Ricky Martin nega le accuse dopo l’ordine restrittivo per violenza domestica

Ricky Martin è stato accusato di stalking e violenza domestica: l'ordine restrittivo e la dichiarazione del cantante

Ricky Martin è stato accusato di violenza domestica e stalking: un giudice ha emesso un ordine restrittivo sabato, come ha dichiarato la polizia. L’ordine, che è stato firmato venerdì, ha allertato le autorità, che hanno cercato la superstar portoricana a Dorado, nella sua villa di lusso, secondo quanto riferito da Alex Valencia ad Associated Press. Tramite i suoi rappresentanti, Martin ha negato qualsiasi accusa nei suoi confronti.

Ricky Martin accusato di violenza domestica: l’ordine restrittivo

Al momento si conosce ben poco della vicenda, raccontata da Page Six. L’ordinanza restrittiva è stata notificata da un giudice di Porto Rico, ed è avvenuta a seguito della denuncia di una violenza domestica. Non è nota l’identità della persona che ha chiesto e ottenuto l’ordinanza, poiché la Legge del Paese è molto specifica ed è dalla parte delle vittime di violenza domestica, proteggendone le generalità.

Tentando di ricostruire la dinamica – scarsa di dettagli, dobbiamo dirlo – l’accusa sarebbe partita da un ex di Martin, con cui ha avuto una relazione per qualche mese. L’informazione è stata ottenuta dal quotidiano portoricano El Vocero, che ha riportato l’anteprima del documento che è stato depositato in Tribunale.

“Le parti sono state legate per sette mesi e si sono separate due mesi fa, ma l’accusato non accetta la separazione e chiama spesso l’accusante. Inoltre, il firmatario lo ha visto gironzolare per la sua residenza in almeno tre occasioni e teme per la sua incolumità“. Di certo, una vicenda che ha allarmato le autorità, che hanno deciso di prendere provvedimenti.

Ricky Martin nega le accuse

Ricky Martin accusato di violenza e stalking
Fonte: Twitter
Ricky Martin, la dichiarazione su Twitter

Ricky Martin ha voluto fermamente negare le accuse rilasciando una dichiarazione mediante i suoi rappresentanti a The Post.  “Le accuse contro Ricky Martin, che hanno condotto a un ordine restrittivo, sono false e fabbricate. Siamo fiduciosi che, quando i fatti verranno fuori, Ricky Martin sarà completamente scagionato.” Oltre alla dichiarazione su The Post, il cantante ha affidato a Twitter un lungo sfogo.

“L’ordine restrittivo si basa su fatti falsi, quindi affronterò il processo con la dignità che mi ha sempre caratterizzato“. Ha anche aggiunto di non poter aggiungere ulteriori dettagli e che è grato dei massaggi di solidarietà e sostegno che ha ricevuto. Telemundo ha anche aggiunto che il denunciante non è il marito di Ricky Martin, Jwan Yosef, con cui è convolato a nozze segrete nel 2017.

L’ordine restrittivo, inoltre, ha impedito al cantante di contattare o chiamare la persona che lo ha presentato. Sarà il giudice a decidere, dopo un’udienza, se l’ordine sarà confermato o revocato, sulla base delle prove e dei fatti che saranno portati in tribunale.

La causa da 3 milioni di dollari dell’ex manager

Non è un momento d’oro per Ricky Martin, dal momento in cui solo la scorsa settimana è stata intentata una causa da tre milioni di dollari contro di lui dall’ex manager, Rebecca Drucker, per alcune commissioni non pagate. La causa di quindici pagine è stata presentata mercoledì: “Martin ha rifiutato di pagare a Rebecca i milioni di dollari in commissioni che le doveva in base al loro contratto”.