Pausa pranzo in ufficio, i 5 errori che tutti commettiamo

Portarsi il pranzo già pronto in ufficio è una soluzione pratica ed economica, ma si possono commettere delle leggerezze, ecco a cosa prestare attenzione.

Pranzare fuori casa tutti i giorni è estremamente dispendioso, per fortuna basta vincere la pigrizia e prepararsi qualcosa a casa che possa essere portato in ufficio. Fare la schiscetta, come si dice in milanese, però è meno banale di quel che si può pensare, meglio evitare per esempio questi 5 errori, purtroppo molto comuni.

Ingredienti scadenti
Quando preparate la vostra schiscetta (detta anche gavetta o gamella) evitate di utilizzare ingredienti scadenti: che le verdure siano fresche o cotte da voi e non già pronte e confezionate, che la pasta non sia precotta, ma cucinata in casa il giorno prima, anche i salumi o i formaggi non dovrebbero essere quelli sottovuoto già affettati. Insomma che le materie prime siano di qualità, ci vorrà un po’ più di tempo, ma sarà un beneficio per il palato e la salute.

Non seguire un meal planning
Pensare alla lunch box all’ultimo momento è una pessima idea. Pensateci in anticipo e programmate la spesa da fare e il momento in cui cucinerete le pietanze. Seguite un meal planning, una volta che vi sarete abituati a pianificare i pasti della settimana o del mese, vi sembrerà facile e vi farà risparmiare tempo. Questa accortezza vi eviterà peraltro di cadere nella tentazione di non variare e portare in ufficio sempre la stessa cosa, che alla lunga vi stancherà.

Preparazioni pesanti e caloriche
La pausa pranzo, se fatta con cibi poco calorici e leggeri, può aiutarvi a mantenere il peso forma o a ritrovarlo, tanto che si può parlare di dieta lunch box. Evitare preparazioni pesanti vi permetterà inoltre di non avere la tipica sonnolenza post prandiale.

Mangiare alla scrivania
La pausa pranzo alla scrivania non è salutare, quando mangiate allontanatevi dal computer, se il tempo lo permette e ne avete la possibilità, uscite e andate in un parco. Questa abitudine vi permetterà di staccare, sgranchirvi, far riposare gli occhi (provati dalla ore passati di fronte al computer) e il cervello, in modo da riprendere nel pomeriggio con maggiore slancio, concentrazione e lucidità.

Utilizzare contenitori sbagliati
Fate attenzione anche al contenitore in cui metterete il vostro spuntino, in commercio ce ne sono per tutte le esigenze, di forme diverse, di materiali differenti, per mantenere cibi al fresco o al caldo. Il giusto contenitore preserva gli alimenti al meglio e vi consentirà di godere di tutto il sapore della preparazione.

Pausa pranzo in ufficio, i 5 errori che tutti commettiamo