Zanzare: tutto quello che non sapevate sui benefici di questi fastidiosi insetti

Moleste e fastidiose, le zanzare sono da sempre l' incubo delle calde notti estive. Bisogna però sapere, che anche questi insetti hanno un ruolo importante per il nostro ecosistema

Quella delle zanzare è una vasta famiglia di insetti che comprende oltre 3500 specie, diffuse in tutto il mondo. Sono dotate di un apparato boccale molto sofisticato, con cui possono pungere e prelevare fluidi da altri animali. Molte di queste specie sono ematofaghe, cioè in grado di nutrirsi di sangue, sia umano che di altri animali, e sono per questo vettori di numerose malattie, prima tra tutte la febbre Zika di cui si sente tanto parlare nelle ultime settimane. Inoltre la loro puntura è particolarmente irritante, dolorosa e associata ad eruzioni cutanee. Ma allora,ci chiediamo, non sarebbe meglio sterminare completamente questo insetto? A quanto pare, la risposta è no. Sembra, infatti, che la loro eliminazione potrebbe alterare l’equilibrio del nostro ecosistema.

In effetti, non tutti sanno che le zanzare giocano un ruolo importante nel processo dell’ impollinazione: infatti, le uniche a pungere e a nutrirsi di sangue sono le femmine fecondate, e lo fanno solo quando necessitano di un pasto proteico per far maturare le loro uova. Le femmine non fecondate e i maschi, invece, si nutrono del nettare dei fiori e della linfa degli alberi, e per questo le zanzare sono considerate importanti in quanto insetti impollinatori. Ne sono un esempio due orchidee del genere Platanthera, che si riproducono mediante impollinazione, ricevendo il polline proprio dalle zanzare. Inoltre non è noto a tutti che le zanzare sono il principale insetto impollinatore di molte colture tropicali, soprattutto delle piantagioni di cacao: eliminare le zanzare sarebbe quindi dannoso per molte piante, ma soprattutto…non avremmo cioccolato.

L’utilità delle zanzare non si ferma solo alla riproduzione delle piante: questi insetti, infatti, fanno la loro parte anche nella catena alimentare: le larve delle zanzare rappresentano infatti la principale fonte di nutrimento per piccoli animali come pesci d’acqua dolce e anfibi. Le zanzare adulte del genere Aedes, invece, diffuse in Canada e in Russia, rappresentano la principale fonte alimentare degli uccelli migratori. Non bisogna poi dimenticare che le zanzare rappresentano una grossa fetta dell’alimentazione di altri animali predatori, come i pipistrelli e le rane, ma anche di altri insetti, ad esempio i ragni e le libellule. Quindi l’eliminazione delle zanzare risulterebbe nociva anche per questi animali che si troverebbero privi della loro fonte principale di nutrimento, scatenando una reazione a catena che porterebbe allo squilibrio dei vari ecosistemi.

Nonostante questo, le zanzare rappresentano comunque l’animale che uccide di più al mondo, e che continua a mietere un milione di vittime ogni anno. Lo sterminio totale risulta quasi impossibile (vista la diffusione a livello mondiale) e addirittura dannoso per molti esseri viventi. Per ora, l’unica arma che abbiamo contro le malattie trasmesse da questo insetto è la prevenzione dai morsi.

Immagini: Depositphotos

Zanzare: tutto quello che non sapevate sui benefici di questi fastidio...