Dieta, le migliori della settimana dal 28 febbraio al 6 marzo

Sulla dieta ci sono molti falsi miti, che è ora di abbattere: ad esempio, non tutti sanno che la frittura può fare persino bene

Quello che sappiamo sulle diete e sul dimagrimento non sempre corrisponde al vero: per questo motivo può capitare che i nostri sforzi (a volte davvero estenuanti) siano del tutto inutili. Per ottenere risultati soddisfacenti – sia sul piano del benessere che su quello della bilancia – dovremmo seguire i consigli degli esperti. Potrebbe rivelarsi l’occasione per scoprire trucchetti insospettabili.

Frittura, perché fa bene alla salute

Altro che cibo lesso: il benessere passa attraverso la frittura. Può sembrare una vera e propria contraddizione: siamo abituati da sempre a sentirci dire che il fritto è quanto di peggio ci sia per la dieta. Ma – a determinate condizioni – è persino più salutare della bollitura. A rivelarcelo è la dott.ssa Chiara Manzi, nutrizionista e autrice del libro Cucina Evolution. In forma senza dieta, che ci ha anche spiegato i segreti per una frittura perfetta.

Questo metodo di cottura è utile perché riattiva il fegato, l’organo fondamentale per la digestione dei grassi. Inoltre è particolarmente adatto a preservare le importanti sostanze contenute negli alimenti, soprattutto vitamine e antiossidanti. Essendo solubili in acqua e degradandosi a contatto con l’ossigeno, questi nutrienti traggono giovamento dall’utilizzo dell’olio per la cottura dei cibi.

Come combattere gli attacchi di fame

Inutile negarlo, è capitato a tutti: ci mettiamo a dieta e sembra andare alla grande, fin quando non iniziano gli attacchi di fame. E allora mandiamo all’aria ogni buon proposito, perché resistere agli sgarri diventa praticamente impossibile. In realtà, ci sono alcuni stratagemmi per evitare che i morsi della fame ci impediscano di raggiungere il nostro obiettivo. Innanzitutto è fondamentale scegliere la dieta giusta per le nostre esigenze: se è vero che dobbiamo per forza ridurre l’apporto calorico per dimagrire, è altrettanto vero che seguire un regime alimentare troppo rigido è controproducente.

È poi importante capire se quella che proviamo è fame fisica oppure emotiva. Quando siamo sotto stress o in difficoltà dopo una giornata particolarmente complicata, è più facile sentire il bisogno di mangiare qualcosa. In questi casi, spesso proviamo il desiderio di dolci: si tratta di un meccanismo evolutivo, che affonda le sue radici indietro nei secoli. Ma questo non deve spaventare, perché bastano pochi, semplici consigli per riuscire a combattere gli attacchi di fame. Li abbiamo raccolti in questo approfondimento.

La dieta delle mandorle, contro l’obesità

Le mandorle, come in generale la frutta secca, sono considerate alimenti ad elevato contenuto calorico. Eppure possono essere utili per dimagrire, anche in caso di obesità. Il motivo ce lo spiega la dietista Ambra Morelli: sono molti, infatti, gli studi che rivelano come uno spuntino a base di mandorle possa aiutare a perdere peso. Innanzitutto perché va a sostituire snack molto più calorici e privi di altre sostanze nutritive, che invece nella frutta secca sono presenti in notevoli quantità.

E poi perché le mandorle, soprattutto se consumate a metà mattina, forniscono un importante senso di sazietà che dura a lungo. Questo può ridurre il numero di calorie assunte nel resto della giornata, e quindi aiutarci a dimagrire. Infine, è bene ricordare che questo prezioso alimento è ricco di vitamina E, che contribuisce a tenere sotto controllo il livello di colesterolo nel sangue, di fibre e di proteine vegetali.