Folle e irragionevole: la storia d’amore tra Frida Kahlo e Diego Rivera

Così Frida Kahlo e Diego Rivera si sono scelti e accettati, incondizionatamente e reciprocamente, arrendendosi all'amore che li legava

Da lei abbiamo imparato a pretendere un amore folle e irragionevole, ma puro e autentico come null’altro al mondo. È stata lei a dirci che meritiamo un amore che ci voglia spettinate e non lo ha fatto, certo, affidandosi ai racconti o ai romanzi, né tantomeno ai luoghi comuni. No, lei ci ha raccontato quell’amore che ha vissuto davvero.

Imperfetta, intensa e passionale, così può essere descritta la storia di Frida Kahlo e Diego Rivera, due artisti che si sono nutriti reciprocamente nel tempo e, che ancora oggi, sono protagonisti di una storia tanto discussa quanto autentica.

La storia d’amore tra Frida Kahlo e Diego Rivera

Non c’è una persona, nel mondo, che non sappia di loro e che non conosca e riconosca il sentimento che ha tenuto legati Frida Kahlo e Diego Rivera. Folle e irragionevole, la loro storia d’amore non ha nascosto al mondo le gelosie e i tradimenti che si sono susseguiti negli anni. Non potevano stare davvero insieme, né separarsi mai, così si sono presi e arresi a quella passione, così intensa e accecante che ha cambiato per sempre la loro vita, e anche la loro arte.

Diego e Frida: così nacque l’amore

Lei era solo una giovane studentessa di 15 anni, lui un uomo di 36 considerato tra gli artisti più famosi del Paese; a unirli a quei tempi, era la stessa passione per l’arte e la profonda stima di Frida nei confronti di Diego.

Ma questo non poteva bastare, così quando quel giorno la giovane prese i suoi dipinti sotto braccio per mostrarli al muralista messicano, in realtà andò a prendersi quell’uomo che le apparteneva. Così, dopo il secondo divorzio di Rivera, i due iniziarono un’intensa ed eterna storia d’amore suggellata dal matrimonio del 21 di agosto del 1929.

Frida Kahlo e Diego Rivera

Frida Kahlo e Diego Rivera – Fonte Getty Images

L’elefante e la colomba

Libera ed emancipata, Frida era amante della vita nonostante la sofferenza intrisa a causa della sua malattia congenita, la spina bifida, che i genitori e le persone intorno a lei scambiano per poliomielite. Lui un uomo più grande e affermato, ma invalicabile che seppe fare breccia nel cuore della Kahlo. Così nacque, alla stregua di una leggenda, la storia d’amore tra l’elefante e la colomba: due persone così diverse, nell’anima e nel corpo, ma intrinsecamente e inspiegabilmente unite l’una con l’altro.

Due anime ribelli che si sono scelte dall’inizio alla fine. Due persone che si sono trovate e accettate incondizionatamente e reciprocamente, fino a farsi male. Frida e Diego non potevano stare insieme, ma neanche lontani perché ormai il loro incontro aveva cambiato tutto, per sempre.

Gli “incidenti” di Frida

Frida amava Diego e lui l’adorava. Dopo il loro matrimonio del 1929, il desiderio più grande della pittrice era quello di avere un figlio, un sogno spezzato a causa di un gravissimo incidente stradale che la coinvolse in prima persona. Nei suoi diari, la Kahlo scriveva di aver avuto in realtà due grandi incidenti nel corso della sua esistenza: il primo fu quello che le portò gravi conseguenze a livello fisico, il secondo fu l’incontro con Diego Rivera.

Credo che dipenda dal fatto che sono un tantino stupida perché tutte queste cose sono successe e si sono ripetute per i sette anni che abbiamo vissuto insieme e tutte le arrabbiature da cui sono passata sono servite soltanto a farmi finalmente capire che ti amo più della mia stessa pelle e che, se anche tu non mi ami nello stesso modo, comunque in qualche modo mi ami. Non è così?

Frida Kahlo e Diego Rivera

Frida Kahlo e Diego Rivera – Fonte Getty Images

Quei figli mai nati

Frida avrebbe tanto desiderato avere un figlio da Diego, ma le tre gravidanze sfociarono in altrettanti aborti. Nel 1932 mette su tela il trauma della mancata maternità dipingendo “Ospedale Henry Ford” o “Il letto volante”. Frida non diventerà mai madre a causa dei problemi alla schiena e al bacino che l’affliggeranno per tutta la vita. Si circonderà dalle sue adorate scimmiette che curerà come figlie nella sua Casa Azul.

Tienimi dentro di te, ti imploro.
Voglio essere la tua casa, tua madre, la tua amante e il tuo figlio…
Ti amerò dal panorama che vedi, dalle montagne, dagli oceani e dalle nuvole, dal più sottile dei sorrisi e a volte dalla più profonda disperazione, dal tuo sonno creativo, dal tuo piacere profondo o passeggero, dalla tua stessa ombra o dal tuo stesso sangue.
Guarderò attraverso la finestra dei tuoi occhi per vedere te.

Il divorzio e l’amore ritrovato

Dopo i tanti tradimenti reciproci, i due scelsero di lasciarsi dopo che Rivera iniziò una relazione con Cristina Kahlo, la sorella di Frida. Ma neanche questo episodio, ai limiti dell’imperdonabile, arrestò il loro amore. I due, infatti, tornarono insieme e si risposarono a San Francisco nel 1940 continuando quell’amore incomprensibile, instabile, ma eterno e indissolubile.

Un’unione che ha dimostrato quanto quell’incontro, e quella vita trascorsa insieme, abbia generato qualcosa di più importante e forte della loro stessa individualità che si è ripercosso, inevitabilmente, sulla loro arte.

Quando Frida morì, nel 1955, Diego ammise: “Ho capito che la cosa più bella della mia vita è stata il mio amore per Frida”.

Frida Kahlo e Diego Rivera

Frida Kahlo e Diego Rivera – Fonte Getty Images

 

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Folle e irragionevole: la storia d’amore tra Frida Kahlo e Diego...