Heather Parisi, il passato difficile e la rinascita con Umberto

La splendida Heather Parisi si racconta, tra luci e ombre di una carriera strepitosa

Era ancora una ragazzina, piena di vitalità e con il sorriso stampato sulle labbra, quando Heather Parisi è stata travolta dal successo: da quel giorno la sua vita non è più stata la stessa, ma in quel mondo luccicante dello spettacolo il suo percorso non è stato sempre in discesa.

In una lunga intervista al Corriere della Sera, la splendida artista ha voluto ripercorrere in breve le tappe principali della sua carriera, portando alla luce soprattutto i momenti di maggior difficoltà che ha incontrato sulla sua strada. Nata a Los Angeles, la sua infanzia non è stata molto serena: “Uscendo di casa presto, mi sono salvata. Mio padre l’ho conosciuto davvero solo a 28 anni, sono andata a cercarlo e ho capito che avevo preso per buone tante bugie sul suo conto”. Della sua età più tenera, si è portata dietro solamente tante insicurezze e profonde carenze affettive, che hanno segnato la sua gioventù.

Heather Parisi è arrivata in Italia a 18 anni per riscoprire le sue radici, dal momento che aveva parenti in Calabria. Ed è durante una tappa a Roma che è stata notata da Pippo Baudo, il quale l’ha subito voluta al suo fianco in Luna Park. In quel periodo, la ballerina ha conosciuto un uomo a cui si è legata sentimentalmente, in una relazione profondamente morbosa: “Non ero la brutta gallina americana stupida che lui mi voleva far credere, ero solo molto infelice da tanti anni. […] Ero insicura: non so se per le carenze affettive dell’infanzia, ma di sicuro per la violenza psicologica di un uomo che voleva sminuirmi“.

Per lei, riuscire a liberarsi di questa persona è stato difficilissimo: “Mi diceva: se te ne vai, ti arrestano, sei straniera, sei stupida, chi vuoi che ti creda?” – ha ammesso la Parisi. Per di più, quell’uomo l’aveva lasciata con il conto in rosso, nonostante la showgirl fosse già da diversi anni professionalmente indipendente: “Avevo 24 anni, ero circondata solo da persone viscide e interessate, ma non sono una vittima e ne sono uscita”. Con grande forza di volontà, Heather ha dato una svolta alla sua vita, ma il passato ha lasciato in lei cicatrici profonde.

Per molto tempo, la ballerina ha sofferto di bulimia: ingurgitare cibo e bevande fino a scoppiare e poi correre a vomitare era diventata la sua normalità. E con dolore oggi torna a parlarne: “Lo racconto perché succede a tante ragazze e non basta dire che non lo devi fare. […] Solo con l’amore di mio marito ho capito che mangiare di meno è un modo per amarmi di più“. Sposatasi una prima volta con Giorgio Manenti, da cui ha avuto sua figlia Rebecca, in seguito la Parisi ha avuto una relazione con Giovanni Di Giacomo che le ha dato la sua secondogenita Jacqueline Luna.

Ma è solo accanto ad Umberto Maria Anzolin, con cui è convolata in seconde nozze nel 2013, che Heather ha trovato la serenità tanto sperata. Assieme a lui ha allargato la sua famiglia, ricorrendo alla fecondazione assistita e diventando mamma di due gemelli all’età di 50 anni. E oggi non può che essere orgogliosa del suo cammino, nonostante gli ostacoli che ha dovuto affrontare per arrivare dov’è adesso. Guardando al futuro, non può che esserci un’unica conclusione: “Vorrei invecchiare su un’isola in Cambogia con Umberto, insegnando inglese e danza ai bimbi di strada”.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Heather Parisi, il passato difficile e la rinascita con Umberto