Totti-Blasi: dopo l’udienza, l’incontro segreto degli avvocati. Le novità sulla trattativa

Il faccia a faccia tra Francesco Totti e Ilary Blasi potrebbe aver portato ad un clima più disteso: cos'è successo dopo l'udienza

L’affaire “guardaroba” ha visto il primo round andare in scena: Francesco Totti e Ilary Blasi si sono incontrati in tribunale per raccontare la loro versione dei fatti per quanto riguarda la sottrazione dei Rolex e la scomparsa della collezione di borse griffate. Poco dopo l’udienza, i loro avvocati si sono incontrati in gran segreto. E tutto ciò fa ben sperare in una risoluzione pacifica della questione legale.

Totti-Blasi: l’incontro segreto degli avvocati

Venerdì 11 novembre si è svolta la prima udienza tra Francesco Totti e Ilary Blasi davanti al giudice della settima sezione civile Francesco Frettoni. La questione ha a che fare con alcuni possedimenti molto preziosi: la conduttrice ha prelevato i Rolex dell’ex calciatore dalla cassetta di sicurezza in cui si trovavano, e lui per rappresaglia le ha fatto scomparire un’ampia collezione di borse e accessori griffati. Quest’ultima è stata però ritrovata dalla stessa Ilary all’interno della spa della loro villa all’Eur, attualmente blindata.

Insomma, si tratta di beni di grande valore (si stima che la collezione di orologi di Totti valga più di 1 milione di euro) sui quali resta da stabilire la proprietà. Il faccia a faccia tra i due ex coniugi non è partito nel migliore dei modi: i due sono arrivati separatamente e non si sono salutati. Lei, tra l’altro, ha sfoggiato una borsa di Chanel appartenente proprio alla collezione trafugata, una frecciata che non poteva certo passare inosservata. Al termine dell’udienza, che si è svolta a porte chiuse ed è durata circa un’ora e mezzo, è successo qualcosa di inaspettato.

Se Totti e Blasi se ne sono andati separatamente, senza parlarsi, i loro avvocati hanno cercato di depistare i giornalisti e si sono incontrati in segreto presso lo studio legale di Antonio Conte (il rappresentante dell’ex calciatore giallorosso), situato nel quartiere Prati. Presenti, dunque, Conte e la sua collaboratrice Laura Matteucci, legali di Francesco, e Alessandro Simeone e Pompilia Rossi per Ilary Blasi. A darne notizia è il Corriere della Sera: “La loro speranza, in questo ritrovato clima di collaborazione, per quanto precaria, è che si possa recuperare un’intesa di massima per la consensuale. Finora ogni tentativo era fallito. Ma forse il clima è un filo più disteso”.

Le novità sulla trattativa Totti-Blasi

Insomma, pare che si sia aperto uno spiraglio per ottenere una risoluzione pacifica della questione “guardaroba” – così è stata chiamata la vicenda che coinvolge collezioni di Rolex e di borse firmate. Sarebbe un’interessante novità, dal momento che negli ultimi mesi i rapporti sono stati decisamente molto tesi, tra i due ex coniugi. “Troppe cose sono state dette e fatte. Difficile dimenticare, per entrambi eppure non si sa mai” – si legge sulle pagine del Corriere. Qualcosa in effetti potrebbe essere cambiato: “L’armistizio provvisorio tra Francesco e Ilary potrebbe riguardare soltanto la contesa borse/orologi. Oppure anche la separazione giudiziale che, con i tempi della giustizia, andrebbe in scena non prima di marzo”.

Nel frattempo, i rapporti all’interno dell’ex coppia d’oro dello showbiz sono molto gelidi. All’uscita dal tribunale, i due non si sono scambiati neanche uno sguardo o un saluto. Ilary se n’è andata assieme a sua sorella Silvia a bordo di un Bmw bianco, mentre Francesco ha di nuovo preso la Smart nera con cui era arrivato. Lui, d’altra parte, ha già voltato pagina e ha iniziato una relazione con Noemi Bocchi, che sembra stia andando a gonfie vele – si parla già di convivenza. La Blasi si sta invece dedicando alla famiglia e alla sua carriera, ritagliandosi molti momenti per se stessa.