Tè bianco: quali sono proprietà e benefici

Il tè bianco ha un sapore delicato, leggero e dolce e proprietà antossidanti molto interessanti. Vediamo quali sono i suoi benefici per la salute

Foto di Tatiana Maselli

Tatiana Maselli

Erborista e Editor specializzata in Salute&Benessere

Laureata in Scienze e Tecnologie Erboristiche, ambientalista e appassionata di alimentazione sana, cosmesi naturale e oli essenziali, scrive per il web dal 2013.

Cos’è

Il tè bianco è una varietà di tè che si ottiene dalle foglie di Camellia sinensis, albero che appartiene alla famiglia delle Theaceae. L’albero del tè, originario delle foreste pluviali asiatiche, può raggiungere un’altezza fino a dieci metri, sviluppando rami che portano foglie ovali, dentate e appuntite. La droga del tè è rappresentata proprio falle foglie che vengono ancora oggi raccolte prevalentemente a mano per destinarle alla preparazione di una delle bevande più consumate al mondo.

La pianta da cui originano le diverse varietà di tè come il tè verde, il tè nero e il tè bianco è dunque sempre la stessa; ciò che rende ogni tè unico è il tipo di lavorazione cui vengono sottoposte le foglie. Per realizzare il tè bianco si raccolgono le gemme apicali e le due foglie sottostanti che vengono poi lasciate appassire all’aria subito dopo la raccolta così che perdano buona parte della loro umidità. Durante questa fase, le foglie di tè perdono fino all’80% del contenuto di acqua, diventando morbide e flessibili e possono subire il secondo trattamento, cioè la rollatura. La rollatura consiste nel pressare e arrotolare le foglie, che vengono infine confezionate. Il tè bianco non subisce dunque fermentazione, tipica di altre varietà di tè.

Proprietà e benefici

Il tè bianco ha proprietà e benefici simili al tè verde e al tè nero. Si tratta infatti di un prodotto naturale con azione antiossidante, stimolante e antitumorale. Le proprietà del tè bianco sono date dalla presenza di caffeina e di molecole dall’azione antiossidante come i polifenoli.

Grazie alla presenza di caffeina, il tè bianco ha un’azione stimolante e tonica utile per migliorare le capacità cognitive, la concentrazione e la memoria, e a contrastare stanchezza e mancanza di energie. Sebbene il tè bianco contenga caffeina, assumere questa bevanda non ha lo stesso effetto del caffè; questo perché i polifenoli presenti nel tè modulano il rilascio e l’azione della caffeina, con un’azione più blanda ma più duratura. Ecco perché molte persone che non riescono a bere caffè, tollerano invece molto bene il tè senza sperimentare agitazione, nervosismo e tachicardia godendo comunque di maggiore vitalità.

Per quanto riguarda l’azione antiossidante, questa è particolarmente interessante nel tè bianco, poiché il contenuto di polifenoli è spesso superiore rispetto ad altre varietà di tè. L’azione antiossidante del tè bianco aiuta a contrastare la formazione e i danni dei radicali liberi, il cui eccesso è associato a stress ossidativo, invecchiamento, infiammazioni e insorgenza di patologie. Di conseguenza, assumere quotidianamente rimedi naturali antiossidanti come il tè bianco può contribuire a ritardare il fisiologico processo di invecchiamento, ridurre lo stress e gli stati infiammatori e proteggere da numerose malattie. Il consumo regolare di tè bianco può ad esempio diminuire il rischio di tumore, di demenza senile e di patologie cardiovascolari come infarto e ictus. I benefici sull’apparato cardiovascolare sono dati anche dalla capacità di questa bevanda di ridurre i livelli di colesterolo. Bere abitualmente tè bianco può anche aiutare a regolarizzare il transito intestinale e può contribuire a perdere peso più rapidamente quando si segue una dieta ipocalorica per dimagrire.

Ovviamente, i benefici del tè bianco non vanno intesi come salvifici se non si segue uno stile di vita sano. Resta inteso che l’assunzione di qualsiasi rimedio naturale e non, deve essere comunque associata a un’alimentazione equilibrata, a una costante attività fisica, a un sonno adeguato e a una buona gestione dello stress. Se esistono squilibri in uno solo di questi aspetti e fattori, è molto difficile che si riesca a mantenere un livello di benessere fisico e mentale a lungo. Il tè bianco è un prodotto in grado di migliorare sostanzialmente la salute e di proteggere dall’insorgenza di malattie, se consumato però regolarmente e sempre nel contesto di uno stile di vita equilibrato.

Come si prepara

Il tè bianco si trova facilmente in erboristeria e nei negozi dedicati. Meglio scegliere sempre tè sfusi anziché in bustine; per comodità si possono utilizzare filtri in tessuto, metallo o silicone in fase di preparazione. Dopo l’acquisto va conservato al riparo da luce, calore e umidità e consumato entro un anno. Trascorso tale periodo o se sottoposto a temperature elevate, raggi solari e umidità, il tè bianco potrebbe infatti perdere le sue caratteristiche organolettiche e parte delle sue proprietà.

Il tè bianco si prepara versando acqua calda sulle foglie di tè e lasciando in infusione dai quattro ai sei minuti. La quantità di foglie di tè da utilizzare è pari due o tre grammi (un cucchiaino circa) ogni 150 millilitri di acqua. La temperatura ideale di infusione è compresa tra gli 85 e i 93°C.

L’infuso di tè bianco ha un colore giallino e un sapore fresco, dolce, che può ricordare il miele; chi è abituato a consumare tè verde e tè nero potrebbe trovarlo troppo delicato, mentre risulta perfetto per chi non ama i sapori forti. Per ottenere tutti i benefici del tè bianco occorre consumare da tre a cinque tazze al giorno, preferibilmente lontano dai pasti.