Teobromina, lo stimolante che agisce sul sistema nervoso: dove si trova e come funziona

Scopriamo i benefici (e le controindicazioni) della teobromina, una sostanza dalle grandi proprietà

Si chiama teobromina lo stimolante che agisce sul sistema nervoso. Si tratta di un alcaloide che si può trovare nelle foglie del tè, nella cola e nel cacao.

Questa sostanza ha diverse proprietà che la rendono l’ingrediente principale di numerosi integratori. Ha un effetto stimolante sul sistema nervoso centrale, possiede inoltre capacità cardiocinetiche e vasodilatatorie in particolare per i vasi coronarici. Come svelano gli esperti di Humanitas è in grado di agire sui tubi renali, favorendo la diuresi. Studi scientifici hanno inoltre evidenziato i benefici della teobromina come sedativo nel caso di affezioni non gravi delle vie respiratorie superiori. Ciò significa che può risultare utile per contrastare la tosse e i sintomi dell’asma. Infine la teobromina viene sfruttata per realizzare molte creme utili per trattare le adiposità localizzate.

Dove si trova questo alcaloide? La fonte principale sono i semi di cacao, la presenza è invece inferiore nelle foglie di tè e nelle noci di cola. A livello industriale, questo integratore viene prodotto estraendo la sostanza dai semi di cacao. Stimolante e utile per contrastare diverse patologia, la teobromina presenta anche delle controindicazioni.

Il suo effetto psico-stimolante è inferiore rispetto a quello della caffeina, ma non va assolutamente ignorato. Dosi elevate possono infatti comportare dei sintomi simili, come tremori, sudorazione eccessiva, irrequietezza, ansia, perdita dell’appetito, nausea, vomito e insonnia.

Più in generale gli studi sulla teobromina sono tutt’ora in corso, soprattutto per comprendere quale sia l’effetto sull’organismo. Di sicuro, come accade per quasi tutti gli alcaloidi, presenta delle controindicazioni particolari per tutte le specie che sono diverse dal genere umano. La teobromina è il motivo per cui i veterinari vietano di dare cacao o cioccolato al cane e al gatto. L’alta concentrazione di questa sostanza infatti rende tali alimenti tossici. Un pericolo che non esiste per gli uomini, in quanto la tossicità si raggiunge solamente con quantitativi molto elevati.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Teobromina, lo stimolante che agisce sul sistema nervoso: dove si trov...