa ha originato questi effetti negativi sullo stato emotivo e talvolta captarne i motivi alla radice è un’impresa davvero ardua. Nei casi più difficili è possibile ricorrere all’aiuto di uno specialista per valutare insieme le soluzioni più efficaci. In altri casi invece, molte persone si ritrovano a svegliarsi durante il sonno con attacchi di panico molto invasivi che possono anche causare difficoltà di respirazione.

Altri si ritrovano piuttosto a rigirarsi nel letto innumerevoli volte e a guardare il tempo che scorre in attesa di chiudere gli occhi. E ancora chi, spazientito da tale situazione, non ne può più e preferisce alzarsi, dirigersi in cucina per fare un piccolo spuntino o bere una tisana rilassante con la speranza di alleviare il seccante stato d’insonnia. Questi disturbi del sonno possono manifestarsi a tutte le età con conseguenti occhiaie, palpebre gonfie ed un aspetto costantemente affaticato.

Se la causa di tali circostanze non è di lieve entità come ad esempio rumori invadenti o il partner che russa, è fondamentale provare a contrastare il senso di ansia con dei piccoli e semplici rimedi utili a gestire il controllo di se stessi. Concedersi del tempo aiuterà ad alleviare l’irritabilità e a sentirsi più tranquilli. In primo luogo, una buona attività fisica ed una corretta alimentazione favoriscono l’eliminazione delle tossine dall’organismo e aiutano a scaricare lo stress. Allo stesso tempo un bagno caldo e rilassante sarà un toccasana per distendere i nervi e, perchè no, optare anche per qualche esercizio di yoga si rivelerà utile per focalizzarsi su se stessi e favorire una maggiore concentrazione.

L’ansia è tra le cause dei disturbi del sonno