Frasi sul lago, per fare il pieno di bellezza

Le citazioni più celebri e gli aforismi su profondi sul lago: uno specchio d'acqua che è stato capace di ispirare parole indimenticabili

L’acqua è sempre stata fonte di ispirazione per uomini e donne che l’hanno descritta con prosa e poesia. Compresa quella del lago, che tanto ammalia le persone che la osservano. Ci sono tante frasi sul lago, basti pensare all’incipit di una delle opere letterarie più famose della storia italiana, ovvero I Promessi Sposi di Alessandro Manzoni che inizia con una suggestiva e celebre descrizione del Lago di Como.

I laghi possono essere piccoli scrigni incastonati tra le montagne, oppure talmente grandi da ricordare la vastità del mare. Almeno fino a quando non ci si rende conto che i confini sono ben definiti.

DiLei ha scelto frasi sul lago suggestive, citazioni e aforismi che descrivono l’incanto di questi luoghi ricchi di natura, Storia e civiltà.

Metafore con il lago

Il lago ha dato vita a numerose frasi, alcune di queste possono essere considerate delle vere e proprie metafore che usano questo luogo come esempio per parlare di argomenti diversi: dall’amore, alla vita, a riflessioni che possono nascere sulla verità e il momento presente. È nell’immagine del mondo, infatti, che spesso si trae l’ispirazione per riflettere di altro. Da argomenti più profondi che hanno a che fare con la natura umana e le sue emozioni, a descrizioni vivide che ci trasportano in luoghi che magari non abbiamo mai potuto ammirare in prima persona.

Da tutto questo sono scaturite le metafore con il lago poetiche e profonde.

  • Fai che il tuo cuore sia come un lago. Con una superficie calma e silenziosa. E una profondità colma di gentilezza. (Lao Tzu)
  • Forse la verità dipende da una passeggiata intorno al lago. (Wallace Stevens)
  • Fermarsi ad ammirare un lago e riflettere, e lontano un mondo sconosciuto che corre, si agita, sale sui piedistalli e urla. Ascoltare e basta, e all’improvviso sapere che la pace del lago ha lo stesso silenzio della tua anima. (Fabrizio Caramagna)
  • I laghi sono le pozzanghere rimaste dopo il diluvio. (Ramón Gómez de la Serna)
  • Le acque tranquille di un lago riflettono le bellezze che lo circondano; quando la mente è serena, la bellezza dell’io si riflette in essa. (Bsk Iyengar)
  • Non un pesce può saltare, non un insetto può cadere, sul lago, senza che il fatto non venga così riferito da cerchi e increspamenti, con linee aggraziate, quasi fossero il costante zampillare della sua fonte, il dolce pulsare della sua vita, il sollevarsi del suo petto. I brividi di gioia e i brividi di dolore si assomigliano.
    (Henry David Thoreau)
  • Molte gocce fanno un secchio, molte secchi fanno uno stagno, molti stagni fanno un lago, e molti laghi fanno un oceano. (Percy Ross)
  • Le frontiere sono i limiti della resistenza. Il lago chiede alle sponde di contenerlo. (Georges Braque)
  • I saggi, dopo che hanno ascoltato le leggi, diventano sereni, come un profondo, liscio e calmo lago.
    (Siddhārtha Gautama Buddha)
  • Ora che sono diventato vecchio mi sono reso conto di avere soltanto due certezze. La prima è che i giorni che iniziano con una remata sul lago sono decisamente migliori degli altri. La seconda è che il carattere di un uomo è il suo destino. (William Hundert)
  • Dentro di me è un lago, solitario, che basta a sé stesso; ma il mio torrente d’amore lo trascina giù in basso con sé − verso il mare! (Friedrich Nietzsche)
  • Il matrimonio spesso può essere un lago tempestoso, ma il celibato è quasi sempre uno stagno fangoso. (Thomas Love Peacock)
  • Nell’acqua immobile del piccolo lago vicino a casa mia, si specchia il cielo con le sue arruffate nuvole in corsa. È la nostra vita che passa tumultuando sullo sfondo impassibile dell’eternità. Ardengo Soffici
  • Finché gli uomini crederanno nell’infinito, alcuni laghi saranno creduti senza fondo. (Henry David Thoreau)
  • Se tutti i monti fossero libri, tutti i laghi inchiostro e tutti gli alberi penne, questo non basterebbe ancora per descrivere tutto il dolore del mondo. (Jacob Böhome)
  • Ogni tanto, nelle giornate di vento, scendeva fino al lago e passava ore e guardarlo, giacché, disegnato sull’acqua, gli pareva di vedere l’inspiegabile spettacolo, lieve, che era stata la sua vita. (Alessandro Baricco)
  • Nulla è più memorabile di un odore. Un profumo può essere inatteso, momentaneo e fuggevole, e tuttavia evocare un’estate della nostra infanzia su un lago di montagna. Un altro, una spiaggia al chiaro di luna. Un altro ancora un pranzo in famiglia con una teglia di arrosto e delle patate dolci durante un pazzo agosto in una città del Midwest. Gli odori esplodono morbidamente nella nostra memoria come mine terrestri cariche, nascoste nella massa cespugliosa degli anni. (Diane Ackerman)

Frasi sul lago tratte da poesie

Ci sono moltissime frasi sul lago tratte da poesie: i maggiori poeti e poetesse hanno dato vita a descrizioni vivide, intense, profonde di questi specchi d’acqua. Non solo mostrandoci tutto il loro fascino, ma anche raccontandoci quanta pace si possa trovare nel lasciarsi cullare dall’immagine di un lago, come l’acqua possa essere il mezzo attraverso il quale trovare relax e conforto.

Perché non c’è nulla di più bello che fermarsi e sedersi a osservare l’acqua di un lago, le increspature leggere, le onde tumultuose, oppure la palcidità dell’acqua con le sue mille sfumature di azzurro.

Ecco le frasi sul lago tratte da poesie indimenticabili.

  • Piccolo lago in mezzo ai monti – il giorno
    le calde mucche bevono ai tuoi orli;
    a notte specchi le stelle – mi sento
    oggi in un brivido la tua chiarezza.
    (Umberto Saba)
  • L’estate risplende, il sole riscalda, le mucche depongono torte sui prati… L’estate risplende, il sole riscalda. Si fa finalmente il bagno nel lago.
    (Astrid Lindgren)
  • E non era più un lago ma un attonito
    specchio di me, una lacuna del cuore.
    (Vittorio Sereni)
  • S’è intessuta sul lago
    la luce scarlatta dell’alba.
    Sulla foresta gemono sonori
    i galli cedroni.
    (Sergej A. Esenin)
  • Si riempie di rosso l’acqua del lago. Specchio calmo e attento del tramonto, ripete l’immagine senza saperne lo splendore. (Fabrizio Caramagna)
  • Il lago un poco
    si ritira da noi, scopre una spiaggia
    d’aride cose,
    di remi infranti, di reti strappate.
    E il vento che illumina le vigne
    già volge ai giorni fermi queste plaghe
    da una dubbiosa brulicante estate.
    (Vittorio Sereni)
  • Ombre voi dalla luna intrecciate,
    rompenti in sospiri nel vuoto cristallo
    del lago montano.
    (Georg Trakl)
  • Ci vendemmia il sole
    Chiudiamo gli occhi
    per vedere nuotare in un lago
    infinite promesse
    (Giuseppe Ungaretti)

Frasi sul lago in inglese

Per chi apprezza le citazioni in altre lingue è bene sapere che esistono molte frasi sul lago in inglese, che riescono a trasmettere la magnificenza di luoghi che hanno ispirato poeti e scrittori di ogni generazione o estrazione sociale. Uomini e donne che nelle acque di un lago hanno cercato risposte, che si sono fatti cullare dalla sue bellezza e che a quei luoghi hanno affidato i propri pensieri più profondi.

Lo hanno fatto in Italiano, ma anche in tante altre lingue diverse: ecco, quindi, le frasi sul lago in inglese da conservare.

  • Many drops make a bucket, many buckets make a pond, many ponds make a lake, and many lakes make an ocean. Molte gocce fanno un secchio, molte secchi fanno uno stagno, molti stagni fanno un lago, e molti laghi fanno un oceano. (Percy Ross)
  • Water is the soul of the Earth. L’acqua è l’anima della Terra. (Wystan Hugh Auden)
  • If there is magic on this planet, it is contained in water. Se c’è qualcosa di magico su questo pianeta, si trova nell’acqua. (Loren Eiseley)
  • A lake is a landscape’s most beautiful and expressive feature. It is Earth’s eye; looking into which the beholder measures the depth of his own nature. Un lago è il tratto più bello ed espressivo del paesaggio. È l’occhio della terra, a guardare nel quale l’osservatore misura la profondità della propria natura. (Henry David Thoreau)

Frasi sul lago tratte da canzoni

Così come ha ispirato prosa e poesia il lago ha dato vita a canzoni, per questo vi sono molti brani che parlano di questi affascinanti specchi d’acqua. Perché ammirandoli si rimane impressionati dalla loro suggestione, capace di dare vita a vere e proprie opere non solo nella scrittura, ma anche nell’arte figurativa.

Frasi sul lago tratte da canzoni che hanno il potere di sorprendere e regalare uno spiraglio di grande bellezza. Sentirle cantare dalla voce di questi artisti è impagabile.

  • Non le spaccherà la noia
    le ginocchia ma la gioia
    E l’ebbrezza del tuo vino
    non offenderà nessuno
    Non affiorerà l’inganno,
    le parole senza affanno
    sono un lago nel mio cuore
    per chi ha voglia di nuotare.
    (Mina – Il cigno dell’amore)
  • E chissà se tu lo sai
    Se giunge l’eco
    Di questo grido attutito
    Scegli tu che puoi
    Scegli tu se vuoi
    Tanto io sono ormai una foglia che va
    Se i giochi del vento
    Sul lago salato
    Non sono finiti
    Per noi parla tu (Mango  – I giochi del vento sul lago salato)
  • Come uno spillo impercettiible
    Come se un giorno freddo in pieno inverno
    Nudi non avessimo poi tanto freddo perché
    Noi coperti sotto il mare a far l’amore in tutti
    I modi, in tutti i luoghi in tutti i laghi in tutto il mondo
    L’universo che ci insegue ma
    Ormai siamo irraggiungibili (Valerio Scanu  – Per tutte le volte che)

Frasi sui nostri laghi

L’Italia è una terra meravigliosa. Ci sono le montagne, le pianure, la costa lunghissima e varigata, mai uguale a se stessa, essendo il nostro Paese circondato in gran parte dal mare. Ma ci sono anche tantissimi laghi. Da quelli più piccoli e sconosciuti, perle di rara bellezza, a quelli più maestosi che hanno ispirato componimenti in prosa e in poesia.

Le frasi sui nostri laghi più celebri, compresa quella più nota tratta dai Promessi Sposi di Alessandro Manzoni.

  • Il lago di Garda non saprei assimigliare ad altro che ad un alto mare chiuso e serrato tra altissimi monti, che stendendosi verso Peschiera, trovate le vie aperte, manda fuori un profondo e largo fiume detto Mincio, che è quello che fa il lago intorno la città di Mantova. (Andrea Minucci)
  • Ho meditato molto, questi giorni a Bracciano. Il lago era cinese — tutto strisce di nuvole e di luce — separate qua e là da pareti di pioggia. (Cristina Campo)
  • Quanto vorrei avere i miei amici accanto per godere insieme del panorama che mi si presenta dinanzi! Avrei potuto essere fin da questa sera a Verona ma mi si prometteva allo sguardo un’ opera ammirevole della natura: il meraviglioso lago di Garda. (Goethe)
  • O Benaco, che gonfi le tue onde e fremi come il mare. (Virgilio)
  • Se per caso si ha un cuore sensibile, bisogna vendersi anche la camicia pur di vedere i dintorni del Lago Maggiore. (Stendhal)
  • Spesso la sorpresa viene suscitata nell’anima perché questa non riesce a conciliare ciò che vede con ciò che ha visto. In Italia c’è un grande lago, che viene chiamato Lago Maggiore: è un piccolo mare, le cui rive sono interamente selvagge. In mezzo al lago, a quindici miglia dalla riva, ci sono due isole di un quarto di lega di circonferenza, dette “Borromee”, che sono, a mio parere, il luogo più incantevole del mondo. L’anima è sorpresa da questo contrasto romanzesco, rievocando con diletto i prodigi dei romanzi, nei quali dopo aver superato rocce e paesi aridi, ci si ritrova in luoghi fatati (Montesquieu)
  • Suso in Italia bella giace un laco,
    a piè de l’Alpe che serra Lamagna
    sovra Tiralli, c’ha nome Benaco. (Dante Alighieri)
  • È  il luogo più voluttuoso che io abbia mai visto al mondo. La natura incanta con mille seduzioni sconosciute e ci si sente in uno stato di rara sensualità e raffinatezza. (Gustave Flaubert)
  • Che un Dio ci sia, quando si guarda il cielo del lago di Como, è evidente. (Robin Williams)
  • Quando scriverete la storia di due amanti felici, collocateli sulle rive del Lago di Como. Non conosco contrada più manifestamente benedetta dal cielo; non ne ho mai visto un’altra dove gli incanti di una vita d’amore sembrerebbero più naturali […] ed iniziatela con queste parole: “Sulle rive del lago di Como.” (Franz Liszt)
  • Quel ramo del lago di Como, che volge a mezzogiorno, tra due catene non interrotte di monti, tutte a seni e a golfi, a seconda dello sporgere e del rientrare di quelli, vien, quasi a un tratto, a ristringersi, e a prender corso e figura di fiume, tra un promontorio a destra, e un’ampia costiera dall’altra parte; e il ponte, che ivi congiunge le due rive, par che renda ancor più sensibile all’occhio questa trasformazione, e segni il punto in cui il lago cessa, e l’Adda rincomincia, per ripigliar poi nome di lago dove le rive, allontanandosi di nuovo, lascian l’acqua distendersi e rallentarsi in nuovi golfi e in nuovi seni. (Alessandro Manzoni)
  • Sirmione, perla delle penisole e delle isole,
    di tutte quante, sulla distesa di un lago trasparente o del mare
    senza confini, offre il Nettuno delle acque dolci e delle salate,
    con quale piacere, con quale gioia torno a rivederti;
    a stento mi persuado d’avere lasciato la Tinia e le contrade di Bitinia,
    e di poterti guardare in tutta pace.
    Ma c’è cosa più felice dell’essersi liberato dagli affanni,
    quando la mente depone il fardello e stanchi
    di un viaggio in straniere regioni siamo tornati al nostro focolare
    e ci stendiamo nel letto desiderato?
    Questa, in cambio di tante fatiche, è l’unica soddisfazione.
    Salve, amabile Sirmione, festeggia il padrone,
    e voi, onde del lago di Lidia, festeggiatelo:
    voglio da voi uno scroscio di risate, di tutte le risate che avete. (Catullo)