La Regina Elisabetta torna in pubblico per Filippo: il forfait imperdonabile di Harry

La Regina presenzia alla cerimonia per Filippo, con lei Letizia di Spagna e Alberto di Monaco. Meghan e Harry imperdonabili danno forfait

Foto di Federica Cislaghi

Federica Cislaghi

Royal e Lifestyle Specialist

Dopo il dottorato in filosofia, decide di fare della scrittura una professione. Si specializza così nel raccontare la cronaca rosa, i vizi e le virtù dei Reali, i segreti del mondo dello spettacolo e della televisione.

La Regina Elisabetta, 95 anni, torna in pubblico dopo mesi di assenza per amore del Principe Filippo. Il Duca di Edimburgo viene ricordato a quasi un anno dalla morte con un’imponente cerimonia nella abbazia di Westminster alla presenza dei più importanti Sovrani del mondo. Gli unici a mancare sono Harry e Meghan Markle. Il loro rifiuto è considerato da molti imperdonabile, mentre l’augusta nonna tace sulla cosa.

La Regina torna per amore di Filippo

Come è noto la Regina negli ultimi tempi ha presenziato solo a impegni nel Castello di Windsor dove è stata fotografata dimagrita ma in buona forma mentre incontrava il Primo Ministro del Canada, Trudeau o mentre visitava una mostra allestita nella sua residenza. La Sovrana che ha problemi nella deambulazione e che ha contratto il Covid, da cui è guarita, è sotto stretta sorveglianza dei medici e ha ridotto notevolmente la sua agenda, non presenziando a eventi in pubblico.

Ma ha fatto un’eccezione per il suo Filippo, scomparso il 9 aprile 2021 a 99 anni. Per il Duca di Edimburgo non ci sono stati funerali di Stato, come da lui richiesto, e alle esequie erano presenti solo 30 persone a causa della pandemia. Ma per il primo anniversario della sua morte, la Regina ha voluto celebrare suo marito con un’importante cerimonia, degna di un Principe consorte.

La cerimonia, seguita in diretta dalla BBC, include diversi momenti che Filippo aveva predisposto per il suo funerale ma che lo scorso anno non si erano potuti eseguire, come per esempio l’inno Guide Me, O Thou Great Redeemer o una serie di riti che vengono svolti dal clero di Windsor, Sandringham e Balmoral.

Dunque, dopo 6 mesi lontano dal pubblico, la Regina è arrivata alla Abbazia di Westminster in auto, al suo fianco il Principe Andrea che, coinvolto nello scandalo Epstein, è stato destituito da ogni incarico ufficiale.

Letizia di Spagna e Alberto di Monaco con la Regina

Alla commemorazione sono presenti 1800 invitati. Tra questi Letizia e Felipe di Spagna, quest’ultimo per altro ha legami di parentela con Elisabetta attraverso la Regina Vittoria. C’è Alberto di Monaco che però non è accompagnato da Charlene, unica assente giustificata perché ancora in convalescenza. E ancora il Principe El Hassan bin Talal e la Principessa Sarvath El Hassan di Giordania, che sono vecchi amici della Regina e, forse il più controverso, il Principe ereditario del Bahrain. Invece il Re Harald V di Norvegia è stato costretto a cancellare all’ultimo minuto a causa del Covid-19.

Naturalmente la Famiglia Reale è riunita per l’occasione, in prima fila Carlo e Camilla e William e Kate Middleton, appena tornati dal viaggio nei Caraibi che è stato un trionfo per la Monarchia nonostante le contestazioni per il passato coloniale.

Harry e Meghan Markle: assenza impedonabile

Invece a pesare è l’assenza di Harry e Meghan Markle. Fino all’ultimo si è sperato che i Duchi del Sussex si unissero a Elisabetta per ricordare il Principe Filippo. Ma così non è stato. Questa volta nemmeno Harry è arrivato. Lo scorso anno presenziò solo lui ai funerali del nonno, ma allora la moglie era incinta di Lilibet e non se l’era sentita di fare un viaggio così lungo.

Oggi il motivo che li ha tenuti lontani è un cavillo legale. Harry e Meghan pretendevano la protezione della polizia britannica che però in quanto non più membri attivi della Corona non spettava loro. I Duchi hanno iniziato una battaglia legale e hanno minacciato la Regina che non sarebbero tornati in Gran Bretagna se non avessero ottenuto quello che volevano. Ma i capricci non sono serviti a nulla e la Sovrana non ha ceduto al ricatto. Di conseguenza, Harry e Meghnan non ci sono.

Il loro comportamento ha suscitato non poche polemiche e critiche nei loro confronti. L’esperto in questioni reali, Phil Dampier, ha commentato: “È molto triste che Harry e Meghan non ci siano alla commemorazione del Principe Filippo. Penso che un giorno Harry se ne pentirà. Ha detto che non si sentiva di ritornare senza la protezione di Scotland Yard, ma secondo me questa è una scusa per non incontrare la sua famiglia e ciò indica che le tensioni sono ancora alte. Harry è sempre stato molto affezionato a suo nonno ed è stato profondamente onorato quando ha preso il suo posto come Capitano Generale dei Royal Marines, ma purtroppo non è durato a lungo”.