Domenica In, Mara fa commuovere Amadeus. E arriva un’anticipazione su Sanremo

Mara Venier ospita Amadeus a Domenica In, lo fa commuovere e si guadagna le prime anticipazioni su Sanremo 2020

La nuova stagione di Domenica In parte alla grande con una bellissima intervista ad Amadeus, protagonista assoluto della nuova stagione televisiva e da poco nominato direttore artistico del prossimo Festival di Sanremo.

Zia Mara è la prima a raccogliere qualche anticipazione sull’edizione numero 70 del Festival della Canzone Italiana, direttamente da quello che sarà il suo ideatore e che racconta il momento in cui, inaspettatamente, quest’estate gli è arrivata la grande notizia, mentre era in vacanza:

Amo la Spagna, mia figlia vive in Spagna, e in quei giorni ero a Madrid con magliettina e infradito ed ero su una barchetta a remi in un parco. Avevo cellulare spento da tre giorni, l’ho acceso sulla barchetta: ho trovato tantissime telefonate, compresa quella del direttore generale e io ho pensato ‘o mi licenziano o c’è qualcosa d’importante che bolle in pentola’. Ho richiamato Roma e lì, su quella barchetta, ho saputo.

Una gioia e una soddisfazione grandissima per il conduttore, che con la Venier ripercorre le tappe che lo hanno portato a superare un momento buio, dieci anni fa, quando ‘il telefono non squillava più’, e a risalire la china fino ad arrivare al grande traguardo della direzione di Sanremo.

Ho vissuto un periodo difficile che è durato qualche anno e mai all’epoca mi sarei immaginato che anni dopo avrei fatto il direttore artistico di Sanremo. In quel periodo ero consapevole di avere sbagliato alcune scelte ma nel nostro lavoro si sbaglia, e sbagliando si impara. All’improvviso capisci che il telefono non squilla più, che non ti chiamano nemmeno per la sagra della salsiccia. Io però avevo la responsabilità della mia famiglia, dei miei figli, e ho dovuto rimboccarmi le maniche: ho ricominciato da zero a fare provini. È stato un nuovo inizio, quando le cose crollano ci devi mettere il doppio della forza: è bella la prima scalata e la conquista di vetta, ma la seconda volta, quando dalla vetta sei caduto e devi ripartire da zero  e torni comunque in vetta, non ha proprio prezzo.

La risalita inizia con la partecipazione a Tale e quale Show nel 2013, e da allora Amadeus inanella una serie di successi che lo riportano all’apice, fino ad arrivare a Sanremo. E Mara Venier è la prima che riesce a strappare anche qualche anticipazione sul prossimo Festival:

Le prime due serate, il  4 e 5 febbraio saranno dedicate all’ ascolto delle canzoni, giovedì 6 sarà invece una serata con una formula nuova, dedicata alla canzone di Sanremo. Tutti e venti i cantanti in gara sceglieranno una canzone delle varie edizioni del festival, reinterpretandola come vogliono e con chi vogliono (insieme al cantante originale o no). Sarà un omaggio libero e una serata che comunque varrà per la classifica finale.

E sul ruolo che nella kermesse avrà l’amico-collega Fiorello dice Amadeus: “Rosario sa che la porta di Sanremo è aperta per lui: può fare quello che vuole lo sa, è libero, non c’è nemmeno bisogno che mi avvisi.”

Oltre a questo, Amadeus punterà su importanti ospiti internazionali e sul creare un grande show visto che, sottolinea il direttore artistico, l’edizione numero 70 è un anno importante e dunque “sarà un evento nell’evento”.

Insomma, oggi Amadeus è all’apice del successo, ma se la gioia per Sanremo è tanta, i sorrisi e le emozioni più grandi arrivano quando la Venier fa entrare in studio la moglie, Giovanna Civitillo, e il loro piccolo Josè.

La bellissima famiglia Sebastiani commuove lo studio, soprattutto quando Amadeus ripercorre le tappe del suo amore con Giovanna: “Lei mi ha colpito subito per il suo stile, il suo aspetto elegante,” ha raccontato Amadeus, “All’inizio non mi filava proprio e io avevo paura del due di picche quindi ho aspettato un po’ di tempo prima di decidermi a scriverle un giorno, dopo mesi di sguardi in onda e fuori, un bigliettino consegnato da un amico. Le avevo scritto: ‘se ti va prendiamo un caffè insieme’. “

Da quel caffè è nata un’unione che dura da 17 anni, un figlio e consacrato da due matrimoni, uno civile e un altro, quest’estate, religioso.

Sono proprio le immagini delle nozze in chiesa con Giovanna vestita di bianco che pronuncia la sua promessa con la voce rotta dalla commozione, a far venire ancora oggi gli occhi lucidi a marito e moglie. Addirittura Mara Venier si emoziona davanti a tanto amore:

“Quello è un giorno che non dimenticherò mai – racconta il conduttore – sposarmi con mio figlio al mio fianco, con l’altra mia figlia Alice a fare da testimone è stato bellissimo. In chiesa eravamo in tutto diciotto persone: genitori, fratelli e basta. Eravamo noi. E la foto di quel giorno so che sarà un’immagine che in futuro guarderò per ricordare il momento più bello, vissuto tutti insieme.”

L’emozionante intervista non può che finire con la famiglia Sebastiani che intona i grandi successi di Sanremo tra cui quello che descrive meglio forse, questo momento della loro vita: Felicità.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Domenica In, Mara fa commuovere Amadeus. E arriva un’anticipazio...